Con iOS8, ancora una volta, Apple introduce tante nuove funzioni “rubate” ad Android: ecco quali sono

Apple presenta iOS 8 e scopiazza metà delle novità da Cydia

Solo pochi giorni fa Apple ha presentato ufficialmente iOS 8, il nuovo e attesissimo sistema operativo per iPhone, iPod e iPad. Tutti noi ci aspettavamo grandi novità, prima tra tutte l’introduzione di un sistema di multitasking in split-screen che permettesse finalmente di usare due applicazioni con schermo diviso, almeno su iPad. Purtroppo così non è stato e iOS 8, pur introducendo tante novità, non ha portato quella ventata di novità che ci saremmo tutti aspettati.

LEGGI ANCHE:

iOS 8 sarà rilasciato ufficialmente solo a settembre, quando arriverà anche il nuovo iPhone 6, ma nel frattempo chiunque voglia provare in anteprima iOS 8 Beta su iPhone, iPod e iPad può farlo seguendo le nostre preziose indicazioni:

Come avrete sicuramente visto nei nostri articoli dedicati, iOS 8 introduce tante novità e migliorie rispetto ad iOS 7. Peccato che, ancora una volta, tutte queste funzioni non siano realmente nuove rispetto a quanto già visto su Android e su Cydia: la maggior parte delle novità di iOS 8, infatti, proviene da idee e progetti già esistenti, che Apple si è limitata a integrare nel proprio OS per iPhone, iPod e iPad.

Proprio ieri, infatti, abbiamo visto quali funzioni Apple ha copiato da Cydia in iOS 8 | Apple presenta iOS 8 e scopiazza metà delle novità da Cydia. Oggi invece vediamo insieme quali funzioni di iOS 8 che sono state scopiazzate da Android. La lista è abbastanza lunga 🙂

Tastiere supplementari

Su Android ormai da anni gli utenti possono usare tastiere alternative e anche la funzione swipe, introdotta un anno fa anche da Google nella sua tastiera originale. Le tastiere alternative disponibili per Android sono sicuramente molto evolute, in alcuni casi molto più precise e veloci di quelle stock in Android, che sono state scaricate da milioni di utenti in tutto il mondo. Tutte queste tastiere arriveranno a breve anche su iOS. La differenza sostanziale tra le due piattaforme però, sarà che mentre in Android la tastiera viene sostituita totalmente (e può essere quindi utilizzata anche nelle applicazioni di sistema), a quanto pare nella nuova versione dell’OS di Apple gli sviluppatori avranno la possibilità di integrare una tastiera alternativa esclusivamente nelle App, mentre in applicazioni di sistema come Safari, Messaggi etc. si continuerà ad utilizzare la tastiera standard di iOS.

Widgets

Su Android i widgets sono disponibili ormai da anni, praticamente da quando il sistema operativo è stato inventato. Aa differenza di quanto accade su Android, dove i widgets vengono aggiunti nei desktop della schermata principale dell’OS, in iOS 8 i nuovi elementi interattivi saranno visualizzati nel Notification Center o nella schermata di blocco.

Sharing di contenuti tra le applicazioni

La possibilità di far comunicare le applicazioni installate e condividere una serie di dati e funzionalità è sempre stato un punto di forza di Android e il tallone d’Achille di iOS. Con il nuovo sistema operativo di Apple le cose cambieranno radicalmente. Oltre alla possibilità di condividere dati e funzionalità, le applicazioni che saranno installate in iOS 8 potranno definire una serie di azioni che renderanno possibile l’elaborazione combinata di una serie di dati tra due applicazioni: ad esempio, Google Translate potrà tradurre e visualizzare il testo contenuto in un’altra applicazione, tutto in tempo reale. Su Android questa funzione esiste da anni.

Gestione dei file ottimizzata

Con iOS 8 sarà molto più semplice lavorare su un unico file, con più applicazioni, senza creare delle copie indesiderate. Applicazioni come Google Drive, Dropbox etc. potranno definirsi come “Storage Provider”, in modo da essere accessibili da tutte le applicazioni che hanno la necessità di utilizzare lo storage interno del dispositivo, come ad esempio Office, iWork e così via.

Notifiche interattive

Anche in iOS sarà possibile interagire direttamente con le notifiche relative alle applicazioni installate grazie alle notifiche interattive: si potrà ad esempio rispondere a un messaggio direttamente tramite la barra delle notifiche, nella quale sarà possibile scrivere un testo e addirittura registrare un messaggio vocale.

Hey, Siri

Con le nuove versioni di Android è da tempo possibile avviare l’assistente vocale del sistema operativo con la voce, pronunciando la frase “Ok, Google”, purtroppo però si tratta di una funzionalità disponibile esclusivamente per dispositivi in lingua inglese. Con iOS 8 Apple darà la possibilità di avviare Siri con una modalità praticamente identica, pronunciando la frase “Hey, Siri”.

Ricerca intelligente

Con il nuovo Spotlight di iOS 8 sarà praticamente possibile fare uno swipe dall’alto verso il basso e, digitando una chiave di ricerca, il sistema operativo visualizzerà i risultati provenienti sia da contenuti online che da contenuti di applicazioni e file memorizzati nel dispositivo, proprio come su Android.

Video demo in App Store

Proprio come succede da tempo nel Play Store di Android, anche nella nuova versione dell’App Store gli sviluppatori avranno la possibilità di pubblicare dei video dimostrativi per le proprie applicazioni. Molto utile.

Analytics per le applicazioni in App Store

Google da tempo rende disponibili agli sviluppatori una serie di dati e statistiche analitiche con le quali è possibile capire le modalità con cui gli utenti vengono a conoscenza di una determinata app, la posizione geografica di download e le percentuali di guadagno in tempo reale. Funzionalità che saranno introdotte anche in iOS 8.

Beta testing esteso per le app

Google da tempo ha reso disponibile la distribuzione delle beta direttamente tramite il Play Store, dal quale i vari betatester hanno la possibilità di scaricare le applicazioni prima della pubblicazione ufficiale. Ora anche Apple ha reso disponibile questa possibilità anche nel nuovo sistema operativo.

Insomma, come è facile notare, con iOS 8 tantissime funzioni di iOS 8 sono state riprese anche da Android. Chiaramente le novità di iOS 8 sono anche altre, ma notare che molte delle nuove funzioni provengono da Cydia ed Android fa sicuramente pensare.

Se devo essere sincero, comunque, questo iOS 8 mi convince davvero: in pratica va a colmare quasi tutte le lacune che avevo riscontrato in iOS 7 e sto seriamente pensando di ritornare ad Apple. Deciderò comunque a settembre, quando uscirà iPhone 6, visto che la batteria di iPhone 5S dura davvero troppo poco per pensare di abbandonare il mio Note 3.

Se questa pagina di YourLifeUpdated.net ti è piaciuta e ti è stata d’aiuto, non perdere tempo, condividila sui social network! Clicca "Mi Piace" sulla pagina ufficiale di YourLifeUpdated su Facebook, seguici su Twitter Google+ per ricevere tante informazioni e consigli utili!