Ecco la recensione completa del Samsung Galaxy S5, il nuovo smartphone top di gamma di Samsung

Finalmente ci siamo: il Samsung Galaxy S5 è arrivato in Italia e siamo pronti per offrirvi la recensione completa di questo nuovissimo smartphone Android.

Quando il Samsung Galaxy S5 è stato presentato, molti utenti sono rimasti delusi: poche innovazioni, design non particolarmente innovativo e bello, prezzo elevato e materiali ancora di bassa qualità. Si tratta solo di prime impressioni “distorte” oppure questo Samsung Galaxy S5 non è effettivamente una grande innovazione rispetto al vecchio Galaxy S4? Scopriamolo insieme nella recensione completa.

In sostanza, questo Samsung Galaxy S5 è un Galaxy S4 con alcune piccole ma rilevanti novità: interfaccia rinnovata, OS aggiornato, fotocamera migliore, batteria leggermente migliorata, prestazioni più veloci, sensore di impronte digitali, sensore per il battito cardiaco. Anche esteticamente non è molto diverso dal Samsung Galaxy S4, non fosse per la bruttissima cover posteriore, che offre un effetto cerotto davvero brutto e difficile da comprendere.

Ma in tutto questo, come si comporta il Samsung Galaxy S5 nell’uso quotidiano?

Prima di tutto, possiamo dire che esteticamente il Samsung Galaxy S5 non è molto diverso dal suo predecessore. Cambiano alcune cose, i materiali però sono sempre uguali, anche se dobbiamo effettivamente dire che il Samsung Galaxy S5 è impermeabile e quindi migliore rispetto al precedente modello. Negli anni, comunque, bisogna ammettere che la parte estetica degli smartphone Galaxy di Samsung non è cambiata molto e anche questo S5 segue la linea già tracciata dai dispositivi precedenti. Potremmo definire il design del Samsung Galaxy S5 “inoffensivo”: niente di particolarmente nuovo, bello e interessante, contrariamente a quanto abbiamo visto con HTC One M8, che offre invece dei materiali decisamente migliori. Sicuramente, però, la scelta di realizzare il retro del Samsung Galaxy S5 in stile cerotto non è stata condivisa da molti utenti.

Rispetto al Samsung Galaxy S4, questo smartphone si impugna però più comodamente; lo smartphone è leggermente più grande del predecessore e questo potrebbe non essere positivo per chi voleva un dispositivo compatto. E’ anche 15 grammi più pesante del Galaxy S4, altro apsetto sicuramente negativo. Rispetto ad HTC One M8, però, Samsung Galaxy S5 è più piccolo, corto, sottile e leggero. Ma Samsung Galaxy S5 è anche impermeabile, cosa non da poco: è certificato IP67 e può essere immerso in acqua fino ad un metro per 30 minuti.

Per quanto riguarda la disposizione dei bottoni, questa non ha subito grosse modifiche rispetto al Samsung Galaxy S4: anzi, i due dispositivi sono molto simili. E’ presente una porta micro-USB 3.0/MHL 2.0 sul fondo dello smartphone, il bottone home legge le impronte digitali, ma per il resto non cambia molto, eccezion fatta per il sensore di impronte digitali posizionato sul retro sotto alla fotocamera.

La cover posteriore è removibile, la batteria può essere cambiata e possiamo usare MicroSD fino a 128GB per aumentare la memoria interna. Samsung Galaxy S5 è disponibile in tagli da 16 e 32GB di memoria interna. Ricordate però che il sistema operativo installato da Samsung occupa molto spazio: su 16GB di memoria interna, meno di 12 sono a disposizione dell’utente quando il device viene acceso per la prima volta. Meglio comprare il modello da 32GB per stare più tranquilli.

Per quanto riguarda le varie connessioni, il Samsung Galaxy S5 suppporta: Bluetooth 4.0 + LE, GPS/GLONASS, DLNA, USB OTG, MHL 2.0 e WiFi Direct.

DISPLAY

Il Samsung Galaxy S5 monta un display da 5.1 pollici FullHD Super Amoled, con la stessa risoluzione del vecchio Samsung Galaxy S4: la densità di pixel è altissima e il display è fantastico, meglio del Galaxy S4 e paragonabile a quello del Note 3 e LG G2. Un display eccezionale, molto più luminoso di quello del precedente modello e perfetto anche sotto la luce del sole. E’ perfetto anche per la visualizzazione al buio grazie ad un sensore di luminosità che funziona alla grande. Migliorano anche gli angoli di visuale rispetto al Galaxy S3, mentre i colori sono più simili alla realtà e meno sparati. Il display di HTC One M8 è migliore sui colori bianchi, ma quello di Samsung Galaxy S5 offre una saturazione migliore dei colori. Come se non bastasse, il Samsung Galaxy S5 ha 5 modalità diverse per impostare i colori del display: Professional Photo, Cinema, Dynamic, Adapt e Standard. 

SENSORE IMPRONTE

Come iPhone 5S, anche Samsung Galaxy S5 ha il sensore di impronte digitali integrato nel pulsante home. Dopo aver configurato le vostre impronte, potrete usare il dito per bloccare l’accesso allo smartphone o a determinati programmi e applicazioni. Potete salvare fino a 3 impronte differenti. Se il sensore non riconosce il dito, dovrete inserire una password per sbloccare lo smartphone. Tutto questo rende il Samsung Galaxy S5 decisamente più sicuro.

Rispetto ad Apple, però, il sensore di impronte digitali viene usato molto di più sullo smartphone di Samsung: con l’impronta, ad esempio, potrete sbloccare lo smartphone, ma anche pagare con PayPal o bloccare l’accesso a determinati programmi e applicazioni. In generale il sensore di impronte digitali funziona piuttosto bene, ma a volte capita che non riconosca subito il dito. Quello di iPhone 5S funziona decisamente meglio ed è più preciso, soprattutto perchè il sensore di impronte del Samsung Galaxy S5 a volte non riconosce il dito solo perchè lo appoggiamo al sensore con un angolo “errato” e non riconosciuto.

Se però non volete usare il sensore di impronte digitali sul Samsung Galaxy S5 potete disattivarlo facilmente.

HEART RATE MONITOR

Il Samsung Galaxy S5 monta anche un sensore che controlla i battiti cardiaci, peccato che spesso funzioni male e in modo impreciso. Tutto questo rientra nel piano di Samsung di controllare la nostra salute e attività fisica, ma sicuramente questo sensore non è ben calibrato o ottimizzato a dovere. Soprattutto rispetto a dispositivi professionali pare che il sensore cardiaco del Samsung Galaxy S5 non abbia funzionato a dovere. Da rivedere.

SOFTWARE

Il sistema operativo del Samsung Galaxy S5 è Android 4.4, mentre l’interfaccia è la classica TouchWiz di Samsung, semplicemente rivista, aggiornata e corretta. Niente di nuovo, ci sono solo piccoli miglioramenti grafici e in design più “flat”. Cambia il font di sistema e l’interfaccia usa un sacchio di cerchi in stile Google+, ma con qualche imprecisione: nelle impostazioni ci sono icone larghe e circolari, mentre quelle nell’app drawer sono più “vecchio stile”. Sarebbe stato meglio vedere una certa uniformità di icone: o tutte flat, o tutte “vecchie”. In tutto questo, poi, ci sono vari elementi “stock” di Android 4.4.2 sparsi per il sistema. Interfaccia grafica bella come idea, ma con tanti piccoli errori da sistemare.

Le principali app di Samsung sono sempre le stesse che abbiamo già visto su Note 3 e Galaxy S4, ma sono state leggermente ridisegnate. Molte delle app di Samsung, però, sono un doppione rispetto a quelle di Google: avremo due app store, due lettori musicali, due browser internet, due gallerie, due assistenti vocali, due software per la gestione dei messaggi. Tutto questo serve davvero? Alcune app Samsung esclusive sono utili, ma tante altre sono davvero inutili e non fanno altro che appesantire il sistema.

Tutte le principali funzioni che abbiamo già visto sugli altri smartphone Samsung ci sono ancora: Air browse, Air view, Smart stay, Smart scroll e Smart rotation. Come in passato, però, solo pochi le useranno.

TOUCHWIZ UI SUL GALAXY s5

Come su HTC one M8, anche il Samsung Galaxy S5 ha un’interfaccia personalizzata che si chiama TouchWiz. Oltre a icone personalizzate e grafica molto particolare, la TouchWiz offre una funzione molto interessante che permette di aumentare a dismisura l’autonomia dello smartphone. In caso di emergenza, infatti, possiamo attivare la modalità “Ultra power saving mode” che permette di fare diventare il display in bianco e nero e di risparmiare tantissima batteria. Vengono bloccate anche tante applicazioni e la connettività, ma in questo modo riusciremo ancora a telefonare per qualche ora. Attivando questa funzione, con un 10% di batteria dovremmo riuscire a fare un giorno di uso del telefono: non male!

Altra funzione esclusiva della TouchWiz è il “baby crying detector“: mettendo il telefono vicino al bambino piccolo e collegandolo con un Gear Watch di Samsung, lo smartphone rileverà il pianto del piccolo e ci avviserà facendo vibrare lo smartwatch. Non indispensabile, ma comodo!

FOTOCAMERA

In fatto di fotocamere Samsung è una garanzia e questo Samsung Galaxy S5 non delude affatto. La competizione è sempre più agguerrita nei top di gamma, ma Samsung si difende molto bene e sa anche attaccare. Samsung Galaxy S5 ha una fotocamera da 16MP che scatta foto bellissime in ogni condizione di luce, anche grazie al nuovo sensore ISOCELL che migliora la luminosità e la definizione delle immagini anche in condizioni di scarsa luminosità. La fotocamera frontale è da 2MP. Samsung Galaxy S5 scatta foto in 16:9, ma se volete scattare in 4:3 potete scattare foto alla risoluzione massima di 12MP (meno dei 13MP in 4:3 offerti dal Galaxy S4).

Il Samsung Galaxy S5 ha un’apertura f/2.2 (come Galaxy S4), ma il sensore è più largo; la dimensione dei pixel è invariata, ma la tecnologia ISOCELL permette di catturare più luce e di riprodurla meglio.

Con il Samsung Galaxy S5 abbiamo a disposizione anche tante nuove funzioni per la fotocamera, che ci permettono di personalizzare al 100% le nostre foto prima e dopo lo scatto. Tutte queste impostazioni sono organizzate meglio rispetto al precedente modello e risultano più facili da navigare. Interessante notare che è possibile scaricare tanti effetti e personalizzazioni per le immagini dal Samsung Store: avremo quindi la possibilità di personalizzare le nostre foto con tantissimi effetti nuovi e molto belli.

Come HTC One M8 ha introdotto la funzione UFocus per scattare le immagini mettendo a fuoco un soggetto all’interno dell’immagine, anche Samsung Galaxy S5 ha una funzione simile chiamata Selective Focus: abbiamo la possibilità di scattare una foto e decidere solo successivamente che soggetto mettere a fuoco, mentre possiamo sfocare facilmente tutto il resto dell’immagine. Peccato che questa funzione non si comporti sempre benissimo: fa fatica sia con oggetti grandi che con oggetti piccoli. La funzione sarà migliorata in futuro, ma per ora non è infallibile.

L’HDR del Samsung Galaxy S5 invece funziona benissimo ed è possibile vedere gli effetti positivi di questa funzione anche prima dello scatto, non solo dopo. Questa funzione c’è anche su HTC One M8.

Un punto di forza del Samsung Galaxy S5 è sicuramente l’autofocus immediato e velocissimo: in un istante i soggetti sono a fuoco e si può scattare la foto. Fantastico. In generale, però, la velocità di messa a fuoco sembra identica a quella di HTC One M8 (che però usa una tecnologia differente potendo contare sull’utilizzo di due fotocamere). Ad ogni modo, entrambi gli smartphone sono più veloci del Galaxy S4 nella messa a fuoco.

Oltre a questo, potremo personalizzare manualmente aspetti della foto come bilanciamento del bianco, esposizione, ISO e altro ancora: potremo scattare foto davvero perfette modificando questi parametri.

Dopo lo scatto, poi, il Samsung Galaxy S5 offre tante funzionalità per modificare ed editare le nostre foto, quasi come se avessimo Photoshop tra le mani. Potremo ruotare, tagliare, ridimensionare le foto, ma anche aggiungere cornici, sticker e disegni a mano libera. Interessante la possibilità di modificare solo una piccola parte della foto, lasciando immutato il resto.

Grazie al sensore ISOCELL, comunque, le foto del Samsung Galaxy S5 sono decisamente migliori del predecessore e veramente perfette in qualsiasi situazione; soprattutto di giorno le immagini risultano molto più dettagliate rispetto a quelle di HTC One M8 e Galaxy S4.

PERFORMANCE E BATTERIA

Il processore del Samsung Galaxy S5 non è sicuramente rivoluzionario, anche perchè a breve sarà presentato lo SnapDragon 805 che andrà a surclassare lo SnapDragon 801 utilizzato su questo smartphone. Ad ogni modo, il processore di questo Samsung Galaxy S5 si comporta molto bene e offre prestazioni solide. E’ un quad-core da 2.5Ghz, accoppiato a 2GB di memoria RAM (uguali ad HTC One M8): in generale funziona bene, ma l’interfaccia di Samsung è sempre pesante e in generale l’impressione è che lo smartphone sia più lento di HTC One M8, dove l’interfaccia è più leggera e snella.

In generale, però, le prestazioni dello smartphone sono molto buone come è lecito aspettarsi.

A livello di batteria, il Samsung Galaxy S5 offre prestazioni migliori del Galaxy S4, ma inferiori ad HTC One M8. Bisogna comunque dire che su Samsung Galaxy S5 la batteria può essere rimossa e sostituita, su HTC One M8 no. Con uso pesante, comunque, Galaxy S5 riesce a coprire la giornata senza grossi problemi (batteria da 2800 mAh). Samsung Galaxy S5 garantisce 10 ore di riproduzione video continua, mentre HTC One M8 arriva a 11 ore e mezza; Galaxy S4 invece arrivava a 9 ore e 15 minuti. Con uso moderato, comunque, Samsung Galaxy S5 arriva senza problemi al secondo giorno di utilizzo.

L’audio del Samsung Galaxy S5 è potente e pulito, ma decisamente inferiore rispetto a quello di M8. Lo speaker, poi, è in una posizione decisamente infelice: quando è appoggiato su superfici assorbenti (come divano o letto), l’audio sarà molto basso. La qualità delle chiamate è sempre molto buona, sia con vivavoce che con microfono integrato. Il bluetooth funziona bene, così come NFC. Il GPS esegue un fix veloce e immediato senza problemi.

CONCLUSIONI

Sicuramente il Samsung Galaxy S5 è uno smartphone interessante e più potente del precedente modello, ma allo stesso tempo non è un dispositivo rivoluzionario. Introduce interessanti miglioramenti rispetto al predecessore, ma non così tanti da giustificare il passaggio dall’S4 all’S5. Chi ha un Samsung Galaxy S4 può continuare tranquillamente ad utilizzarlo senza sentire il bisogno di acquistare il nuovo modello. Il sensore di impronte, quello del battito cardiaco e l’impermeabilità a mio avviso non bastano per giustificare questo passaggio. Restano ancora i piccoli difetti del Samsung Galaxy S4 (interfaccia pesante, materiali di bassa qualità, speaker non al top) e mi aspettavo di vedere uno smartphone decisamente migliore sotto molti punti di vista.

Aspetterò l’uscita del Galaxy F, che dovrebbe essere il vero nuovo top di gamma di Samsung, realizzato con materiali di alta qualità e finalmente un pò innovativo sotto tutti i punti di vista. Questo Samsung Galaxy S5 è un buon prodotto, ma non così rivoluzionario come ci saremmo aspettati. Samsung Galaxy S5 è sicuramente un update importante rispetto a Galaxy S4, con miglioramenti nell’hardware, nel software e nella fotocamera. Sicuramente, però, chi ha già S4 non troverà uno smartphone completamente nuovo, ma semplicemente un aggiornamento di quello attuale. Sicuramente sarete felici con questo Samsung Galaxy S5, ma non aspettatevi grossi cambiamenti rispetto ad un Samsung Galaxy S4, perchè effettivamente questo non ci sarà. Samsung Galaxy S5 è un ottimo smartphone, ma chi ha già Samsung Galaxy S4 farebbe meglio a guardare altri device oppure a usare ancora il vecchio modello, che funziona benissimo e ormai si trova in vendita online a meno di 400 euro.

Galaxy S5

PRO

  • Display fantastico
  • Le foto scattate sono di ottima qualità
  • Impermeabile e design leggermente diverso rispetto a Samsung Galaxy S4
  • Ottima batteria e autonomia

CONTRO

  • Sensore di impronte digitali non funziona sempre bene
  • Selective focus non funziona sempre benissimo
  • Heart rate monitor non troppo accurato
  • TouchWiz miglirata, ma ancora non perfetta.

Se questa pagina di YourLifeUpdated.net ti è piaciuta e ti è stata d’aiuto, non perdere tempo, condividila sui social network! Clicca "Mi Piace" sulla pagina ufficiale di YourLifeUpdated su Facebook, seguici su Twitter Google+ per ricevere tante informazioni e consigli utili!