Multa da 13 miliardi di euro ad Apple: Ecco perchè non pagherà

Super multa della Commissione Europea inflitta ad Apple pari a 13 miliardi di euro. Noi vi diciamo perchè non pagherà la multa.

La Commissione Europea ha multato Apple per ben 13 miliardi di euro per aver ottenuto vantaggi fiscali in Irlanda tramite un accordo sottobanco.

Infatti il capo della commissione, Margrethe Vestager, ha annunciato che il vantaggio economico di Apple in un decennio, 2003 al 2013, è stato stimato in 13 miliardi di euro e che ora deve pagare questa somma proprio all’Irlanda che infrange le regole che impediscono aiuti di stato a privati.

https://i0.wp.com/pbs.twimg.com/media/CrGVSjDWEAAGgug.jpg?w=640&ssl=1

Apple ha già annunciato, tramite un comunicato ai propri clienti, in una nota di Tim Cook, che Apple non ha stretto nessun accordo con l’Irlanda per “favori fiscali” e che dunque gli utenti non devono sentirsi traditi.

L’immagine che vedete in centro articolo mostra come solo lo 0.005% delle tasse sia stato pagato da Apple nel 2014, solo 50 euro di tasse su 1 milione di euro di fatturato, rispetto al totale incassato. Dunque un’inezia rispetto ai soldi incassati dalle vendite dei vari store in tutte Europa.

Questo perchè la comunità europea ha sempre permesso ad Apple, ed altri giganti del web, a vendere in altri paesi ma fatturare in Irlanda, stesso giochetto fatto da Google, ma che dal 2014 ha cambiato di fatto le carte in tavola uniformando la fatturazione nel paese di fruzione del servizio.

Peccato che l’indagine avviata in giugno 2014 dalla comunità europea ha aperto il vaso di pandora con l’inchiesta che ha portato a scoprire quando Apple ha evaso negli anni scorsi.

Proprio perchè Apple registrava tutte le vendite in Irlanda, piuttosto che nei singoli paesi in cui sono stati venduti i prodotti, ha permesso ad Apple di pagare pochissime tasse nel paese verde, a discapito degli altri paesi.

Perchè Apple non pagherà?

Questo è il dilemma più complicato perchè se Apple è stata condannata dalla comunità Europea al pagamento di 13 miliardi di euro proprio all’Irlanda, sarà l’Irlanda stessa a ridimensionare la multa, o ad azzerarla completamente sia perchè le tasse (basse) pagate da Apple in Irlanda, visti gli elevati volumi di vendita incidono fino al 5% del PIL nazionale spingendo la ripresa economica nel paese ed anche perchè sarebbe un’ammissione implicita dell’accordo stresso sotto banco tra Apple e l’Irlanda.

Ma non solo perchè molte aziende investono in Europa, vedi Amazon e Google, ma se questa mega multa creerà un precedente, potrebbero veder bloccati molti degli investimenti verso l’Europa e dunque creare un disagio economico per le aziende tecnologiche che vogliono investire nel vecchio continente.

Già la Turchia si è proposta come “paradiso fiscale” per Apple promettendo trattamenti adeguati. Staremo a vedere se e quanto Apple pagherà la multa e quali ripercussioni si avranno sui prodotti.