Android Auto: il robottino di Google sbarca sulle quattro ruote

Android Auto Audi 8

Il colosso di Mountain View toglie i veli su Android Auto, la nuova versione del sistema operativo per dispositivi mobili, che sarà integrata nei navigatori e nei computer di bordo in alcune delle autovetture prodotte dalle aziende più importanti del settore.

Al Google I/O 2014 viene presentato Android Auto, l’OS di Google che sale in autovettura

Google sta lavorando per portare il sistema operativo Android in maniera capillare su qualsiasi dispositivo: smartphone, tablet, orologi, smartwatch, elettrodomestici, TV e ora anche le auto! Si, avete capito bene: presto (dal 2015) Android salirà a bordo delle nostre autovetture e ci aiuterà a gestire il nostro smartphone nel migliore dei modi mentre siamo alla guida, senza che sia necessario toccare direttamente lo smartphone. Potremo infatti usare comandi vocali e controlli al volante per impartire ordini al nostro smartphone. Ma scopriamo tutti i dettagli su Android Auto.

Il rumor è finalmente diventato realtà: Android, il sistema operativo di Google inizialmente pensato per smartphone e tablet, arriva anche sulle nostre auto grazie al nuovo Android Auto, presentato nella giornata di ieri insieme ad Android Wear, il sistema operativo ideato invece per dispositivi indossabili.

Come è facile intuire, questo Android Auto, in arrivo dal prossimo autunno (sebbene non si sappia di preciso con quali produttori), permetterà di collegare uno smartphone Android all’impianto di bordo della nostra autovettura, per avere in questo modo tutti i contenuti disponibili sullo smartphone direttamente sullo schermo presente nel veicolo. Ovviamente, grazie alla perfetta integrazione tra smartphone e auto, potremo controllare direttamente lo smartphone dai comandi sul volante e da quelli presenti sulla vettura stessa, senza che sia necessario toccare il dispositivo mentre siamo alla guida.

Il progetto, presentato proprio ieri durante il Google I/O, è supportato da 40 OEM che fanno parte della Open Automotive Alliance, tra i quali figurano 25 case automobilistiche. Obiettivo ovviamente è quello di integrare lo smartphone Android nel sistema automotive. La prima autovettura equipaggiata con Android Auto sarà presentata entro la fine dell’anno. Android Auto non solo porta Android nella macchina ma si basa sul proprio device che potrà essere utilizzato come strumento di controllo e quindi anche sostituito con un modello più nuovo. Controlli vocali completi, lettura messaggi, risposta chiamate, interfaccia più immediata e ovviamente musica e navigazione.

Android Auto ovviamente potrà essere integrato direttamente nei sistemi di infotainment e non necessita necessariamente di uno smartphone esterno ma sarà integrato nella plancia degli OEM che vorranno utilizzarlo.

Ovviamente avremo a disposizione direttamente dall’auto tutte le principali funzionalità dello smartphone Android: navigazione GPS turn-by-turn, musica, comandi vocali, note, chiamate e quant’altro, tutto integrato alla perfezione, direttamente controllabile dalla vettura. L’integrazione è completa, collegando il telefono con un cavo USB sarà possibile interfacciare il nostro smartphone con la nostra auto per la navigazione con Google Maps, la gestione delle chiamate e dei messaggi.

Sarà inoltre possibile scaricare ed installare applicazioni sviluppate specificatamente per l’autovettura. Applicazioni che gli sviluppatori potranno sviluppare con un nuovo SDK che sarà disponibile a breve. 

Ad unirsi in questo ambizioso progetto saranno ben 40 produttori di automobili, fra cui per esempio FIAT, Alfa Romeo, Subaru etc. Nel frattempo Audi conferma che i suoi primi modelli con Android Auto a bordo arriveranno nel 2015, anche se non ci è dato sapere se saranno coinvolti i veicoli già esistenti, o se l’azienda parli solo di auto nuove in tutto e per tutto. In ogni caso, al Google I/O, era già presente una demo su Audi S3, che volentieri vi riproponiamo in foto e video.

Vi lasciamo al filmato di presentazione di Android Auto. 

[youtuber youtube=’http://www.youtube.com/watch?v=Ht8yzpIV9M0′]

Ecco, invece, i primi video che mostrano Android Auto in azione. Come si evince dal video, con Android Auto non avremo tutte le app del nostro smartphone sulla dashboard del veicolo, ma solo alcuni specifici contenuti, tra cui navigazione, musica, ricerca, ecc. Al momento inoltre, la sola possibilità di connessione dello smartphone è cablata, via microUSB, ma stanno valutando anche soluzioni wireless, sebbene non è chiaro se Bluetooth o meno. I controlli variano da veicolo a veicolo, a seconda dell’implementazione del produttore: possono essere solo fisici, o anche tramite touchscreen, ma in ogni caso saranno sempre presenti i comandi vocali. In ogni caso, ogni app può essere personalizzata nel colore e nelle icone, ma in generale è presente lo stesso template per ogni app, rendendo così l’esperienza più consistente.

Anche app familiari, come Google Maps, presentano un’interfaccia semplificata e con meno fronzoli, il che ha perfettamente senso, nell’ottica di distrarre meno possibile durante la guida.

[youtuber youtube=’http://www.youtube.com/watch?v=iVY10OcsE3A’]

Se questa pagina di YourLifeUpdated.net ti è piaciuta e ti è stata d’aiuto, non perdere tempo, condividila sui social network! Clicca "Mi Piace" sulla pagina ufficiale di YourLifeUpdated su Facebook, seguici su Twitter Google+ per ricevere tante informazioni e consigli utili!