Le 8 caratteristiche di Android 5.0 Lollipop che mancano ad iOS 8

https://i1.wp.com/cdn3.pcadvisor.co.uk/cmsdata/reviews/3529366/Android_L_V_iOS_8_800.jpg?resize=640%2C360

Che che se ne dica almeno per tutto il 2015, Android 5.0 Lollipop ed iOS 8 saranno i due sistemi operativi mobile che più attireranno l’attenzione degli utenti. Infatti con una quota che si avvicina quasi al 90%, Android ed iOS si dividono il mercato dei sistemi operativi mobili e in questo fine 2014 aggiorneranno entrambi le loro versioni il primo alla 5.0 Lollipop ed il secondo ha già effettuato l’update alla versione 8.

In questo articolo andremo a vedere le 8 funzioni che sono presenti su Android 5.0 Lollipop e che sono assenti su iOS 8 e che secondo noi Apple dovrebbe introdurre perchè faciliterebbero non di poco l’utilizzo dello smartphone sotto molti punti di vista. Ovviamente le funzioni selezionate non sono solo le 8 funzioni che mancano ma solo una selezione di quelle più interessanti ed abbiamo fatto il confronto di Android vs iOS e non viceversa.

Le 8 funzioni di Android Lollipop che mancano ad iOS 8

1. Modalità Ospite

Guest mode for comfortable device sharing

Sicuramente non è una funziona molto utilizzata sugli smartphone ma in ambiente tablet la modalità ospite è molto utile visto che permette di far accedere i nostri amici senza però che possano mettere mano e occhi alle nostre applicazioni. Sui prodotti Apple non è disponibile la modalità multi utenti, invece già da KitKat su Android è possibile usare 2 o più utenti con le loro applicazioni ed impostazioni sullo stesso dispositivo.

Apple ha un sistema di condivisione “di famiglia” che permette di condividere con 6 persone le proprie foto, musica, libri o altro ma non è possibile far usare lo stesso dispositivo a più persone con le loro impostazioni. Sicuramente è una funzione che verrà introdotta con le prossime versioni di iOS.

2. Funzioni di Risparmio Batteria

Battery saving features

Un piccolo passo in avanti è stato fatto con iOS 8 ma ancora su iOS non è disponibile una vera funzione di risparmio energetico in modo da far durare la batteria più a lungo. Inoltre non è disponibile uno storico sul consumo della batteria con le relative percentuali di erosione della batteria da parte delle varie applicazioni così da decidere quale app disinstallare o non usare. Il risparmio energetico è una funzione molto utile se si vuole prolungare la durata della batteria in casi di emergenza e questo Apple dovrebbe saperlo.

3. Smart Lock associata ad altri dispositivi

Smart Lock for enhanced security

La lockscreen di iOS viene puntualmente bucata visto che sono presenti molti BUG che permettono di aggirarla più o meno facilmente. Nel corso delle varie versioni la lockscreen ha subito ben poche modifiche a livello funzionale ma Apple dovrebbe introdurre alcune delle funzioni già presenti su Android da diverse versioni come la connessione di un apparato bluetooth o da un PC vicino oppure tramite lo sblocco con il riconoscimento del volto. Su iOS anche la lockscreen potrebbe essere più funzionale come su Android

4. Supporto alla memoria di Massa

USB mass storage support

Forse è il problema “più fastidioso” non poter usare la memoria interna del nostro iPhone come una qualsiasi chiavetta USB per trasportare i nostri file. Non ho mai capito perchè Apple si ostina a “chiudere” anche l’utilizzo della memoria secondo le loro direttive e non permette di copiare qualsiasi file. Purtroppo quando colleghiamo un iPhone o un iPad al PC visualizziamo solo le foto scattate con lo smartphone basta senza avere la possibilità di copiare qualsiasi file così come accade su Android.

5. Gestione applicazioni e nascondi App

Application management & app hiding

La gestione delle applicazioni avviene solo per quanto riguarda l’installazione, la disinstallazione e l’apertura dell’app stessa. Altre modifiche come la gestione delle notifiche, la cancellazione delle cache o altro non è stato mai possibile su iOS mentre su Android è possibile fare tutte quelle operazioni inclusa la gestione delle notifiche per ogni singola app.

Su Android è possibile anche tornare alla versione precedente dell’app disinstallando gli aggiornamenti oppure installare un semplice file APK (il file del programma come i file EXE per Windows) contenente l’app in modo facile e veloce tramite un comune file manager. Su iOS tutto questo è molto complicato ed inoltre su Android è possibile anche nascondere un’app in modo da renderla invisibile mentre su iOS è necessario avere il Jailbreak.

6. Supporto completo dell’NFC

Complete NFC support

Finalmente sull’iPhone 6, Apple ha introdotto il chip NFC ma come oramai siamo abituati, con funzionalità notevolmente ridotte. Infatti l’NFC permette solo di pagare tramite Apple Pay e basta. Quindi non è possibile accoppiare due dispositivi, non puoi scambiare file via NFC, non puoi associare un TAG per effettuare alcune operazioni in modo automatico e molto altro. In pratica l’NFC c’è ma non serve a nulla.

7. Installazione applicazioni dal WEB

Install apps from the World Wide Web

Su Android potete installare le applicazioni anche dal web oppure installando un semplice file APK mentre su Apple potete installare le app solo dall’App Store senza avere altra possibilità di scelta.

8. Fotocamera con tante impostazioni

Advanced photography features

L’ultimo punto è la fotocamera. Infatti l’app fotocamera di iOS è basilare e non permette di giocare molto con le impostazioni se non con pochissime come l’attivazione o disattivazione del flash e poco altro mentre su Android è possibile spulciare tra le tantissime, forse troppe, impostazioni così come fareste su una normale macchina fotografica in modo da ottenere l’effetto voluto.

Questi secondo noi sono gli 8 punti su cui Apple dovrebbe lavorarci in modo da rendere il suo iOS più flessibile ma credo che non sia nella politica della casa della mela morsicata.

Via