Google ha in cantiere una modalità di sblocco basata sulla Geolocalizzazione

Google è sempre in continua evoluzione, sviluppa servizi come patatine, è sempre alla ricerca di migliorare ed ottimizzare ciò che già possiede ma evolvendo anche le normali funzioni ottimizzandole il più possibile. Ecco che secondo fonti vicine a Google, la casa di Mountain View sarebbe sviluppando la classica modalità di sblocco ma questa volta sarebbe geolocalizzata.

Spieghiamo meglio.

La funzione di sblocco schermo sarebbe al centro di numerosi problemi di sicurezza poichè molte volte presenta bug che permette di aggirarla facilmente anche se è presente un PIN o un Pattern da digitare per avere accesso al devices. Ecco che Google oltre ad andare a lavorare sulla sicurezza della modalità di sblocco vorrebbe renderla anche geolocalizzata in modo da ottenere lo sblocco facilitato per esempio con un semplice slide sul display se ci troviamo in un luogo sicuro, come a casa, in ufficio o a casa di amici oppure impostare una sequenza di sblocco complessa, con PIN e Pattern se ci troviamo in un luogo sconosciuto oppure siamo semplicemente in giro.

Il tutto emergerebbe con sicurezza in quanto Google ha brevettato la funzione e quindi è sicuro che la vedremo nelle prossime release di Android, magari già in Key Lime Pie a Novembre.

Il brevetto risale a circa 1 anno fa, settembre 2012, quindi una funzione brevettata ma mai sviluppata che però ora potrebbe ritornare alla ribalta.

Brevetto LockScreen Geolocalizzata

Via