Come trasferire i filmati in slow-motion di iPhone 5S sul proprio computer (GUIDA)

iPhone 5S è finalmente disponibile anche in Italia, a partire dal prezzo di 730€ per la versione da 16GB. Molti utenti italiani lo hanno già acquistato e stanno iniziando a prendere confidenza con il nuovo smartphone di Apple, con le sue nuove funzionalità e anche con la possibilità di registrare video in slow motion, cioè filmati con effetto moviola o rallentatore. Dopo ave registrato questi video, però, come è possibile copiarli e trasferirli sul PC? Come si possono trasferire i video in slow motion di iPhone 5S sul proprio PC? Semplice: ve lo spieghiamo noi in questa guida.

iphone 5S slow-motion

Partendo dal presupposto che è assurdo dover cercare una guida per copiare dei video sul computer, prendiamo atto del fatto che Apple ha si concesso agli utenti la possibilità di registrare video in slow motion su iPhone 5S, ma, al tempo stesso, non ha inserito una funzione per copiarli comodamente e facilmente sul proprio PC. Ecco perchè è necessario seguire una guida se volete trasferire i video in slow motion di iPhone 5S sul computer.

Detto questo, iniziamo con la guida di oggi, che vi spiega come trasferire i file video in slow motion di iPhone 5S e goderne tutti gli effetti anche su computer Mac e Windows.

Per chi non lo sapesse, ricordiamo velocemente che la funzionalità che nell’applicazione di iPhone 5S viene chiamata “Moviola” permette di ricreare un effetto slow-motion fluido e di buona qualità, visualizzabile sul display del proprio melafonino in modo facile e immediato. Se però voleste trasferire il file video appena registrato sul vostro computer, vi avvisiamo subito che avrete una sgradita sorpresa: infatti i video verranno trasferiti alla nativa risoluzione 720p a 120 fps, ma verranno riprodotti a velocità normale, perdendo tutto il fascino dello slow-motion che iPhone 5S vi offriva in riproduzione.

Sembra incredibile, ma è proprio così. Il motivo? L’effetto è creato via software proprio dall’applicazione fotocamera installata in iPhone 5S e solamente la riproduzione all’interno del device offre la feature in esecuzione. In pratica, se provate a fare “uscire” il video dal vostro iPhone 5S, l’effetto rallentatore sarà perso. Assurdo. Ma lo stesso discorso vale anche per una riproduzione in Airplay: il video riprodotto tramite Apple TV o su Mac perderà l’effetto rallentamento e sarà mostrato a velocità normale.

Dunque, come si può fare per copiare e trasferire su PC o Mac i video in slow motion di iPhone 5S? Vediamolo insieme.

Qual’è la soluzione migliore per poter condividere su altri dispositivi le nostre realizzazioni, o poterle visionare sul nostro PC nella medesima modalità nativa ? Le vie sono molteplici, ma noi ne vedremo due.

1- Condivisione

La prima soluzione è quella di condividere il video sui principali social network. La condivisione su Facebook offre la riproduzione del video in slow-motion, ma di qualità inferiore per via della compattazione molto alta.

Meglio una soluzione legata alla pubblicazione su Youtube o Vimeo, dove risulta possibile selezionare la qualità HD. Il video godrà in questo modo di una buona risoluzione e manterrà l’effetto moviola, permettendoci la visione su qualunque device che acceda ad Internet.

Ovviamente, però, facciamo notare che questa non è la soluzione migliore: in ogni caso, infatti, il video avrà una qualità inferiore a quella nativa e, a forza di caricare video in HD su YouTube, terminerete tutti i dati di navigazione internet che il vostro piano tariffario mette a disposizione. E’ vero, potete usare il WiFi, ma con la velocità delle ADSL italiane rischiate di impiegarci ore e ore.

Meglio la seconda soluzione, che vi proponiamo di seguito.

2- Movie Maker e iMovie

maker slow-motion

La soluzione migliore la si ottiene modificando in modo rapido e semplice il file video originale ed utilizzando quindi un programma di video-editing.

Su PC Windows è possibile utilizzare Movie Maker, software gratuito installabile tramite la suite Windows Essentials e solitamente già presente nei PC. Per Mac bisogna ricorrere ad un software simile come iMovie. Ovviamente anche altri software più blasonati come Pinnacle Studio o Final Cut saranno in grado di offrire lo stesso risultato, ma sono decisamente più complicati da usare.

Su Movie Maker è sufficiente caricare il file, entrare nella sezione “Modifica” da menù a tendina, e come da immagine impostare la velocità di riproduzione a 0,25.  Fatto questo, nella sezione File verrà offerta la possibilità di salvare il filmato nella qualità desiderata. A questo punto avremo nuovamente il nostro video con effetto slow-motion.

In iMovie il procedimento è parimenti semplice, infatti l’effetto slow motion lo troveremo nella sezione a tendina “Clip”. Una volta impostata la velocità al 25 %, otterremo nuovamente l’effetto moviola. Non ci resterà che salvare il filmato nella risoluzione e posizione desiderata ed il gioco è fatto.

Direi che ci siamo. Finalmente siamo riusciti a trasferire i video in slow motion di iPhone 5S su PC e Mac. Ribadisco, comunque, che il procedimento utilizzato da Apple sia assurdo! 

Via

RICERCHE CORRELATE

video slow motion iphone 5s

come usare i video slow motion iphone 5s su Mac

come usare i video slow motion iphone 5s su Windows

copiare i video slow motion iphone 5s su Windows

copiare i video slow motion iphone 5s su Mac

trasferire i video slow motion iphone 5s su Windows

trasferire i video slow motion iphone 5s su Mac

vedere trasferire i video slow motion iphone 5s su Windows

vedere trasferire i video slow motion iphone 5s su Mac

Se questa pagina di YourLifeUpdated.net ti è piaciuta e ti è stata d’aiuto, non perdere tempo, condividila sui social network! Clicca "Mi Piace" sulla pagina ufficiale di YourLifeUpdated su Facebook, seguici su Twitter Google+ per ricevere tante informazioni e consigli utili!