Sicurezza globale vs Sicurezza personale. Questo è il dilemma dopo il caso dell’iPhone dell’attentatore di San Bernardino dopo che l’FBI ha imposto a Tim Cook ed Appe di decriptare l’iPhone per accedere alle informazioni contenute sul dispositivo in possesso delle forze dell’ordine.

Sebbene Apple abbia detto che neanche loro sono in grado di decriptare il dispositivo di Syed Rizwan, uno dei due attentatori della sparatoria di San Bernardino, in California, e che solo tramite un aggiornamento software si potrebbe sbloccare il dispositivo inserendo un’apposita backdoor che è al vaglio insieme all’FBI stessa.

In difesa della sicurezza personale si è schierato John McAfee, eccentrico fondatore ed ex proprietario della società di sicurezza informatica, che promette di decriptare l’iPhone dell’attentatore di San Bernardino, gratuitamente in 3 settimane richiedendo però all’FBI di far decadere la richieste dell’abilitazione di una backdoor su tutti gli iPhone.

Ecco la mia offerta per l’Fbi: decripterò gratuitamente, e in tre settimane, l’iPhone del caso San Bernardino. Se accetterete la mia proposta, non avrete bisogno di chiedere a Apple di introdurre una backdoor nei loro prodotti, evitando così la fine dell’America. Se non ci riusciremo, mangerò la mia scarpa in diretta tv da Neil Cavuto.

Il caso diplomatico sarebbe proprio al centro della diatriba sulla sicurezza, perchè potrebbe creare dei precedenti e con la backdoor sempre disponibile, potrebbe essere una scusa per chiunque di accedere ai nostri dati personali se questa fosse scoperta.

Il patrone di McAfee ha anche attaccato gli Stati Uniti e le capacità di gestire il settore IT dove ammette che altri governi come quello Russo e Cinese abbiano menti in grado di sbloccare dispositivi come gli iPhone in pochi giorni e che sono avanti decenni rispetto all’America stessa.

John McAfee invece sarebbe a capo di un team abile composto dal 75% di ingegneri sociali ed il restante di codice e di comprensione umana che sarebbero in grado di sbloccare l’iPhone in 3 settimane.

Il tema di McAffe avrebbe un nome molto esplicativo Cybersecurity Legend e vede le migliori menti informatiche e non del mondo lavorare per lui. Sarà vero? Io direi di dargli una possibilità altrimenti sarebbe la fine della nostra privacy.