https://i1.wp.com/cdn04.androidauthority.net/wp-content/uploads/2012/04/how-to-make-local-backups-of-phone-data-headernew-04092012.jpg?w=640

Quanti di voi avranno venduto uno smartphone e prima di venderlo hanno fatto i classici wipe per cancellare le proprie tracce e rendere irrecuperabili i dati memorizzati sul telefono? Beh io l’ho fatto spesso ed ero ignaro che secondo alcuni ricercatori dell’Università di Cambridge, è possibile recuperare i dati su una vasta gamma di dispositivi Android anche se questi avevano subito il processo di ripristino dei dati di fabbrica.

Infatti recuperando i dati è stato possibile ottenere immagini, testi dei messaggi, contatti e altri file del precedente possessore del telefono ma non solo poichè è stato possibile recuperare anche alcuni file di applicazioni di terze parti come Facebook, con tracce di foto, video e messaggi di testo.

Sono stati testati solo 21 dispositivi, e l’80% di questi ha permesso il ripristino dei file in modo quasi completo. Come sistema operativo i dispositivi provati hanno versione dalla 2.3.x Gingerbread alla 4.3 Jelly Bean ed in aluni casi dopo il reset di fabbrica è stato possibile recuperare molti dati.

Gia la scorsa estate, AVAST aveva eseguito un numero di reset dei dati di fabbrica sui diversi dispositivi con il risultato che ha recuperato migliaia di foto, ricerche su Google e centinaia di contatti e-mail ed ora con lo studio dell’Università di Cambridge ora si ha la conferma ufficiale.

Dunque se volete essere più sicuri della totale rimozione dei vostri file, dovete eliminare gli account, quindi sovrascrivere tutto lo spazio disponibile sulla memoria del telefono con file casuali e poi fare un ripristino completo da fabbrica.

Via