Apple e PayPal collaborano per creare un sistema di pagamento basato su iPhone

Anche se Apple si è continuamente opposta all’introduzione del chip NFC utilizzato da Google e da altri produttori per diffondere i pagamenti di smartphone, sembrerebbe che qualcosa in casa Apple stia cambiando e a dimostrarlo c’è un recente brevetto depositato da Apple che fa riferimento all’uso di NFC, WiFi e Bluetooth per consentire pagamenti utilizzando il proprio iPhone.

Insomma tutto nasce da questo brevetto e da alcune voci che in questi giorni vedrebbero PayPal ed Apple a stretto contatto per realizzare una nuova piattaforma di pagamenti mobili.

Sembrerebbe inoltre che la casa della mela morsicata stia studiando un nuovo metodo per permettere i pagamenti sfruttando le tecnologie già in suo possesso come il sensore di impronte digitali e iBeacon.

Da ambedue le parti non è c’è stata alcuna conferma ma è una dato di fatto che Apple potrebbe sfruttare a proprio vantaggio questo nuovo metodo di pagamento visto che esistono circa 575 milioni di account iTunes e di questi oltre il 70 % è collegato ad una carta di credito.

Ecco quindi che PayPal si è proposta ad Apple, sempre secondo la fonte anonima, di sviluppare a braccetto il nuovo sistema di pagamento che avrebbe enormi vantaggi sia per PayPal stessa che per Apple. Così facendo, Apple potrebbe disporre delle migliori tecnologie in questo campo, visto che PayPal è la migliore società nel campo dei pagamenti online, e che secondo l’accordo Apple potrebbe utilizzare queste tecnologie con licenza white label, quindi come se fossero creati da Apple e non marchiati PayPal.