Vuoi le emoji di iPhone su Android? Ecco i modi possibili. Come avere le emoticons di iPhone anche su Android

Inutile negarlo: negli ultimi mesi sia su Android che su iOS sono arrivate tantissime nuove emoji. 

Cosa sono le emoji? Semplice: note anche come emoticons, sono quelle simpatiche faccine che vengono utilizzate nei massaggi di WhatsApp e negli aggiornamenti di stato sui principali social network (Instagram, Snapchat e simili) per rendere i messaggi più belli e piacevoli da vedere.

Come ti dicevo in apertura di articolo, recentemente sono arrivate tantissime nuove emoji per abbellire i messaggi su WhatsApp, peccato solo che, come avrai notato, non sempre si possono usare le stesse emoji sia su Android che su iOS. Anzi, solitamente su iOS ci sono sempre emoji più nuove e recenti rispetto ad Android. E a guardare bene il mondo Android vediamo che non tutti gli smartphone e i tablet di Google possono utilizzare le ultime emoji. 

Inutile negarlo: le emoji su Android sono sempre più vecchie e meno aggiornate rispetto ad iOS. Anzi, le emoji su Android in alcune applicazioni di sistema (WhatsApp a parte) sono completamente diverse da quelle di iOS, che sono invece molto più. Prendiamo ad esempio Instagram: su quell’app le emoji di Android sono anni luce più vecchie rispetto a quelle di iOS. Stesso discorso vale anche per il browser internet, per l’app di messaggi e così via.

Ma non c’è un modo per avere le emoji di iOS e iPhone su smartphone e tablet Android?

Capisco bene la domanda, che mi viene fatta spesso da amici, parenti, conoscenti e lettori del blog. Così ho deciso di rispondere a tutti tramite questo articolo.

Prima di tutto devo fare una premessa: le emoji standard sono definite dall’Unicode Consortium, che si occupa appunto di creare le emoji, di aggiungerne di nuove e di definire il linguaggio universale e standard per utilizzarle.

Sta poi ai vari produttori di smartphone e tablet (Apple, Google, Microsoft…) recepire le direttive per le emoji e adattarle ai propri “gusti” e ai propri sistemi operativi.

E proprio qui sta l’intoppo: Apple è quella che per prima aggiorna tutte le emoji sui propri smartphone e tablet, poi arriva Google che aggiorna la versione stock di Android e infine arriva Microsoft che aggiorna il suo Windows.

In mezzo ci sono i vari rivenditori di dispositivi Android come Samsung, HTC, LG, Motorola e tutti gli altri che devono prima aspettare che Google aggiorni la versione stock di Android con le nuove emoji e successivamente rilasciare un aggiornamento “personalizzato” di Android per i propri dispositivi. Da questo punto di vista Samsung è tra le più veloci insieme a Motorola.

In questo modo spero di aver fatto un pò di chiarezza e di averti fatto capire come mai su iOS abbiamo emoji diverse rispetto ad Android.

L’unica eccezione, e sinceramente non ho ancora capito il motivo, è WhatsApp, che sia su Android che su iOS riesce ad offrire le stesse identiche emoji. Tutte le altre app, invece, hanno emoji diverse su Android e su iPhone, con la versione iOS che è molto più aggiornata come abbiamo visto.

Ora che abbiamo visto che le varie aziende aggiornano in momenti differenti i propri sistemi operativi, vediamo come risolvere il problema delle emoji diverse da Android ad iPhone. 

Ti dico fin da ora che il problema non può essere risolto al 100%, ma ci possiamo andare vicino.

1. Conosci le tue emoji

How to use iOS emojis on Android

Come anticipato, le emoji standard sono uguali per tutti, ma Apple e Google sono libere di re-interpretare a piacimento le emoji originali in base ai propri gusti, usando quindi faccine personalizzate.

Puoi comunque guardare le Unicode FAQ per farti un’idea di come sono le emoji standard per capire quanto le tue differiscano da quelle originali.

Ora che hai visto come vengono interpretate le emoji standard dai vari produttori, procediamo con la guida.

2. Confronta le differenze

How to use iOS emojis on Android

Su Android, scarica e installa il programma Emojily: non potrai avere le stesse emoji di iPhone su Android, ma ti permette di vedere come determinate emoji che appartengono ad Android appaiono su iPhone. Ti permette in pratica di avere una preview per analizzare le differenze tra le emoji di Android e quelle di iPhone o iOS.

Non cambia il design e l’estetica delle emoji del tuo Android, ma ti permette di fare un confronto tra i due sistemi operativi.

3. Aiuto, non vedo le emoji!

Può capitare che qualche tuo amico con iPhone ti mandi delle emoji su WhatsApp e tu non le veda. Al posto delle emoji potresti vedere un punto interrogativo o un quadrato vuoto/pieno. Non andare in panico: come ti anticipavo, Apple aggiorna più spesso le emoji e quindi può essere normale che il tuo amico abbia delle emoji che il tuo sistema operativo non vede.

Prima di agitarti, prova prima di tutto ad aggiornare WhatsApp, magari usando la versione Beta (che è sempre molto aggiornata): come anticipato, su WhatsApp in generale iPhone e Android hanno le stesse emoji e magari il tuo amico con iPhone usa una versione più recente dell’app.

Se il problema non si risolve, devi aspettare un aggiornamento del tuo sistema operativo Android: se monti una release precedente ad Android 6.0.1, infatti, devi aspettare che il produttore del tuo smartphone rilasci un aggiornamento di sistema che supporti le nuove emoji. Non c’è molto altro da fare. E’ proprio Android 6.0.1 che supporta la maggior parte delle nuove e più recenti emoji, quindi se monti una versione di Android più vecchia è normale che tu non veda queste faccine.

4. Non perdere tempo con altre tastiere

How to use iOS emojis on AndroidCi ho già provato, ma non è servito a niente. Non stare a scaricare altre tastiere alternative per Android, nemmeno se nella descrizione sul Play Store di promettono di offrirti tante emoji come quelle di iOS.

Le emoji su Android NON dipendono dalla tastiera ma dal sistema operativo, quindi nemmeno cambiando la tastiera su emoji potrai avere le emoji di iPhone ed iOS.

Molte app sul Play Store promettono di offrirti le emoji di iPhone gratuitamente, ma NON funzionano. Lascia perdere, è solo tempo perso.

5. Soluzione estrema: il root! (Il metodo 6 è più comodo)

Non sono stato sincero al 100% con te: le emoji su Android dipendono dal sistema operativo, ma se fai il root puoi installare un file che ti permette di avere le emoji di iPhone, proprio quelle. 

Se sei abbastanza coraggioso e fai il root al tuo dispositivo Android (invalidando la garanzia), puoi installare un file che ti permette di sostituire le emoji di Android con quelle di iPhone.

Per fare il root su Android, come sicuramente sai, la procedura cambia da smartphone a smartphone, non c’è una guida assoluta e generale. Puoi comunque appoggiarti al programma KingoRoot, un’ottima soluzione universale che nel 99% dei casi permette di ottenere il root in automatico su smartphone e tablet Android. 

Ora che hai fatto il root su Android, ecco il procedimento da seguire per installare le emoji di iPhone.

  1. Scarica dal Play Store il programma File Manager HD –> Download. E’ gratis
  2. Scarica dal Play Store l’applicazione iFont –> Download
  3. Scarica ed installa le emoji di iOS 10.2 –> QUI
  4. Mediante il programma File Manager, sposta il file contenente le emoji (scaricato al passo 3) nella cartella di sistema iFont
  5. Apri l’applicazione iFont e spostati in “My section
  6. Scegli il font di Apple Emoji 10.2 ed installalo
  7. Scarica la tastiera alternativa GBoard, quella di Google –> Download

Fatto questo, quando proverai ad inserire le emoji sul tuo smartphone o tablet Android, compariranno come per magia quelle di iPhone, in particolare tutte quelle presenti in iOS 10.2.

Prima ti ho detto che non ha senso cambiare tastiera su Android per avere le emoji di iPhone: confermo la cosa, solo in questo caso il cambio di tastiera di permette di avere le emoji di iOS, altrimenti negli altri casi non funziona!

Ecco un video che ti spiega meglio come fare:

6. Installa Emoji Switcher – Alternativa Punto 5

Se hai fatto il root e non vuoi seguire la procedura indicata al punto 5, dopo aver fatto il root puoi scaricare e installare Emoji Switcher dal Play Store.

In pratica questo programma, grazie al root, si occupa di sostituire tutte le emoji di default di Android con quelle di iOS. Come per magia ti ritroverai con le emoji nuove in modo completamente automatico. 

Usare l’app è facilissimo: la avvii, ti chiede di concedere i permessi di root, glieli concedi e al resto pensa il programma. Devi solo dire all’app di sostituire le emoji di Android con quelle di iOS in un click! Niente di più semplice.

E se cambi idea puoi sempre tornare indietro facendo la stessa procedura, ma scegliendo le emoji di Android.

7. Installa WhatsApp ovunque

Come ti dicevo in precedenza, WhatsApp è l’unico programma che offre le stesse emoji sia su Android che si iOS. Non so come faccia, ma lo fa, su qualsiasi dispositivo con qualunque OS.

Devi semplicemente scaricare e installare WhatsApp (tanto so che lo usi già..), andare nelle emoji ed eventualmente copiare quelle che ti interessano per poi copiarle in altre app di sistema che invece mostrano ancora le emoji vecchie.

Niente di più semplice: copi e incolli. Un metodo semplice e veloce per avere le nuovissime emoji su Android. 

8. Goditi le nuove emoji

Abbiamo concluso. Questi erano tutti i metodi a tua disposizione per avere su Android le emoji di iPhone ed iOS. Ad oggi non ci sono altri metodi funzionanti.

Puoi scegliere tu se fare il root o se non farlo, ma al momento non ci sono altre soluzioni per cambiare le emoji di Android con quelle di iPhone. 

In caso di novità aggiornerò la guida. La speranza, comunque, è che Google aggiorni Android più velocemente introducendo il prima possibile tutte le nuove emoji che Apple introduce sempre su iOS. 

Prima di abbandonare l’articolo, leggi la nostra guida completa al significato delle emoji: 

Ah, leggi anche questa, sono convinto che ti possa interessare:

Non perdere nessuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here