Samsung inizia ad avere troppo potere nel mercato Android, Google si preoccupa

google logo generic

Quando parliamo di Android, quale è il primo nome di un produttore che vi viene in mente?

Nel mio caso, senza dubbio la prima azienda a cui penso per quanto riguarda Android è Samsung. L’azienda coreana, complice anche la sua inarrestabile crociata contro Apple, negli ultimi anni ha sfornato una valanga di smartphone basati sul sistema operativo Android, creando con il brand Galaxy un vero e proprio ecosistema interno ad Android.

Prendete ad esempio il Galaxy S 4: ancora non è uscito sul mercato, ma è atteso come e forse anche più del nuovo iPhone di Apple. Samsung ha ottenuto un successo incredibile grazie al sistema operativo Android, tanto che Google inizia a preoccuparsi seriamente dell’ascesa dell’azienda coreana.

Sicuramente Google, che ha creato il sistema operativo Android e lo ha reso disponibile alle aziende per utilizzarlo sui propri smartphone, è soddisfatto per l’enorme crescita e diffusione del suo sistema operativo. Nello stesso tempo, però, Big G inizia a preoccuparsi della crescita di Samsung, basata quasi interamente sul sistema operativo Android. 

I coreani, infatti, sono ormai legati in modo molto stretto con il sistema operativo di Google, hanno imparato a piegarlo alle proprie volontà e a personalizzarlo al massimo, offrendo un’esperienza utente completa e avanzata, anni luce rispetto a quella di default offerta da Android.

In questo modo, giusto per parlare di qualche numero, Samsung da sola ha trainato il 40% delle vendite dei dispositivi Android a livello mondiale. Non male, vero? E in questo modo l’azienda è diventata il produttore più potente nel panorama Android, superando qualsiasi altra azienda concorrente.

Tutto questo spaventa Google, che ha paura di diventare succube di Samsung per quanto riguarda il panorama Android.

Big G, però, ha già pronta una strategia. Se prima si limitava a proporre un sistema operativo ben ottimizzato, dopo l’acquisizione di Motorola Google vuole diventare un produttore vero e proprio di hardware. Dopo la linea Nexus, che nel tempo ha avuto un successo sempre crescente, Google si prepara nel 2013 a invadere i mercati con gli smartphone targati Motorola. Nei prossimi mesi, infatti, arriverà sul mercato il primo smartphone prodotto da Google e Motorola, senza considerare poi che Big G ha già lanciato svariati Chromebook, tutti basati sul sistema operativo Chrome OS e realizzati per competere direttamente con gli ultrabook di Apple e delle altre aziende, Samsung compresa.

Vedremo come evolverà la situazione nei prossimi mesi. Senza dubbio, però, Google non starà a guardare passivamente e si prepara a combattere una battaglia interna contro Samsung, che, forse, sta iniziando ad avere troppo potere per quanto riguarda il panorama Android.

Per ora, però, non possiamo che essere felici del lavoro che Samsung ha svolto, visto che l’azienda è arrivata a produrre prodotti innovativi, potenti, performanti e sempre aggiornati, tutti basati sul sistema operativo Android.

Prima di combattere Samsung, Google dovrebbe pensare bene alle conseguenze, legate soprattutto allo sviluppo futuro di Android: una simile guerra, infatti, potrebbe favorire la concorrenza (Apple e Windows Phone in primis), pronta a sfruttare ogni passo falso di Google per guadagnare quote di mercato.

Se questa pagina di YourLifeUpdated.net ti è piaciuta e ti è stata d’aiuto, non perdere tempo, condividila sui social network! Clicca "Mi Piace" sulla pagina ufficiale di YourLifeUpdated su Facebook, seguici su Twitter Google+ per ricevere tante informazioni e consigli utili!