Anche se il rilascio finale di Android M non è vicino, poichè bisognerà aspettare Novembre o Dicembre per il rilascio ufficiale, continua ad emergere sempre nuovi dettagli sulle funzioni della prossima versione di Android. Infatti Google è molto al lavoro non tanto sulla parte grafica che ormai è consolidata con il material design ma sta puntando tutto sull’ottimizzazione software ed l’introduzione di diverse funzioni che permetteranno di migliorare l’esperienza d’uso a 360 gradi.

Se Lollipop ha segnato l’introduzione della nuova grafica con il Material Design, una funzione attesa da diverso tempo è l’introduzione del backup automatico delle applicazioni che permetterà non solo di salvare le applicazioni installata ma anche tutte le impostazioni in essa contenute così da essere ripristinate immediatamente dopo un reset o un ripristino di fabbrica semplicemente inserendo il nostro account Google.

Proprio qualche giorno fa Google ha spiegato il funzionamento di questa funzione mettendo in evidenza che la funzione sarà integrabile in tutte le applicazioni senza l’inserimento di nessuna linea di codice nell’applicazione stessa grazie alla feature che si chiamerà Auto Backup for Apps e potrà essere implementata in modo semplice e veloce in tutte le applicazioni poichè i dati saranno caricati direttamente sui server remoti di Google Drive per la sincronizzazione e che non andranno a pesare sulla quota di spazio messa a disposizione degli utenti. Infine l’operazione di backup e ripristino sarà attivata anche per la applicazioni installate manualmente tramite APK ovvero quelle app non scaricate da Play Store.

https://youtu.be/HXacyy0HSW0