Roma: uova e farina su chi acquista un iPhone 6. L’iPhone 6 e 6 Plus in vendita anche in Italia: uova e farina sulla gente in fila a Roma.

iPhone 6, uova e farina del ‘Blocco studentesco’ sui clienti in fila a Roma

Schermata 2014-09-26 alle 14.19.31

I due nuovi smartphone del colosso di Cupertino arrivano anche in Italia: come era lecito aspettarsi, sono tantissimi gli utenti in fila avanti gli Apple Store italiani per comprare iPhone 6. Ma a Porta di Roma la situazione è degenerata per un blitz di Blocco studentesco, che ha lanciato farina e uova sugli utenti in coda.

Con una settimana esatta di ritardo rispetto a Francia, Germania, Inghilterra e altri Paesi, Apple mette in vendita iPhone 6 e iPhone 6 Plus da oggi anche in Italia.

Come da tradizione, nonostante la crisi, la disoccupazione e tutto il resto, sono tantissimi gli utenti in coda davanti agli Apple Store che sperano di portarsi a casa il nuovo e costosissimo smartphone di Apple.

Quest’anno, però, ad aspettare gli utenti in coda davanti agli Apple Store non c’erano solo giornalisti e curiosi: a Roma, infatti, gli utenti in coda si sono visti lanciare addosso farina e uova mentre aspettavano il loro turno per acquistare iPhone 6.

Il tutto è avvenuto al centro commerciale Porta di Roma, dove un gruppo composto dai ragazzi di Blocco studentesco ha lanciato uova e farina verso chi era in fila, al grido di “Ieri le bombe, oggi gli iPhone”.

“A porta di Roma tirano uova e farina alle persone in attesa per iPhone. Inverosimile.”, scrive Giuseppe su twitter, “C’è stato un attentato da parte di #CasaPound qui a Porta Di Roma. Lancio di uova e calcinacci dal soffitto alle persone in fila”, scrive invece @WhiskeyInTheJ4r

“Si è trattato di un’azione goliardica, una presa in giro contro la mania consumistica di aspettare ore e ore per un prodotto tecnologico divenuto ormai uno status symbol” – spiega Fabio Di Martino, responsabile nazionale del Blocco Studentesco – “I gavettoni indirizzati ai ragazzi in fila servono a ‘svegliare’ una gioventù ormai assuefatta, attirata esclusivamente da mode dettate da grandi multinazionali e capace di vivere come un evento il lancio di un nuovo prodotto”.

“Nel centesimo anniversario della Grande Guerra” – continua Di Martino – “vogliamo far sì che il sacrificio di chi cadde in nome dell’Italia, di chi fu pronto a combattere e morire per la propria patria non sia dimenticato e funga da esempio per le nuove generazioni. Le parole d’ordine di quest’anno sono “ritrova te stesso”: un incitamento rivolto a tutti gli italiani, per riscoprire le nostre radici e la nostra storia, per affermare ancora oggi la nostra volontà di combattere contro la crisi economica e spirituale che attanaglia l’Italia e l’Europa”. 

Qualunque fosse il motivo del lancio di farina e uova, sta di fatto che gli utenti in coda si sono visti letteralmente “assaliti” da questo gruppo di persone.

Stando a quanto affermato dal portavoce del gruppo di “assalitori”, i gavettoni indirizzati ai ragazzi in fila servivano a “svegliare” una gioventù ormai assuefatta, attirata esclusivamente da mode dettate da grandi multinazionali e capace di vivere come un evento il lancio di un nuovo prodotto.

Indipendentemente da quello che fosse il loro scopo, penso comunque che questo non sia il metodo giusto per “svegliare” i giovani, ma quello migliore per prendersi una denuncia alla velocità della luce.

Se questa pagina di YourLifeUpdated.net ti è piaciuta e ti è stata d’aiuto, non perdere tempo, condividila sui social network! Clicca "Mi Piace" sulla pagina ufficiale di YourLifeUpdated su Facebook, seguici su Twitter Google+ per ricevere tante informazioni e consigli utili!

  • Giango78

    non è quel che pensano che rispetto, è quel che fanno che non capisco!!!