Google I/O 2017: Alcune novità che forse non avete letto altrove

Durante la conferenza annuale di Google, all’I/O 2017, BigG ha presentato tante novità. Ecco le più hot

Il Google I/O 2017 che si è tenuto ieri ha visto BigG scatenata ed ancora una volta ha mostrato i muscoli espandendo il suo ecosistema. Infatti non solo Android ma abbiamo visto tanti progressi e nuove idee ad iniziare da un nuovo controllo sulle applicazioni Android per evitare Malware, Google Foto con sempre più funzioni, un nuovo VR molto potente e molto altro.

Cos’è VITALS?

Vitals è il nuovo cuore di Android che debutterà con Android O. Vitals in pratica si occuperà di gestire a tutto tondo Android dalla sicurezza, alle varie ottimizzazioni per velocizzare il sistema ed infine offrire strumenti per gli sviluppatori.

Google Play Protect si occuperò di scansionare le app installate, oltre 50 miliardi al giorno, e trovare app malevole. Vitals ottimizzerà i tempi di avvio, i processi in background e gestione della memoria. Tutti questi tool saranno disponibili agli sviluppatori.

Google Foto: Intelligenza artificiale e stampa foto a casa

Google Foto è l’altro applicativo che sta subendo molte migliorie. Infatti durante il Google I/O è stato annunciato il servizio web Photo Books, un sistema di stampa foto a casa dal costo di partenza di 10 dollari per un libro da 20 pagine, al momento disponibile solo negli Stati Uniti.

Poi un sistema di Intelligenza Artificiale, che permetterà di raggruppare tutte le foto in base agli eventi con la seleziona di solo quelle venute meglio il tutto in automatico.

Android O: Avvio del programma Beta

Google ha annunciato l’avvio del programma Beta di Android O che è già disponibile per i Google Pixel dove potrete provare in anteprima le funzionalità dell’ultima versione di Android.

Aderendo al programma Beta di Android O, CLICCANDO QUI, potrete già da subito scaricare la Dev Preview 2 via OTA con tutte le novità di Android O da provare.

Android Device Manager tutto nuovo: Ora si chiama Find My Device

Nuova versione del programma per trovare i dispositivi Android che cambia nome, ora si chiama Find My Device, ora ha una nuova grafica ma con le funzionalità che restano intatte.

Google Lens

Google presenta anche Lens, un’applicazione che permette di riconoscere qualsiasi oggetto usando la fotocamera dello smartphone. Si integra con Assistente Google e semplicemente potremo trovare recensioni di ristoranti, dettagli su un prodotto, tradurre cartelli stradali, riconoscere fiori, leggere codici QR e molto molto altro. Google Lens sarà disponibile nelle prossime settimane.

Visore standalone

Google punta anche su Daydream, la piattaforma di realtà virtuale dove Google punta molto e durante il Google I/O ha presentato il suo primo visore standalone che funziona anche senza smartphone e che integra il processore Snapdragon 835.

Android Go

Arriva anche la versione leggera di Android con requisiti di solo 512MB di RAM, display HD e memoria interna da meno di 4GB. Previsto il primo dispositivo con Android Go solo l’anno prossimo. Un ecosistema come applicazioni create ad hoc per essere super leggere e veloci senza richiedere tanta potente.