Con i tablet Windows 8.1 che costano 300€, ha ancora senso comprare un tablet Android?

Chi di voi mi segue da parecchio tempo sa bene che adoro Android e tutti i prodotti che montano questo sistema operativo. Oggi, però, voglio condividere con voi una riflessione sulle funzionalità e sui prezzi dei tablet Android paragonandoli a quelli con Windows 8.1. 

Samsung Galaxy TabPRO 8.4 UK

Android è un sistema operativo che ha subito una grandissima rivoluzione negli ultimi anni: è nato come sistema operativo povero, con funzionalità base, ma con potenzialità incredibili che proprio in questi ultimi anni sono uscite e hanno contribuito a cambiare completamente il mondo degli smartphone. Siamo partiti qualche anno fa con il primo Samsung Galaxy, uno smartphone lento, con un’interfaccia davvero brutta, complessa e scomoda da usare, per arrivare al Galaxy Note 3, un phablet che offre funzioni incredibili, che segue il nostro sguardo, che reagisce anche quando non tocchiamo il display e che offre funzionalità fino a qualche anno fa nemmeno immaginabili.

Dal punto di vista degli smartphone, dunque, possiamo affermare senza ombra di dubbio che Android sia cambiato tantissimo in questi anni e che oggi sia praticamente diventato perfetto. Lo stesso, però, non si può dire per quanto riguarda i tablet Android.

I primi tablet Android sono arrivati qualche anno fa con Android 3.0, che ha avuto una vita davvero molto breve e che è stato prontamente sostituito da Android 4.0, che ha unificato l’interfaccia Android per smartphone e tablet. Dal rilascio di Android 4.0, però, le novità di questo sistema operativo per i tablet sono state quasi nulle. Tranne Samsung, che in un qualche modo ha provato a differenziarsi dalla concorrenza con la S-Pen per tablet e con il multiwindow, infatti, Android per tablet è rimasto troppo povero di funzionalità e sicuramente non ottimizzato per l’utilizzo su display grandi, dagli 8 ai 10 pollici. 

A mio avviso il sistema operativo Android avrebbe grandissime potenzialità sul tablet, a partire da un multitasking avanzato: su un display da 10 pollici (ma anche da 8) sarebbe fantastico poter usare due o tre app contemporaneamente, magari dividendo lo schermo in piccole finestre, ma ad oggi nessun produttore di tablet Android ha ancora introdotto una funzione simile. Solo Samsung ci ha provato, ma il suo multiwindow è ancora troppo limitato e poco funzionale. Dal punto di vista dell’interfaccia e delle funzioni per tablet, Android è a mio avviso ancora troppo indietro e Google dovrebbe fare qualcosa per cambiare lo stato delle cose, soprattutto adesso che sono arrivati sul mercato i tablet Windows 8.1 venduti anche a meno di 300€.

Basti pensare all’Acer Iconia W4, all’Asus VivoTab Note 8, al Dell Venue 8: tutti tablet con Windows 8.1 completo e licenza completa di Microsoft Office Online, venduti attorno ai 300€, dotati di un ottimo hardware e che sono in grado di offrire un’esperienza PC completa in mobilità. Con 300€, infatti, vi portate a casa un computer completo con Windows e Office e, ovviamente, la possibilità di scaricare e utilizzare qualsiasi applicazione e programma per PC, come ad esempio Photoshop o software simili per grafica, editing video e utilizzo business.

Dunque, con i tablet Windows 8.1 che offrono hardware potente, OS completo e aggiornato e prezzo molto competitivo, che senso ha comprare un tablet Android che viene venduto a 300 o 500€?

Giusto per fare un esempio, il nuovo Samsung Galaxy TabPRO 8.4 si affaccia nei primi canali di vendita proprio in questi giorni, dopo la presentazione avvenuta al CES 2014. Nel Regno Unito è già possibile acquistare uno degli ultimi tablet del produttore ad un prezzo in linea con le precedente aspettative ovvero 349£ che al cambio nostro corrispondono a circa 420€.

Che senso ha spendere 420€ per un tablet Android, quando con 300€ o 350€ mi posso portare a casa un tablet con Windows 8.1, display da 10 pollici e magari anche la tastiera? E’ vero, per Android ci sono tante applicazioni e giochi che per ora mancano su Windows 8.1, ma, facendo un confronto tra pro e contro, appare subito evidente come sia molto più conveniente acquistare il dispositivo con Windows 8.1, anche perchè i giochi pian piano stanno arrivando anche sullo store di Microsoft (Asphalt 8, FIFA 13, GTA San Andreas e altri in arrivo), mentre il problema dei programmi si risolve in fretta grazie alla presenza di browser internet completi come Chrome, Opera, Firefox e Internet Explorer, che consentono di aprire qualsiasi sito senza alcun problema.

Come se non bastasse, poi, abbiamo visto che sui tablet Windows 8.1 è possibile scaricare, installare e usare qualsiasi applicazione per Android grazie a software come BlueStacks, che permettono di avviare tutte le applicazioni per Android direttamente su un PC Windows in emulazione. E il tutto funziona davvero molto bene!

In pratica, con un tablet Windows 8.1, non solo risparmiate un sacco di soldi rispetto a un tablet Android, ma con programmi gratuiti come BlueStacks potete emulare tranquillamente e facilmente Android per avere un tablet “due in uno”. Fantastico!

A fronte di tutto questo, dunque, ha ancora senso comprare un tablet Android? A mio avviso no. 

Tanto vale, allora, comprarsi un tablet Windows 8.1 per emulare Android se proprio volete i giochi o alcune app Android che ancora non sono disponibili per Windows 8.1. Microsoft sta investendo tantissimo su questo nuovo sistema operativo, che adesso si adatta tranquillamente all’interfaccia touch e a display non particolarmente grossi. Presto arriveranno tante nuove applicazioni e programmi, gli sviluppatori sono al lavoro per portare tanti nuovi giochi e nel giro di pochi mesi Windows 8.1 aumenterà esponenzialmente la sua diffusione: se Google non si inventerà qualcosa, rimarrà escluso dal settore tablet, dove Apple e Microsoft stanno lanciando una serie di novità e funzionalità che lentamente conquisteranno gli utenti. Tralasciando i tablet di fascia bassa, quelli che vengono acquistati dagli utenti inesperti che si fanno fregare da offerte che solo in apparenza sembrano convenienti, i tablet Android ormai sono decisamente superati e Google deve necessariamente inventarsi qualcosa per contrastare Microsoft ed Apple. 

Il prossimo Google I/O è fissato per la fine di giugno 2014: sarà la volta buona per vedere qualche novità dal punto di vista tablet per Android? Staremo a vedere. Io, nel frattempo, ho abbandonato il mio Galaxy Note 8 per passare a un tablet Windows 8.1 da 10 pollici e sono super soddisfatto della scelta: posso ancora usare i giochi e le app Android in emulazione, ma in compenso ho un multitasking devastante e un vero e proprio PC leggerissimo e potente da portare sempre con me. Una bella comodità!

Voi cosa ne pensate?

Se questa pagina di YourLifeUpdated.net ti è piaciuta e ti è stata d’aiuto, non perdere tempo, condividila sui social network! Clicca "Mi Piace" sulla pagina ufficiale di YourLifeUpdated su Facebook, seguici su Twitter Google+ per ricevere tante informazioni e consigli utili!

  • Batigol86

    Ottima guida! Giusto per curiosità che tablet hai?
    Perchè sono interessato a prendermi un Asus Transformer BOOK T100TA-DK005H a 400 Euro.

    Secondo te è una buona scelta?

    • Considera che si trova a 350€ quel tablet..comunque è lo stesso che volevo prendere io..è come un netbook ma molto più potente e diventa anche tablet..sicuramente una scelta di cui non ti pentirai

  • Luigi Nasi

    Quali sono i modelli di tablet Windows con porta HDMI?

    • Che io sappia al momento c’è HP Omni 10, Acer W4 e Lenovo ThinkPad 8..poi qualcuno mi sarà sfuggito sicuro

  • mybigelephant

    La filosofia che anima window 8 è, nonostante Metro e le app, la stessa del sistema che da 20 anni fa funzionare la maggioranza dei pc/notebook.

    Pensare di trasferirla con adattamenti superficiali (Metro UI, alcune app, e niente di più) a device, quali i tablets, animati da una filosofia completamente diversa (il 90% delle gesture, dei menu e dei programmi tradizionali di windows sono praticamente inutilizzabili con il touch) è altrettanto superficiale.

    Per questo Android e Ios vincono a mani basse rispetto a Windows 8 per quanto riguarda i tablet.

    Concordo con il fatto che android (a parte Samsung) non ha sviluppato abbastanza il loro utilizzo