Oppo N1: cosa aspettarsi dalla partnership con Cyanogen

Oppo N1: dual-boot con CyanogenMod e altre ipotesi

oppo n1-2

Solo pochi giorni fa vi abbiamo rivelato una grossa novità per quanto riguarda gli sviluppatori del team CyanogenMod, che hanno recentemente deciso di costituire una nuova società che svilupperà software e hardware in autonomia per quanto riguarda il mondo Android. Dopo l’annuncio riguardante la società, hanno subito iniziato a circolare in rete tantissimi rumor riguardanti il futuro del team CyanogenMod: alcuni parlavano di una partnership con HTC, altri di una collaborazione con l’azienda cinese Oppo, che da qualche tempo vende i propri smartphone anche in Europa.

Finalmente, però, arrivano i primi dettagli ufficiali: Oppo sarà la prima azienda partner del team CyanogenMod e il primo smartphone a godere di questa importante collaborazione sarà Oppo N1, interessante smartphone Android che sarà presentato a brevissimo.

Oppo N1, il nuovo smartphone Android dell’azienda Oppo, sarà presentato ufficialmente il 23 settembre. Il device, però, sarà ricordato per sempre per essere il primo dispositivo realizzato, almeno a livello software, dal team CyanogenMod. Si, avete capito bene: Oppo N1 avrà il firmware CyanogenMod installato di default. Questo cosa significa? Che il software di Oppo N1 sarà sempre aggiornato, costantemente, anche con update settimanali, sempre ottimizzato, stabile, veloce e sempre rinnovato. In pratica acquistando Oppo N1 avrete la garanzia di ricevere aggiornamenti firmware con le ultime versioni di Android per tantissimo tempo! 

Visto che però Oppo N1 è ormai prossimo alla commercializzazione, difficilmente l’azienda Oppo riuscirà a installare il firmware CyanogenMod su tutti i dispositivi. Le strade possibili, dunque, sono due:

  • ci sarà un dual boot tra Android Stock installato da Oppo e il firmware CyanogenMod (molto difficile)
  • ci saranno due versioni dello smartphone, alcune con firmware stock di Oppo e altre con firmware CyanogenMod installato di base (molto più probabile). In effetti, non sarebbe la prima volta che Oppo permette una scelta simile (lo abbiamo visto con recenti device che possono essere acquistati con e senza personalizzazione del produttore).

Al momento, comunque, ci sono ancora parecchie questioni da risolvere e dettagli da scoprire su questa collaborazione. Come sapete, infatti, i firmware CyanogenMod non hanno installato di default le app di Google e sono presenti di default i diritti di root. Come risolverà Oppo tutto questo? E che processore sarà montato su Oppo N1? Avremo lo SnapDragon 600 o lo SnapDragon 800? Sono tutte informazioni che scopriremo nella giornata di lunedi, quando Oppo N1 sarà presentato ufficialmente!

[youtuber youtube=’http://www.youtube.com/watch?v=lV1c8nzDp5s’]

Se questa pagina di YourLifeUpdated.net ti è piaciuta e ti è stata d’aiuto, non perdere tempo, condividila sui social network! Clicca "Mi Piace" sulla pagina ufficiale di YourLifeUpdated su Facebook, seguici su Twitter Google+ per ricevere tante informazioni e consigli utili!