HTC Italia chiude i battenti, ma rimane il supporto agli smartphone. Assistenza smartphone HTC dopo la chiusura di HTC Italia: come funziona? Chiusura HTC Italia

HTC Italia chiude ufficialmente i battenti ma resta il supporto ai device

Android 6.0 Marshmallow HTC

HTC Italia chiude i battenti: ecco cosa cambia per i clienti

Purtroppo è tutto vero: dopo le anticipazioni emerse negli scorsi giorni e i vari rumor trapelati sul web, HTC è in crisi e per contenere i costi ha deciso di chiudere la divisione italiana. 

HTC Italia, dunque, chiude definitivamente i battenti, almeno per il momento. Magari in futuro riaprirà, ma per ora HTC Italia ha chiuso. Resta comunque confermata l’assistenza a tutti i clienti che acquistano smartphone HTC in Italia. 

Ma cerchiamo di fare chiarezza sulla chiusura di HTC Italia. 

HTC conferma la chiusura dei suoi uffici italiani

Prima di tutto è importante chiarire che HTC Italia ha chiuso, ma gli smartphone HTC restano in vendita in Italia e potranno essere riparati in caso di problemi. Resta infatti confermata l’assistenza a tutti i clienti di HTC nel nostro Paese.

In pratica, dunque, il gruppo taiwanese ha scelto di chiudere la divisione italiana, ma ciò non influirà sulla distribuzione dei device. La chiusura di una divisione, infatti, non implica in alcun modo l’abbandono delle attività: semplicemente le funzioni locali vengono accentrate su una divisione sovranazionale, con riduzione dei costi e revisione delle strategie nei rapporti con stampa, retail e utenza.

Ecco il comunicato ufficiale di HTC sull’accaduto:

“Confermiamo che HTC ha chiuso il suo ufficio italiano, tuttavia continueremo a portare avanti i nostri affari attraverso la rete di distributori locali già nostri partner. Come parte di uno strategico programma di riallineamento del business, che prevede l’adozione di un modello operativo più lineare ed agile, questa nuova configurazione ci permetterà una significativa e produttiva crescita attraverso le nostre tre aree di maggior interesse: smartphone, device connessi e realtà virtuale.

La chiusura è quasi certamente legata ad un andamento non certo positivo dei risultati finanziari registrati dal gruppo nell’ultimo periodo: analizzando i dati relativi al marzo 2016, infatti, emerge un calo dei profitti pari all’1,34% rispetto a febbraio e addirittura del 79,3% in confronto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Nonostante le rassicurazioni dell’azienda, comunque, la preoccupazione tra gli utenti resta, anche in previsione del supporto che verrà fornito con aggiornamenti vari. Stando alle parole ufficiali non si verificheranno cambiamenti per l’utente finale, ma sicuramente questo clima di incertezza e di instabilità non può far bene all’azienda stessa.

Al momento non è chiaro quale destino attenda il personale fino ad oggi impiegato da HTC Italia. Il nostro paese perde così un altro big del settore tecnologico, come avvenuto nei mesi scorsi con Yahoo. Speriamo solo che le vendite dei terminali possano riprendere, consentendo al produttore di smartphone di uscire senza troppe perdite da questo periodo di crisi profonda.

Se questa pagina di YourLifeUpdated.net ti è piaciuta e ti è stata d’aiuto, non perdere tempo, condividila sui social network! Clicca "Mi Piace" sulla pagina ufficiale di YourLifeUpdated su Facebook, seguici su Twitter Google+ per ricevere tante informazioni e consigli utili!