https://i2.wp.com/i.imgur.com/xFB7YOH.jpg?w=640&ssl=1

Qualche giorno fa vi abbiamo comunicato che Android 6 Marshmallow sarà disponibile durante le prime settimane di Gennaio 2016 per i dispositivi Samsung top di gamma come Samsung Galaxy S6 ed S6 Edge ed oggi sono trapelate le prime versioni beta in rete e per gli utenti che si sono iscritti al programma di beta in UK e che in queste ore hanno già ricevuto l’aggiornamento sui loro dispositivi e che hanno condiviso tutte le informazioni disponibili e le immagini della nuova veste grafica.

Ecco che notiamo dalle schermate condivise che l’update ad Android 6 Marshmallow per Galaxy S6 e Galaxy S6 Edge ha un peso di circa 1.2GB con tante novità oltre il major update che porta Android da 5.1.1 all 6.0.1 con prestazioni migliorate, nuovi colori alla grafica, nuove icone e molto altro. Le novità che saltano subito all’occhio sono le nuove icone, un design della TouchWiz ancora più flat, nuovo menu a tendina delle notifiche e tutte le novità di Android 6 come Now on Tap e Doze per la gestione della batteria e molto altro ancora.

Download e Guida installazione Android 6 per Galaxy S6 e Galaxy S6 Edge

Siccome il beta testing è disponibile solo per gli utenti Inglesi che hanno aderito al processo di inclusione in questo programma dobbiamo fare alcune operazioni per ricevere l’aggiornamento.

  1. Iniziamo verificando il nostro CSC che sia BTU con questa applicazione e se il CSC non corrisponde dovremo flashare con ODIN l’ultimo Firmware disponibile scaricandolo da qui.
  2. Una volta scaricato ed installato il firmware UK dovete scaricate questa applicazione Galaxy Care.apk.
  3.  Ora installatela e confermate tutto. Cliccate poi su JOIN e successivamente su Participate Galaxy Beta Program.
  4. Poi premete su REGISTRATION e confermate la licenza e dopo pochi minuti riceverete la notifica per scaricate Android Marshmallow.

Se vi imbattete in loop continui del vostro dispositivo forse è necessario fare tutti i wipe da recovery. Il rilascio della versione finale dovrebbe arrivare dopo la metà di gennaio anche nel nostro paese.

Via