Android Marshmallow è pronto per sbarcare su tutta la gamma Nexus e nelle prossime settimane / mesi, arriverà anche su tutti gli altri smartphone e tablet ed ovviamente affinchè la folta community permetta di sviluppare le ROM e tutti i moduli Xposed per aggiungere nuove funzioni è necessario ottenere i permessi di ROOT.

Ecco che il mitoco Chainfire ha già sviluppato tutte le procedure e trovato le falle per installare superuser anche su Android 6 Marshmallow. Infatti il famoso sviluppatore ha annunciato il successo tramite un thread su XDA dicendo di aver installato la versione 2.50 di SuperSU.

Al momento la modifica è molto pesate e lo script di Chainfire va a modificare la boot image e se questa è criptata, come sui Nexus 6 e Nexus 9 che è abilitata di default, sarà necessario il flash della ROM per ripristinare il normale utilizzo. Dunque se volete eseguire questa procedura dovete effettuare il de-crypt della memoria e poi seguire la procedura di abilitazione del ROOT su Android 6 Marshmallow.

Dunque anche l’ultima versione di Android ha la possibilità di ottenere i permessi di ROOT anche se il nostro consiglio è di aspettare un pochino così magari sarà affinata la procedura e sarà più semplice e sicura da seguirla senza rischiare di rovinare il vostro dispositivo.