L’ISIS sta sviluppando la sua app ufficiale per Android: ecco Alrawi, il programma che i terroristi usano per comunicare e reclutare. Alrawi per Android: l’app dell’ISIS

Alrawi è l’app dell’ISIS per Android

icona_t

Anche l’ISIS sviluppa la propria app per Android: ecco come comunicano i terroristi

No, non è uno scherzo: in un periodo in cui chiunque può sviluppare e creare un’app, anche l’ISIS ha deciso di sviluppare la propria applicazione ufficiale per sistema operativo Android. Se vi imbattete in un programma chiamato Alrawi, vi consiglio di starne alla larga.

L’app Alrawi è infatti il programma sviluppato dall’ISIS per Android con l’obiettivo di fare comunicare tra loro i terroristi per organizzare gli attacchi in modo semplice, immediato e soprattutto protetto da intercettazioni.

L’ISIS ha una sua app Android per coordinare le azioni terroristiche

Grazie allo sforzo congiunto dei Governi di tutto il mondo, il terrorismo viene combattuto duramente anche a livello digitale: recentemente, infatti, internet, i social media e software come WhatsApp o Telegram sono diventati difficilmente accessibili ai terroristi per comunicare tra loro, reclutare nuovi soldati e per organizzare eventuali attacchi. Proprio per questo motivo, però, l’ISIS ha deciso di sviluppare un’applicazione propria per Android, che consenta ai propri affiliati di comunicare liberamente, in modo criptato e sicuro.

La capacità dell’Isis, il famigerato stato islamico dietro ad alcuni dei più sanguinosi attacchi degli ultimi mesi, di usare le nuove tecnologie per la propaganda e per svolgere missioni armate e coordinare i propri uomini, è nota ma ora c’è una ulteriore conferma: un’app studiata appositamente per portare avanti la strategia del terrore.

In particolare, pare che le principali funzionalità dell’app Alrawi siano: 

  • inviare e ricevere messaggi diretti sicuri e criptati
  • fare propaganda
  • pubblicare news e video

Insomma, tramite l’app Alrawi l’ISIS vuole creare un canale di comunicazione criptato che le consenta di fare comunicare i soldati in modo semplice, veloce e sicuro. 

Stando alle informazioni ricevute da Defense One e da Fortune la sicurezza dell’applicazione non si basa su feature troppo sofisticate. Essendo tuttavia utilizzata da pochi utenti, e tutti estremamente selezionati, l’ISIS può assicurarsi che non vengano inserite backdoor o che gli stessi membri della community non vengano denunciati alle autorità.

Già in passato l’ISIS aveva provato ad usare software come WhatsApp o Telegram per fare comunicare gli affiliati, ma i canali sono stati fortunatamente individuati e immediatamente bloccati. Ma con l’app ufficiale Alrawi le cose saranno più complesse, visto che le Agenzie di Sicurezza dei vari governi avranno molte più difficoltà dell’intercettare eventuali comunicazioni e messaggi criptati scambiati tramite questa app.

Al momento, comunque, sul web ci sono varie idee sull’app Alrawi: alcuni pensano che Alrawi sia un’app creata dall’ISIS solo per fare intercettare appositamente delle finte conversazioni dalle Agenzie di Sicurezza dei vari Governi, altri pensano che l’app sia stata sviluppata dai Governi stessi per raccogliere le comunicazioni dell’ISIS e prevenire eventuali attacchi terroristici.

Se invece l’app fosse stata realmente creata dall’ISIS, allora dovremmo iniziare a preoccuparci seriamente.

Ad ogni modo, il programma Alrawi è disponibile sotto forma di APK. Come anticipato ad inizio articolo, se vi imbattete in questo programma, nel dubbio statene alla larga e NON installatelo assolutamente sul vostro Android. L’app naturalmente non è stata inserita su Google Play Store e per essere installata si deve compiere una ricerca, non troppo semplice e non per tutti, nel dark web.

E’ un vero peccato, poi, che Android sia usato per questi terribili scopi. Nel dubbio, comunque, “Fuck you, ISIS”. 

Se questa pagina di YourLifeUpdated.net ti è piaciuta e ti è stata d’aiuto, non perdere tempo, condividila sui social network! Clicca "Mi Piace" sulla pagina ufficiale di YourLifeUpdated su Facebook, seguici su Twitter Google+ per ricevere tante informazioni e consigli utili!