Esplosione in fabbrica Cinese che stava producendo gli iPhone 6: Possibili ritardi sulla produzione

https://i2.wp.com/www.digitaltrends.com/wp-content/uploads/2014/03/nowhereelse-iphone-6-concept-gold.jpg?resize=640%2C426

Un grave incidente è accaduto nei giorni scorsi in una fabbrica di componenti per iPhone, Xiaomi e Meizu. La fabbrica farebbe capo a Foxconn, che si occupa della produzione del nuovissimo iPhone 6 e che quindi potrebbe subire alcuni ritardi sulla produzione delle scorte prima del lancio, che dovrebbe avvenire a Settembre.

L’esplosione nella fabbrica cinese ha causato la morte di 68 persone e altri 200 dipendenti sono rimasti gravemente feriti e avrebbe colpito una ditta subappaltatore per conto di Foxconn e dopo l’incidente è emerso che ben 40 aziende hanno commissionato a questa azienda parti fondamentali per la produzione di molti smartphone tra cui l‘iPhone 6, lo Xiaomi Mi-4 e il Meizu MX4 che quindi potrebbero subire alcuni ritardi.

Questo incidente non fa altro che alimentare i dubbi sulle condizioni di sicurezza degli operai Cinesi che già in passato sono finiti sotto i riflettori per le immani condizioni di lavoro e le scarsissime condizioni di sicurezza in cui sono costretti a lavorare. Al momento non è stato ancora appurata la causa dell’esplosione ma è bene che si ponga la parola fine sulle condizioni degli operai Cinesi e che il governo controlli queste fabbriche e che imponga alle aziende alcuni standard di lavoro a cui adeguarsi in modo da preservare il lavoratore.

Insomma staremo a vedere se Apple presenterà in ritardo l’iPhone 6 o iPhone Air che secondo alcuni rumors lo vedono in presentazione il 9 Settembre e commercializzazione nei primi giorni di Ottobre 2014.