Google come un fulmine a ciel sereno ha pubblicato la prima Developer Preview di Android 7  N e sebbene non ci sia stato uno stravolgimento completo le novità ci sono anche se molte sono presenti sotto il cofano. Infatti la versione 7 di Android sarà dedicata all’ottimizzazione a 360 gradi del codice con particolare attenzione allo sviluppo per i tablet ed l’home entertainment per i set-top-box in modo da rafforzare ancora di più l’ecosistema Android a tutto tondo.

In questo articolo andremo a vedere tutte le novità introdotte da Android N e vi ricordo che è disponibile per gli smartphone Nexus 6P, Nexus 5X e Nexus 6, i tablet Pixel C e Nexus 9, il set-top-box Nexus Player e lo smartphone General Mobile 4G della linea Android One.

LEGGI ANCHE

Android N: Tutte le novità in un solo articolo

  • Multi-window – La funzione multi finestra sarà disponibile per tutti, tablet e smartphone inclusi, novità già presente nelle precedenti versioni ma anche implementata dai vari produttori come Samsung ed HTC ma ora lo supporta nativamente ed in modo completo per gestire due ap in maniera totale. Utile sopratutto sulle smart TV.
  • Filtro chiamate e blocco numeri indesiderati – Disponibile come app terzi ma ora Google lo introduce di default il CallBlocker per bloccare numeri non desiderati utilizzando API dedicate che si integrano con il servizio CallScreeningService e che si occuperà di rifiutare chiamata in modo automatico. Attraverso un framework API, le varie app Telefono e Messaggi ed altre app degli operatori telefonici potranno accedere a queste black list per aggiungere numeri non desiderati.
  • Risposta diretta nelle notifiche – La barra delle notifiche è stata ulteriormente potenziata con la possibilità di rispondere a messaggi ed email direttamente dalla barra. Ma anche visualizzare l’anteprima completa del messaggio e molto altro, il tutto senza intaccare le funzionalità ed i toggle della barra.
  • Risparmio dati – Nuova funzionalità per ridurre il consumo di dati sotto reti 3G/4G dalle app impostando limiti per i GB e quando siamo in roaming ma anche limitando il traffico non voluto con tutte le analisi app per app con tutti i grafici per i consumi così da analizzare il consumo delle app e prendere le varie precauzioni per consumare meno dati.
  • Efficienza batteria – Potenziata la funzione Doze per il consumo della batteria con una migliore gestione delle risorse in standby ed a schermo spento. Sono state migliorare le prestazioni per ridurre l’assorbimento energetico. La nuova funzione si chiama Project Svelte ed è stata pensata non solo per i top di gamma ma anche per quelli di fascia medio-bassa.
  • Ottimizzazione memoria – Continuando le ottimizzazioni anche la memoria avrà una gestione migliore grazie alla nuova API JobScheduler che è stata modificata per ottimizzare la gestione dei processi in background.
  • Direct boot – Con questa funzionalità invece potremo abilitare al funzionamento della app in dati orari. Come ad esempio attivare la sveglia dopo un riavvio dello smartphone senza dover sbloccare lo smartphone. Dunque una specie di avvio automatico della app.
  • Supporto Java 8 – Supporto di Java 8 per gli sviluppatori con un’ampia distribuzione non solo dall’ultimo Android N ma anche fino a Gingerbread.
  • File Manager migliorato – Nuovo file manager che ora è nascosto ma ha più settaggi ed è più utile. Il comodo menù laterale permetterà di accedere alle numerose funzioni.
  • Calibrazione Display – Android N integra la comoda funzione per la calibrazione dei colori del display andando ad agire direttamente sull’RGB che sostituiscono i classici profili.Display calibration