iOS 7: Trovati processi sospetti forse usati dalle Autorità

https://i2.wp.com/www.hwupgrade.it/immagini/30-07iPhone5_iOS7.jpg?w=640

Apple è nuovamente al centro della bufera per quanto riguarda la privacy dei suoi utenti. Infatti non sempre iOS si è dimostrato un sistema operativo chiaro e trasparente dove più volte sono stati scoperti scambio di dati sospetti. Dopo il caso NSA, la privacy è al centro dell’attenzione di molte aziende specializzate nel settore, e proprio per quanto riguarda la privacy, un esperto di sicurezza lancia l’allarme poichè in iOS 7 sarebbero presenti processi sospetti.

Jonathan Zdziarski, esperto di sicurezza su scienze forensi ma anche noto esperto di jailbreak, all’Hackers On Planet Earth ha dichiarato di aver studiato il sistema operativo Apple e di aver trovato alcuni processi “strani” che forse celerebbero alcune backdoor forse usate dai governi per controllare alcuni smartphone. Secondo Zdziarski, ci sarebbero alcuni servizi, come lockdownd, pcapd e mobile.file_relay, che permetterebbero di aggirare il sistema di criptaggio dei dati Apple ed accedere ai dati via USB, WiFi e forse anche tramite rete dati.

A quanto pare questi servizi non sono spiegati neanche agli sviluppatori di applicazioni di terze parti e anche agli operatori, alimentando l’alone di mistero su questi servizi “anonimi”. Al momento per impedire questi “tracciamenti” anomali il nostro consiglio è di usare una password molto complessa e lunga e poi impostare l’applicazione Apple Configurator per gestire al meglio le restrizioni del Mobile Device Managament (MDM).

Speriamo che Apple faccia chiarezza in merito alla questione nel più breve tempo possibile.