iWork for iCloud, così Apple fa concorrenza ad Office 365

Nella giornata di ieri, Apple ha presentato tantissime novità dedicate ai suoi computer e smartphone. Ha annunciato il nuovo Mac OS X, ha presentato i nuovi MacBook Air e il nuovo Mac Pro, ha annunciato iOS 7 per iPhone, iPod e iPad e ha finalmente svelato i segreti di iRadio.

E, per concludere, Apple ha presentato anche iWork per iCloud.

Cosa è iWork per iCloud? Come funziona iWork per iCloud?

iWork for iCloud

Scopriamolo insieme.

Durante il WWDC 2013, tenutosi nella giornata di ieri, lunedì 10 giugno, al Moscone Center di San Francisco, Apple ha presentato diversi nuovi prodotti. E tra questi spicca anche iWork for iCloud.

Come è facile intuire dal nome, la nuova web app permette di creare, visualizzare e modificare documenti e altri contenuti direttamente tramite browser, ed è quindi “sfruttabile” sia tramite Mac che tramite PC. In pratica, potremo usare tutte le funzionalità classiche di iWork sia su PC e che Mac, senza però dover necessariamente installare iWork, che, per chi non lo conoscesse, è la controparte di Office di Microsoft sviluppato però da Apple per i Mac.

Dunque, con iWork for iCloud, tramite browser è quindi possibile creare, modificare, aggiornare e visualizzare i documenti dei celebri software Pages, Numbers e Keynote, in modo tale da poter avere sempre il proprio “lavoro” aggiornato su qualsiasi tipo di dispositivo, fisso o mobile.

Con Pages for iCloud è ad esempio possibile creare lettere, volantini e altri documenti nel browser, oppure aggiungere immagini al testo, e modificare i documenti importati da Microsoft Word. Numbers for iCloud permette di creare e modificare i fogli di calcolo in maniera facile e intuitiva. E ciò funziona anche con i file di Microsoft Excel: basta trascinarli e si può procedere con le modifiche da applicare. Infine, con Keynote for iCloud è possibile creare delle presentazioni direttamente tramite browser, grazie a numerose opzioni e strumenti già disponibili per gli utenti. Anche in questo caso è possibile importare o modificare i file PowerPoint di Microsoft.

pages_formatting

Accedendo ad iCloud.com sarà possibile aprire le applicazioni: Pages per creare documenti di testo o modificarli, Numbers per creare fogli di calcolo e Keynote per costruire delle presentazioni con delle slide. In questo modo non si avranno più problemi a dover trasportare con sé i propri documenti perché saranno tutti nella nuvola. Basterebbe una connessione a Internet per averli sempre con sé.

comingsoon_hero

Al momento il servizio è in fase beta per tutti gli sviluppatori e dovrebbe diventare pubblico entro la fine dell’anno. Gli sviluppatori potranno accedere a questi servizi attraverso il sito beta.icloud.com. In futuro, dichiara la società, saranno aggiunte delle funzionalità come la possibilità di creare dei link ai documenti, far lavorare più persone a un documento e stamparli.

Per utilizzare il servizio iWork for iCloud bisogna avere almeno Safari 6.0.3, Chrome 27.0.1 e Internet Explorer 9.0.8. Nessun supporto, quindi, è garantito per far Fox su altri browser differenti.

Al momento non sappiamo se questo servizio sarà a pagamento oppure no. Il suo diretto concorrente, vale a dire Office 365 costa € 4,90 al mese. E’ difficile, se non impossibile, che Apple offra questo servizio in modo gratuito. Staremo a vedere. 

Office365, dunque, ha già un primo concorrente. Chi la spunterà questa volta? La cosa positiva, comunque, è che anche gli utenti Windows potranno finalmente usare la suite iWork di Apple 🙂

Se questa pagina di YourLifeUpdated.net ti è piaciuta e ti è stata d’aiuto, non perdere tempo, condividila sui social network! Clicca "Mi Piace" sulla pagina ufficiale di YourLifeUpdated su Facebook, seguici su Twitter Google+ per ricevere tante informazioni e consigli utili!