Oltre alle solite app usate per camuffare le comunicazioni, i guerriglieri sembra facciano riferimento a tutte quelle Reti che sono più difficili da monitorare da parte delle autorità. A darne conferma è il recente annuncio del Combating Terrorism Center di West Point, che sarebbe venuto in possesso di un manuale di 34 pagine usato dai miliziani dell’IS per occultare le comunicazioni e rendere difficile il rilevamento della loro posizione.

In realtà, il documento in questione è stato prodotto dalla società kuwaitiana Cyberkov per ben più nobili motivazioni: proteggere l’identità dei giornalisti e delle loro fonti. In mano a malintenzionati, però, diventa un “vademecum per attaccare senza lasciare tracce”. Nello specifico, il PDF sembrerebbe dissuadere dall’utilizzo di Facebook e Instagram, ritenuti poco sicuri per la privacy. Anche i più diffusi servizi VolP (Skype, Viber e Tango) si rivelano insicuri perché facilmente rintracciabili dalle forze dell’ordine.

Skype, ad esempio, è dotata di un’apposita backdoor usata dalle Forze di Polizia. Gli applicativi che si dovrebbero usare sono invece quelli prodotti dal colosso di Cupertino: iMessage risulta molto sicuro perché non fornisce accesso o possibilità di monitoraggio né ai governi, né alle aziende Corporate (neppure alla stessa Apple); stesso discorso su FaceTime per quanto riguarda la telefonia Web-based: Apple non ha alcuna autorità su di esso e, di conseguenza, non può registrare le conversazioni. Infine, come se quanto appreso finora non bastasse, per comunicare senza essere intercettati, nel documento si consigliano anche le VPN finlandesi.

Di seguito abbiamo raccolto le app usate (o che potrebbero essere usate) da guerriglieri, sovversivi e spie.

SILENT PHONE PRIVATE CALLS

Piattaforma: Android

Consente di effettuare chiamate voce e video criptate in tutto il mondo.

CHATSECURE

Piattaforma: Android

È una delle migliori per messaggiare senza farsi intercettare: è open source e offre la crittografia OTR su XMPR

SURESPOT ENCRYPTED MESSENGER

Piattaforma: Android

Consente di inviare messaggi vocali protetti da crittografia simmetrica (AES-GCM a 256 bit) e chiavi create con ECDH a 521 bit.

REDPHONE PRIVATE CALLS

Piattaforma: Android

Cripta le chiamate utilizzando il protocollo ZRTP. Con l’ultimo aggiornamento è stata integrata in Signal.

SIGNAL PRIVATE MESSENGER

Piattaforma: Android

Consente di scambiare messaggi ed effettuare chat di gruppo al riparo da intercettazioni. Approvata da Edward Snowden, governi ed FBI la temono.

THREEMA

Piattaforma: iOS, Android

Completamente anonimo, per comunicazioni criptate. Usa le librerie di crittografia open source NaCI e non richiede il numero di telefono.

FIRECHAT

Piattaforma: iOS, Android

Viene usata per scambiare messaggi e foto senza ricorrere a una connessione dati (utile quindi dove non c’è copertura di segnale). Funziona tra due dispositivi in un raggio di 200 metri.

THE SERVAL MESH

Piattaforma: Android

Consente di effettuare telefonate private, inviare messaggi e condividere file usando il Wi-Fi. Può essere impiegata in grotte, metropolitane e qualsiasi luogo dove il 3G/4G non arriva.

F-SECURE FREEDOME VPN

Piattaforma: iOS, Android

Permette di stabilire connessioni sicure con una VPN, per navigare nascondendo la vera posizione geografica.

NAVIGA IN PRIVATO

Piattaforma: Android

Permette di visitare in anonimato qualsiasi sito, anche se censurato, monitorato o se si trova nella Darknet.

SLINPHONE

Piattaforma: iOS, Android

È open source e consente di attivare la criptazione dei messaggi e dei video abilitando l’opzione SRTP.

  • CashDroid

    Ciao Valentina, ben arrivata su YourLifeUpdated