https://i2.wp.com/i.imgur.com/tQ7yu5t.jpg?w=640&ssl=1

Come ogni inizio mese, Google pubblica i dati di distribuzione di Android, che dopo aver visto l’avanza lenta di Lollipop, la quinda versione di Android, ora vede l’ingresso dell’ultima versione Marshmallow e anche se con un misero 0,3% che è di tutti i Nexus 5X, Nexus 6P, Nexus 5 ed alcuni LG G4 aggiornati fa ben sperare per una distribuzione più rapida di Lollipop.

Poi notiamo ancora una crescita di Lollipop che si porta dal 23.5% al 25.6% mentre continua imperterrito KitKat ad essere la vera sorpresa con una perdita pari all’1.1%, mentre le altre versioni perdono un po tutte ma che ora vedono ben 3 versioni tra le pià diffuse, KitKat, Jelly Bean e Lollipop appunto. Tra le versioni minori persiste Froyo con il piccolo 0,2% e Gingerbread che rimane stabile al 3,8%.

Riassumendo

  • Marshmallow 0,3%
  • Lollipop 25,6%
  • KitKat 37,8%
  • Jelly Bean 29%
  • Ice Cream Sandwich 3,3%
  • Gingerbread 3,8%

Dunque dopo queste statistiche notiamo come la metà dei dispositivi abbiano ancora una versione di Android vecchia di almeno 2 anni e dunque la vendita degli smartphone sta andando a rilento nel mondo Android, con la diffusione di dispositivi che montano ormai vecchie versioni mentre le nuove tirano a campare solo con i top di gamma poichè le vecchie versioni o non vengono aggiornate oppure finiscono nel dimenticatoio. E’ bene che Google imponga dei limiti temporali di aggiornamento oltre il quale uno smartphone non può essere commercializzato con una vecchia versione.