https://i1.wp.com/lh3.googleusercontent.com/-wm7icxe0jYY/VS7P3G4FBmI/AAAAAAADBCU/aXQjqArsU8k/w1024-h512-no/FindMyPhone_1024x512%2B%281%29.gif?resize=640%2C320&ssl=1

Tutti i produttori di smartphone e gli sviluppatori di sistemi operativi mobile stanno studiando versioni sempre più efficaci per impedire il furto degli smartphone. Dispositivi Apple ed Android integrano sistemi antifurto che non permettono il ripristino dello smartphone se non si possiede l’account con cui è stato attivato lo smartphone ma al momento Android è leggermente dietro ad Apple ma sta cercando di recuperare il terreno perso.

Android Device Manager si arricchisce di una nuova funzione e che permette semplicemente digitando nel box di ricerca di Google “Find My Phone” la possibilità di localizzare il nostro smartphone molto velocemente. Al momento la funzione è disponibile su Google.com ma a breve sbarcherà anche su tutti gli altri motori localizzati nelle varie nazioni del mondo.

La funzione può essere molto comoda per ritrovare lo smartphone se è in casa o vicino a voi poichè potrete farlo squillare ma anche bloccarlo o ripristinarlo direttamente accedendo a Device Manager. Dunque una nuova, purchè piccola, funzione di Google che migliora ulteriormente quanto fatto di buono con Android Device Manager ma credo che Google dovrebbe allearsi con i produttori in modo da sviluppare una soluzione che non sia aggirabile semplicemente flashando una ROM ma almeno come fa Apple con il suo Find My Phone.