Ecco la guida completa e definitiva per scattare foto bellissime e perfette con lo smartphone Android

google camera wm

E’ inutile negarlo: ormai gli smartphone, grazie a fotocamere sempre migliori e più definite e risolute, hanno sostituito completamente le classiche fotocamere compatte. Ancora non riescono a sostituire le reflex (anche se qualcuno ci prova), ma sicuramente uno smartphone Android riesce a scattare foto di buona qualità, paragonabili a quelle delle classiche fotocamere compatte vendute a prezzi che vanno dai 100 ai 200 euro.

Chiaramente la qualità fotografica offerta da una reflex è ben superiore rispetto a quella offerta da uno smartphone (anche dai top di gamma), ma con qualche accorgimento e i programmi giusti è possibile scattare delle foto davvero bellissime e spettacolari con lo smartphone Android, pronte per essere condivise sui social network come Facebook e Instagram e per stupire amici, parenti e conoscenti.

Se anche voi amate scattare foto con il vostro smartphone Android e vi piace mostrarle agli amici, dal vivo o tramite i social network, oggi andremo a vedere insieme come fare per scattare foto bellissime e perfette con lo smartphone Android. La guida si basa sia su consigli pratici che su consigli a livello di software per scattare le foto o per modificarle in un secondo momento. Grazie a questa guida riuscirete veramente a scattare bellissime foto con il vostro dispositivo Android. A questo punto non mi resta che iniziare con la guida per scattare foto perfette e di alta qualità con lo smartphone Android.

Ovviamente, per ottenere un risultato migliore, consiglio di utilizzare top di gamma come Note 3, OnePlus One, Xperia Z2, LG G3, Galaxy S5 e simili. Otterrete buoni risultati anche con smartphone di fasce più basse, ma chiaramente un buon sensore e uno smartphone potente sono requisiti quasi indispensabili per poter scattare belle foto con Android (ma non solo). Detto questo, iniziamo con la guida.

Step 1: come scattare foto migliori con Android

Per scattare foto migliori con lo smartphone Android dovete iniziare ad agire ancora prima di premere il bottone della fotocamera. Per scattare la foto perfetta è indispensabile conoscere le regole base della fotografia, delle immagini, dei colori e della composizione. Una reflex non fa di voi un fotografo, dovete saperla usare e sapere cosa state inquadrando. Fatevi una base di nozioni sulla fotografia, solo così potrete sperare di ottenere foto migliori, non solo con lo smartphone Android ma in generale.

Usate la luce a vostro vantaggio

Non è necessario cambiare e modificare la luce in post-produzione. Se imparate a sfruttare a vostro favore la luce naturale, potete ottenere effetti splendidi anche senza usare nessun programma. Prima di scattare qualsiasi foto, analizzate la qualità e quantità di luce nell’immagine e cercate di sfruttarla al massimo a vostro favore, sia che essa venga da fonti artificiali sia che essa provenga da fonti naturali come il sole. Ovviamente è sempre meglio usare la luce naturale per scattare belle foto.

La luce artificiale andrà sempre a rovinare un pò le foto, donando un effetto giallo e finto; meglio usare la luce del sole e quella naturale, decisamente migliore.

Una volta che avrete trovato la luce perfetta, posizionate il soggetto o la fotocamera in modo da sfruttare al meglio la luce. E’ sempre meglio fare in modo che la luce non colpisca direttamente le lenti della fotocamera per evitare foto rovinate e bruciate (sovraesposte); evitate anche la luce troppo laterale per non avere foto sottoesposte in alcune aree.

Fate varie prove di scatto per vedere come posizionare al meglio l’oggetto per sfruttare la luce naturale.

Comprendere l’esposizione

Processed with VSCOcam

Processed with VSCOcam

L’esposizione regola la quantità di luce che entra nel sensore della fotocamera e di conseguenza impatta sulla luminosità della foto. Normalmente si regola automaticamente in base all’apertura, velocità di scatto e ISO (combinazione di questi 3 fattori), che determinano quindi quanta luce entra nella fotocamera e la sensibilità della camera stessa. Idealmente una sensibilità per la bassa luminosità permette di catturare scene piene di dettagli anche quando c’è poca luce, ma nella realtà questo accade raramente.

Inoltre i software base della fotocamera su Android normalmente non permettono di modificare manualmente l’apertura, la velocità di scatto e gli ISO (soprattutto i primi due spesso e volentieri non sono modificabili) e quindi l’esposizione viene spesso determinata autonomamente dallo smartphone Android.

In questo caso, per modificare e personalizzare al massimo l’esposizione, consiglio di scaricare software di terze parti per scattare le foto su Android. Potrete personalizzare ogni parametro dello scatto e adattare la fotocamera alle vostre esigenze, quasi come se fosse una reflex.

Impostare il bilanciamento

Quasi tutti gli smartphone Android permettono di modificare il bilanciamento dei bianchi, anche se il livello manuale di personalizzazione varia sempre. Questo parametro è fondamentale per catturare i colori in modo reale e per donare loro la temperatura corretta per evitare che siano troppo accesi o troppo spenti. Solitamente si usano dei preset che vanno bene per la maggior parte degli scatti, ma a volte ci sono altri preset che possono essere usati in condizioni particolarmente difficili.

Anche in questo caso un software di terze parti per fare le foto con lo smartphone Android sarebbe molto comodo per personalizzare al massimo il bilanciamento dei bianchi. Solitamente per bilanciare i bianchi bisogna inquadrare un oggetto bianco che si trova nella stessa scena che volete fotografare, in modo che lo smartphone regoli tutte le impostazioni in base alla scena che state inquadrando e riesca a catturare i colori alla perfezione.

Mantenere il focus

Processed with VSCOcam

Tutto quello che abbiamo detto fino ad ora, però, non serve a niente se l’immagine non è a fuoco. Assicuratevi che il soggetto sia a fuoco prima di scattare, altrimenti il risultato sarà pessimo. Ormai tutti gli smartphone Android hanno l’autofocus che permette di mettere a fuoco l’oggetto che inquadrate. I top di gamma scattano e mettono a fuoco in un istante, gli altri impiegano più tempo, ma alla fine tutti arrivano a mettere a fuoco l’immagine. E’ fondamentale cercare di restare immobili nel momento dello scatto per evitare che la fotocamera vada fuori fuoco.

I nuovi smartphone, poi, permettono di modificare il fuoco su diverse aree dell’immagine. Galaxy S5 e HTC One M8, ad esempio, permettono di selezionare una porzione di immagine da mettere a fuoco anche dopo lo scatto. Esistono app di terze parti che fanno la stessa cosa, anche gratis sul Play Store.

Regola dei terzi

rule-of-thirds

Prima di concludere lo Step 1, non dimenticate la regola dei terzi, fondamentale per la composizione.

Immaginate di dividere la vostra immagine in 9 quadranti differenti, basati su suddivisioni orizzontali e verticali identiche (solitamente gli smartphone Android permettono di attivare la funzione griglia): secondo questa regola, per scattare la foto perfetta dovete posizionare i vostri soggetti nei punti in cui i quadranti si intersecano o comunque lungo le righe della griglia. Facendo questo, riuscirete a creare una composizione bilanciata. Sfruttando questa regola, fondamentale per la fotografia, potrete creare linee guida invisibili che aiuteranno gli osservatori della foto a comprendere meglio l’immagine e a trasmettere emozioni. Una regola davvero importantissima che va rispettata sempre se volete una composizione bilanciata ed armoniosa.

Nonostante tutto, anche seguendo tutte queste regole, le foto non saranno ancora perfette. Per avere immagini davvero belle e invidiabili è sempre bene agire con un software apposito per il fotoritocco e il foto editing. Ecco dunque i migliori programmi da utilizzare per modificare, personalizzare e abbellire le foto su smartphone Android e tablet Android.

Step 2: scattare la foto e modificarla con software dedicati

Google Camera

Sicuramente il primo software che vi consiglio è la Google Camera, che permette di scattare foto perfette e di modificarle al volo prima di condividerle su Facebook o altri social network. Vi permette di scattare foto in varie modalità, di usare tanti effetti e offre tutte le funzionalità di cui abbiamo parlato fino ad ora. Interessante la modalità “Lens Blur” per avere l’effetto sfuocato sull’immagine (Bokeh), davvero molto carino, ben fatto e semplice da usare. Non dimentichiamo poi la possibilità di scattare foto panoramiche a 360 gradi grazie a Photo Sphere.

google camera

Peccato solo che a questo software manchino i filtri, che possiamo comunque trovare in app come VSCO Cam o Photoshop Express.

Camera FV-5

camera-fv-5

Se volete poter agire su qualsiasi parametro della fotocamera, come su una reflex magari, allora il miglior programma è Camera FV-5, ma sinceramente mi sento di consigliarlo solo ai professionisti. Gli utenti non esperti non saprebbero neanche come usare un programma completo e potente come Camera FV-5, che permette davvero di regolare ogni parametro della fotocamera prima dello scatto. Un programma ottimo, che costa 4$ sul Play Store Android.

VSCO Cam

VSCO Cam Android screenies

Questo programma è perfetto per chi ama applicare filtri, cornici, effetti e altro ancora a fotografie scattate con smarphone e tablet Android. Facile da usare, questo software offre una miriade di opzioni e funzionalità per abbellire le foto e renderle davvero uniche. In pochi click una semplice immagine può diventare bellissima e regalare emozioni indescrivibili: l’unico limite è la vostra fantasia.

Questo software permette di modificare esposizione, temperatura del colore, luminosità e altro ancora per migliorare l’immagine e correggere eventuali imperfezioni. E’ anche possibile ridimensionare la foto, ruotarla, modificare luci e ombre, applicare filtri (anche su specifiche aree dell’immagine). Quando avrete completato i lavori di personalizzazione, poi, potrete condividere il tutto sul web e sui social network in pochi click.

L’app è gratuita, ma molti dei filtri disponibili vanno sbloccati con acquisti in-app. E’ comunque un programma da avere assolutamente su Android.

Snapseed

snapseed

Anche in questo caso abbiamo a che fare con un programma di altissima qualità: offre funzionalità simili al programma precedente, ma meno filtri e risulta più immediato da usare anche per gli utenti meno esperti. E’ comunque un gran bel programma, molto completo e ben strutturato, che permette di modificare, personalizzare e abbellire le foto su Android. E’ gratuito e sicuramente non può mancare sui vostri smartphone o tablet Android.

Per chi non lo sapesse, Snapseed era sviluppato da una software house che ora è diventata di Google.

Photoshop Express

photoshop-express

Quando parliamo di editing di foto, penso che tutti conoscano un software come Photoshop. Photoshop Express permette di usare alcune delle funzioni del famoso software per PC e Mac anche su smartphone e tablet Android, con tantissime funzionalità a disposizione  e tanti effetti pronti per essere applicati. Il programma è gratuito e sicuramente è uno dei migliori software oggi disponibili per modificare, personalizzare e abbellire foto su Android.

Bene, direi che abbiamo veramente concluso ora. Abbiamo visto insieme alcune istruzioni per scattare foto perfette con smartphone e tablet Android e anche i migliori software per il foto editing disponibili sul Play Store. Ovviamente per Android sono disponibili centinaia di programmi simili e alternativi, ma io con questi mi trovo talmente bene che non sento il bisogno di usare altri software.

Ovviamente siete liberi di lasciare un commento all’articolo indicando i programmi e i software che usate su Android per scattare le foto e per modificarle o personalizzarle.

Se questa pagina di YourLifeUpdated.net ti è piaciuta e ti è stata d’aiuto, non perdere tempo, condividila sui social network! Clicca "Mi Piace" sulla pagina ufficiale di YourLifeUpdated su Facebook, seguici su Twitter Google+ per ricevere tante informazioni e consigli utili!