Come aggirare il factory reset di Samsung con Rootjunky [Video Guida]

Non ricordate la password del vostro account Google del dispositivo Samsung? Non c’è problema con questa procedura potete aggirare la protezione e resettare il dispositivo completamente. Il sistema permette di resettare anche smartphone Samsung rubati.

Tanti sono gli aggiornamenti che mirano ad aumentare la sicurezza di Android sopratutto quando si parla di furti. Infatti Google ed i vari produttori implementano varie soluzioni per proteggere i dispositivi anche se questi vendono persi o rubati.

Samsung ad esempio ha un sistema di protezione dall’hard reset o factory reset eseguito da recovery che è stato introdotto con Android 5.1 Lollipop ed anche su Marshmallow è stato migliorato ma sembrerebbe che tramite il tool ROOTJunky sia possibile aggirare questa protezione anche senza inserire mail e password dell’account Google utilizzato sul dispositivo.

Dunque se un ladro vi ruba il dispositivo e lo formatta cancellando tutte le vostre app, aggirando dunque il pin o qualsiasi altro metodo di protezione, non potrà usarlo se non inserire l’account Google originario ma sui dispositivi Samsung esiste un metodo per aggirare il problema.

Il metodo usato è sempre quello di ROOTJunky che si è aggiornato anche per aggirare la protezione dal reset sugli ultimi Galaxy S7 ed S7 Edge.

Il procedimento prevede di collegare il telefono ad un Wi-Fi, poi ad un PC ed infine fare una chiamata ad un numero fittizzio per aggiungere il telefono in rubrica.

Una volta che siamo dentro la procedura di inserimento in rubrica dobbiamo accedere alla funzione di lettura di un biglietto da visita che aprirà Galaxy Apps da dove sarà possibile scaricare un file manager che servirà per installare un’app da un file APK che permette di accedere al telefono con il proprio account Google.

Con questo sistema potrete resettare il telefono con il vostro account e quindi formattarlo ed utilizzarlo senza problemi senza conoscere la password dell’account Google del proprietario.

La procedura potete trovarla sul sito di Rootjunky e di seguito ecco il video che mostra il funzionamento della procedura che non è difficile ma serve un po di pratica.

https://www.youtube.com/watch?v=ggRhkme9FC0