Ascolta tantissimi MP3 con AnyPlay, l’anternativa del tutto gratuita a Spotify

Vi segnalo un interessante programma che potete usare come alternativa a Spotify per ascoltare musica e canzoni MP3 in streaming Gratis. 

Il programma di oggi si chiama AnyPlay e, come abbiamo detto, è un’applicazione che offre la possibilità di ascoltare tanti brani musicali in streaming anche in mobilità, senza la necessità di sottoscrivere alcun abbonamento a pagamento, a differenza di soluzioni come Spotify o Rdio.

  

Abbiamo parlato in passato di Spotify e Rdio, due ottimi servizi appena sbarcati in Italia che permettono di ascoltare musica e canzoni in streaming a pagamento, sia da PC che da dispositivi portatili come smartphone e tablet.

Pur essendo ottimi programmi sotto ogni punto di vista, bisogna ricordare che questi due software sono a pagamento: per ascoltare la musica in streaming, infatti, bisogna sottoscrivere un abbonamento che, per quanto economico possa essere, va comunque pagato.

Se però volete ascoltare la musica e le canzoni MP3 in streaming gratis, sono presenti comunque numerose alternative del tutto gratuite (o quasi) che godono di una popolarità ben inferiore, ma che offrono qualità paragonabili ai servizi citati in precedenza.

Proprio tra queste alternative troviamo AnyPlay, programma per iPhone, iPad e iPod con un’interfaccia molto curata e che permette di ascoltare canzoni e musica MP3 in streaming gratis. Vediamo come funziona e cosa offre.

La peculiarità della nuova applicazione di Igruly è data dall’estrema facilità d’uso. L’applicazione è rapidissima ad avviarsi e ci mostra subito una casella di testo per la ricerca del brano o dell’artista. Una volta che premiamo su questa ci verrà mostrata la cronologia delle nostre ultime ricerche.

Spesso capiterà che di una singola canzone ci verranno proposti più risultati, alcuni con una qualità audio abbastanza discutibile, soprattutto per i pezzi meno conosciuti. Una volta lanciata una canzone partirà lo streaming musicale, all’interno di una finestra che riporta la copertina dell’album, i tradizionali tasti per il controllo (indietro, avanti e play) e quelli per la ripetizione o per la scelta casuale (shuffle).

Inoltre possiamo inserire la canzone fra le nostre preferite, condividere l’ascolto su last.fm (previa registrazione) o Twitter, oppure aggiungerla ad una playlist. Purtroppo quest’ultima funzione è disponibile solamente acquistando un pacchetto aggiuntivo al costo di 89 centesimi (ne vale la pena). Questo aggiunge anche la funzionalità delle Smart playlist, una modalità d’ascolto in cui l’applicazione ci suggerisce brani simili, partendo da un brano iniziale di nostra scelta.

Come abbiamo detto in precedenza, l’interfaccia grafica è semplice, ma al tempo stesso decisamente più piacevole rispetto a quella di HypedMusic (programma simile e alternativo per ascoltare musica in streaming gratis), permettendoci di navigare all’interno degli album, funzionalità non presente in quest’ultima.

Rispetto a Spotify mancano alcune funzioni: ad esempio la possibilità di salvare sullo storage del dispositivo le nostre playlist. Inoltre, non è prevista una componente “social” all’interno dell’applicazione stessa che invece si appoggia su social network di terze parti come Twitter o Last.fm. Su Spotify inoltre, abbiamo la possibilità di accedere ad informazioni riguardo ai brani più ascoltati del momento, le classifiche in base al nostro paese e tutta una serie di consigli musicali per farci scoprire musica nuova, caratteristiche assenti su AnyPlay.

Per quanto riguarda la qualità della musica, su AnyPlay abbiamo alti e bassi. Abbiamo paragonato la qualità audio offerta da AnyPlay con quella di Spotify con gli stessi brani, rendendoci conto che spesso risulta difficile individuare quale fra le due versioni sia la migliore. Tuttavia, su AnyPlay capitano alcuni pezzi registrati con un bitrate molto basso, soprattutto per i brani non troppo conosciuti o quelli italiani. In questo caso, basterà selezionarne una versione diversa fra quelle proposte nella ricerca per individuarne una con una qualità migliore.

Insomma, come potete facilmente intuire, questo AnyPlay offre agli utenti le funzioni essenziali di Spotify ed una buona qualità audio, spesso paragonabile a quella degli MP3 da 320kbps di Spotify.

A differenza di altre proposte gratuite, inoltre, AnyPlay è dotato di una piacevole interfaccia grafica che rende parecchio semplice navigare fra i vari brani ed i vari album proposti. Tuttavia, è necessario acquistare il pacchetto aggiuntivo AnyPlay+ ad 89 centesimi per poter sfruttare il servizio di streaming musicale in tutte le sue funzioni.

Di certo, Spotify vince con estrema disinvoltura il confronto con AnyPlay, ma non dimentichiamoci che quest’ultimo non richiede alcuna forma di pagamento mensile. In quest’ottica, la soluzione di Igruly ci è sembrata fra le migliori all’interno di AppStore, soprattutto se non si è disposti a pagare un abbonamento mensile.

AnyPlay è disponibile su App Store ed è compatibile con iPhone 3GS, iPhone 4, iPhone 4S, iPhone 5, iPod Touch (terza generazione), iPod touch (4a generazione), iPod touch (5a generazione) ed iPad. Richiede iOS 5.0 o successivi. Questa app è ottimizzata per iPhone 5.

Provatelo e fatemi sapere cosa ne pensate!

Peccato solo che manchi la sincronizzazione dei brani fra iPhone e iPad e la possibiltá di salvare i brani sul dispositivo: se gli sviluppatori aggiungono queste due funzioni é davvero un app-capolavoro. Segnalo, comunque, che Hyped Music, anche se ha un interfaccia meno curata, permette di salvare le canzoni offline, funzionalità davvero molto utile per ascoltare le canzoni quando non c’è la connessione a internet.

Se questa pagina di YourLifeUpdated.net ti è piaciuta e ti è stata d’aiuto, non perdere tempo, condividila sui social network! Clicca "Mi Piace" sulla pagina ufficiale di YourLifeUpdated su Facebook, seguici su Twitter Google+ per ricevere tante informazioni e consigli utili!