Aggirato l’Activation Lock dei prodotti Apple: Ora anche gli iPhone rubati possono essere attivati

https://i2.wp.com/cdn.macrumors.com/article-new/2013/06/federighi_activation_lock.jpg?resize=640%2C360

Il famoso Activation Lock presente sui prodotti con iOS 7 che permetteva di bloccare un iPhone sin dall’attivazione, rendendo impossibile l’utilizzo del dispositivo stesso, è stato aggirato. L’annuncio è dato dalla società americana ChronicUnlocks che ha lanciato il nuovo servizio online che permette di aggirare l’Activation Lock di iOS 7.

Quindi d’ora in avanti sarà possibile bypassare la procedura di attivazione di tutti i dispositivi Apple rubati. Visto che l’activation lock impediva l’attivazione del dispositivo di fatto rendendo inutilizzabile l’iPhone o l’iPad questo perchè l’attivazione doveva avvenire tramite l’immissione della password dell’account iCloud originale e quindi se non si è il possessore legittimo dello smartphone non era possibile attivarlo.

ChronicUnlocks permette di sbloccare qualsiasi dispositivo con iOS 7 pagando 149,99$ e dopo aver aspettato dai 3 ai 15 giorni lavorativi il blocco sarà rimosso a patto che non sia attiva la Modalità Smarrito. Questo potrebbe davvero incentivare il mercato nero degli iPhone rubati che con questo metodo potrebbero essere riattivati pagando circa 150 dollari ma possono permettere anche agli utenti più sbadati di recuperare il dispositivo se si dimentica la password.

Insomma attivate la Modalità Smarrito così da aumentare il grado di protezione, almeno fino a quando non verrà trovato l’escamotage per aggirare anche la modalità smarrito.