DataGate: Apple mette in chiaro la sua posizione

Datagate fa tremare anche Apple e quindi la casa di Cupertino ha deciso di mettere in chiaro la sua situazione attuando di fatto una strategia difensiva in cui si difende pubblicando un nuovo documento in PDF per fare chiarezza sulla divulgazione delle informazioni personali degli utenti e dei dispositivi ad essi associati su richiesta dei governi dei diversi Stati.

apple_logo

L’intento del messaggio è chiaro: rassicurare l’utente

Crediamo che i nostri clienti abbiano il diritto di capire come vengono mantenute le proprie informazioni, e consideriamo nostra responsabilità quella fornire loro la migliore protezione della privacy possibile. Apple ha preparato questo report sulle richieste ricevute dai governi inerenti ad utenti e dispositivi in un’ottica di trasparenza nei confronti dei nostri clienti di tutto il mondo. Questo report offre delle statistiche su richieste collegate agli account dei consumatori e altri report su specifici dispositivi. Abbiamo riportato tutte le informazioni che possiamo legalmente condividere e Apple continuerà a mantenere una trasparenza elevata per le future richieste.

screen-shot-2013-11-05-at-3-46-17-pm

Questo documento contiene diverse informazioni interessanti, tra cui il numero, diviso per Paesi, dei dispositivi e degli account interessati dalle richieste dei rispettivi governi. L’Italia, ha un numero di account per cui sono state richieste informazioni legali dal governo; Degli account che sono stati intercettati in italia, solo le informazioni di 18 account sono state divulgate e Apple ha rifiutato di fornire informazioni per 34 account. Tra gli account le cui informazioni sono state divulgate, solo il 37% di essi conteneva, effettivamente, informazioni utili che sono state fornite ai richiedenti.

Se volete vedere l’intero comunicato stampa cliccate sul seguente link COMUNUCATO STAMPA