Ecco tutte le novità di Android O: funzioni smart e tanti miglioramenti per il sistema operativo di Google per smartphone e tablet

Pochi giorni fa si è concluso l’evento Google I/O 2017, durante il quale Big G ha presentato i modo ufficiale tutte le principali novità del nuovo sistema operativo Android O, presto disponibile per smartphone e tablet by Google. 

Avevamo già a disposizione parecchie informazioni su Android O, ma grazie alla recente conferenza di Google sono trapelati nuovi dettagli su tutte le principali novità e sui cambiamenti che arriveranno con Android O. 

Se ti sei perso il Google I/O o più semplicemente vuoi scoprire tutte le novità di Android O, sei nel posto giusto. Di seguito, infatti, ti proponiamo tutte le novità di Android O. Come potrai notare, sono davvero tantissime: il nuovo OS di Google è sempre più interessante e la voglia di provarlo continua a crescere.

Novità Android O: elenco completo

Come anticipato, le novità di Android O sono davvero tante. Tra le più interessanti sicuramente ti faccio notare quelle indirizzate a migliorare l’autonomia e la velocità del sistema. La nuova edizione sarà dedicata soprattutto a migliorare la sicurezza e la stabilità, senza grandi e vistose innovazioni per quanto riguarda l’interfaccia e le sue modalità d’uso.

Ma vediamo insieme tutte le novità in arrivo con Android O. 

  • Picture-in-picture: consente di seguire due applicazioni contemporaneamente, come rispondere a una chiamata continuando a guardare un video o controllare il calendario durante una videochiamata. E’ una sorta di multi-windows, ma più evoluto in quanto permette di avere una finestra “piccola” che si sovrappone ad un’altra applicazione o alla homepage. L’abbiamo già vista per i video e altre app su Samsung ed LG, ma ora arriva ufficialmente a livello di sistema operativo
  • Notifications dots: estende ulteriormente le funzioni delle notifiche aumentando la loro utilità. Android O metterà un punto dello stesso colore dell’applicazione rendendo più semplice l’identificazione delle notifiche
  • Autofill: semplifica la procedura di configurazione di un nuovo smartphone sincronizzando le password e configurando autonomamente le applicazioni utilizzate dall’utente. Finalmente!
  • Nuova home per Android TV: sarà ancora più semplice cercare contenuti e visualizzare anteprime. Gli sviluppatori potranno inoltre mostrare i propri canali nella home grazie a nuove API
  • Smart Text Selection: un sistema semplificato per selezionare, copiare e incollare il testo, che selezionerà correttamente indirizzi Internet, email o numero di telefono
  • TensorFlowLite: una versione ridotta del sistema di machine learning pensato espressamente per essere integrato in dispositivi mobili grazie alla sua leggerezza
  • Android Vitals: un progetto che punta a migliorare l’autonomia, ridurre i tempi di avvio e i tempi di rendering e migliorare la stabilità complessiva del sistema. Grazie a questa tecnologia e all’ottimizzazione del sistema le applicazioni saranno eseguite più rapidamente e in maniera più fluida
  • Limiti di background: Android O introduce nuovi limiti sulle scansioni legate a WiFi e località effettuate in background. Cambia anche il modo in cui le applicazioni funzionano una volta che sono messe in background, aumentando l’autonomia e liberando una maggiore quantità di memoria
  • Nuova grafica per gli emoji: diventano finalmente circolari e non più gli strani “blob” delle attuali versioni di Android (Emoji iPhone su Android con Android O: FINALMENTE)
  • Scambio di File: avremo un sistema più semplice per collegare tra loro gli smartphone su WiFi, per esempio per lo scambio di file
  • Tasto “snooze” per le notifiche: per rimandare la loro visualizzazione
  • Miglioramenti al Bluetooth soprattutto per l’utilizzo di cuffie senza fili
  • Icone delle app: la loro grafica ora si adatta allo sfondo scelto per il telefono. Inoltre è possibile cambiare la forma delle icone, scegliendo tra square, rounded corner rect, squircle e cylinder
  • Batteria: la nuova schermata di Android O che riassume lo stato della batteria prova a proporre i dati in maniera più comprensibile per gli utenti
  • Quick Setting: sono stati ridisegnati, con le scorciatoie per impostazioni e multi-account postate in basso, prima delle notifiche
  • Tendina delle notifiche: con un colore grigio di sfondo e una nuova disposizione degli elementi
  • Ppossibilità di visualizzare rapidamente il widget di un’applicazione tenendo premuto sulla sua icona nella home
  • Integrato uno slider per aumentare e diminuire l’intensità della modalità Night Light

Video anteprima Android O

Ecco un video che ci mostra Android O in funzione con tutte le novità.

Uscita Android O

Quando sarà possibile scaricare Android O? Quando arriverà Android O?

Al momento non abbiamo una data di rilascio precisa per Android O. Sappiamo però che arriverà entro la fine dell’estate, indicativamente verso agosto, quindi tra circa 3 mesi, giusto in tempo per il lancio dei nuovi smartphone di Google.

Come provare, scaricare e installare subito Android O

Al momento comunque chiunque in possesso di un Pixel o di un Nexus (come il 6P e il 5X) potrà provare in anteprima queste novità iscrivendosi al programma Beta e installando gratuitamente l’aggiornamento che ricordiamo comunque risulta ancora in sviluppo e dunque potrebbe non funzionare completamente.

Dopo pochi minuti che ti sarai registrato, il tuo Nexus / Pixel si aggiornerà da solo ad Android O, scaricando circa 900 MB di aggiornamento. Si tratta del metodo più semplice e sicuro per provare Android O.

Se questa pagina di YourLifeUpdated.net ti è piaciuta e ti è stata d’aiuto, non perdere tempo, condividila sui social network! Clicca "Mi Piace" sulla pagina ufficiale di YourLifeUpdated su Facebook, seguici su Twitter Google+ per ricevere tante informazioni e consigli utili!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here