E se i Google Glass fossero da riprogettare?

Sembra incredibile, ma il progetto più ambizioso di Google, potrebbe essere un fallimento. I famosi occhiali tecnologici potrebbero essere riprogettati da zero. Questo almeno è quanto affermato da Tony Fadell, ex CEO di Nest, società acquistata da Google nel 2014, e che ha messo le basi per una futura riprogettazione, partendo da zero degli occhiali tecnologici di BigG.

I Microsoft HoloLens sono stati in grado di dare un bello scossone ai piani alti di Google che, da fautrice degli occhiali high tech, si è trovata a rincorrere mamma Microsoft che ha presentato un prodotto già ottimo e con potenzialità enormi integrate già prime dell’uscita sul mercato. Infatti Google ha terminato il progetto explorer il 20 gennaio scorso e dunque ora è iniziata la fase in cui i Google Glass dovevano entrare in commercio al pubblico ma cosi non è stato perchè gli occhiali dalla realtà aumentata sembrano, di colpo, finiti nel dimenticatoio di Google.

Il lavoro iniziale su Glass è stato rivoluzionario e ci ha permesso di capire cosa è davvero importante per gli utenti e i professionisti. Sono felice di poter affiancare Ivy e fornire supporto al suo team, così da poterci basare sull’esperienza acquisita nella realizzazione dei futuri prodotti.” Ecco le parole pronunciate da Tony Fadell che ha già anticipato che i Google Glass saranno riprogettati da zero per offrire un’esperienza nuova e diversa rispetto alla prima versione.

I Google Glass 2, non verranno mostrati al pubblico ma saranno accessibili solo a pochi che potranno seguire il percorso di evoluzione esclusivamente all’interno dei laboratori di Mountain View.