Quanti gigabyte di memoria liberi ci sono su Galaxy S7 da 32 GB? Samsung Galaxy S7 e S7 Edge: 21GB disponibili per l’utente nella versione da 32GB

Android e TouchWiz occunano 8GB di spazio su Samsung Galaxy S7

Galaxy S7: TouchWiz e bloatware occupano 8GB di storage al primo avvio

Tra pochissimi giorni il Galaxy S7 arriverà sul mercato italiano insieme a suo “fratello”, il Galaxy S7 Edge. Ma arriva una brutta notizia per gli utenti intenzionati ad acquistare questi dispositivi: sui nuovissimi smartphone di Samsung, 8GB dei 32 (o 64) di storage integrato saranno già occupati dal primo avvio da Android 6.0 Marshmallow, dalla TouchWiz con tutte le sue funzionalità, e dal bloatware

Come sappiamo, con questi smartphone top di gamma, Samsung ha deciso di non staccare eccessivamente rispetto al passato, ma ha preferito prendere la base del Galaxy S6 e di migliorarla sotto ogni punto di vista, andando ad eliminare quegli aspetti che avevano fatto storcere il naso agli utenti. Ad esempio, su S7 troviamo lo slot per la MicroSD, l’impermeabilità, una batteria più capiente, un’interfaccia utente più fluida e leggera, una fotocamera meno sporgente e tanti altri plus che sono sicuramente piaciuti ai fan di Samsung.

Il tutto, ovviamente, mantenendo i punti di forza di S6, come gli ottimi materiali e la grande maneggevolezza per uno smartphone top di gamma, dotato comunque di un ampio display, ma che può comodamente essere usato anche con una sola mano.

In realtà, però, non tutti gli aspetti “problematici” del Galaxy S6 sono stati corretti e migliorati con S7. Come ben sappiamo, infatti, gli smartphone Samsung da sempre montano un’interfaccia personalizzata, la TouchWiz, che risulta abbastanza pesante e invadente e che non è particolarmente amata dagli utenti.

Quando ha presentato Galaxy S7 Samsung ha promesso uno smartphone più leggero e veloce del predecessore, soprattutto a livello software. L’azienda ha promesso di aver alleggerito la sua interfaccia, rendendola meno pesante da gestire e meno invadente per gli utenti. Ma è stato davvero così? A quando pare la risposta è purtroppo negativa. E’ vero, la TouchWiz su Galaxy S7 è un pò più leggera e reattiva, qualche software è stato rimosso, ma in generale l’interfaccia utente è ancora piuttosto pesante, soprattutto a livello di spazio occupato nella memoria interna.

Se ben ricordate, quando è stato lanciato Galaxy S6 gli utenti si erano lamentati perchè, dei 32 GB di memoria interna, solo 23.5 GB erano disponibili per gli utenti. Con Galaxy S7, però, le cose sono addirittura peggiorate: su 32 GB di memoria interna, solo 21 GB sono disponibili per l’utente. 

L’interfaccia TouchWiz e il sistema operativo Android 6.0.1 occupano ben 8 GB sulla memoria interna, che vengono chiaramente sottratti allo spazio disponibile per l’utente. A questi, poi, dobbiamo aggiungere il fatto che, dei 32 GB, quelli effettivamente disponibili per l’archiviazione sono solo 29. Ed ecco che si arriva a soli 21 GB disponibili per l’utente nella memoria interna di Galaxy S7. Meno male che quest’anno abbiamo la MicroSD per espandere la memoria di archiviazione e per arrivare fino a 200GB!

Insomma, anche questa volta, con il Galaxy S7, gli sforzi di Samsung non sono bastati per alleggerire a dovere l’interfaccia TouchWiz, almeno per quanto riguarda lo spazio occupato dal sistema operativo nella memoria interna dello smartphone.

Per fortuna questa volta Samsung ha scelto di sfruttare lo slot per l’espansione di memoria tramite microSD.

Segnalo che la stessa situazione si avrà anche su Galaxy S7 Edge, che è il fratello di questo Galaxy S7 e quindi avrà indicativamente lo stesso spazio libero nella memoria interna. Se si acquista la variante base da 32GB, pertanto, circa un quarto dello storage complessivo sarà occupato dal sistema operativo e dalla personalizzazione proprietaria, con tutte le sue funzionalità aggiuntive e le applicazioni preinstallate.

Segnalo infine che nuovi smartphone di Samsung non usano la tecnologia Adoptable Storage di Android 6.0 Marshmallow, che invece permette di riconoscere la scheda di memoria esterna installata sullo smartphone come se facesse parte di quella integrata.

Se questa pagina di YourLifeUpdated.net ti è piaciuta e ti è stata d’aiuto, non perdere tempo, condividila sui social network! Clicca "Mi Piace" sulla pagina ufficiale di YourLifeUpdated su Facebook, seguici su Twitter Google+ per ricevere tante informazioni e consigli utili!