Vuoi installare un antivirus su iPhone? Non sai quale antivirus scegliere per proteggere il tuo smartphone?

Vuoi scoprire quale antivirus installare su iPhone? Rispondiamo alle tue domande!

Si, non è uno scherzo, hai letto correttamente il titolo dell’articolo. Un pò forte forse, ma efficace.

In questo articolo parleremo dei migliori antivirus per iPhone, iPad e iOS in generale. Se sei un utente Android e usi questo sistema operativo da tempo, probabilmente leggerai questo articolo solo per curiosità. Se invece hai comprato un iPhone o iPad e hai paura di prendere virus con il tuo nuovissimo prodotto hi-tech, questo articolo ti schiarirà le idee per quanto riguarda virus e malware su iOS. 

Antivirus per iPhone serve?

Qualunque sia il motivo che ti ha spinto a leggere questo articolo, però, devi sapere una cosa: su iPhone non serve nessun antivirus. Si, esatto: non devi installare nessun antivirus sul tuo dispositivo iOS in quanto non serve. 

Non ci credi? Leggi tutto l’articolo per capire meglio il discorso.

Sandboxing

Forse non lo sai, ma iOS mette le app in sandbox. Non sai cosa voglia dire tutto questo? Nessun problema, ti capisco. Cerchiamo di fare chiarezza.

iOS, come altri sistemi operativi, mette le app in sandbox, che letteralmente significa cassetta di sabbia. In pratica le app vengono aperte in un luogo “sicuro e isolato dal resto del sistema operativo” in modo che non possano avere accesso a tutte le informazioni presenti sullo smartphone o sul tablet, ma solo a quelle strettamente necessarie per il corretto funzionamento del programma stesso.

Facciamo un esempio concreto per capire meglio: quando scarichi WhatsApp da App Store e avvii l’app, questa senza il tuo permesso non può accedere all’elenco dei contatti e alla rubrica. Sarai tu a dover consentire a WhatsApp di accedere alla rubrica e quindi ai numeri di telefono che hai salvato sullo smartphone. Stessa cosa che avviene per le app che devono accedere alla galleria: dopo averle installate, dovrai consentire manualmente l’accesso alla galleria (e quindi alle tue foto e ai tuoi video) a questi programmi.

Ti è più chiaro adesso?

In soldoni, dunque, tutte le app installate su iOS possono accedere solo a determinate informazioni e solo con il tuo esplicito permesso. Al di fuori dei permessi che tu hai dato manualmente, è impossibile che queste app possano accedere ad altri dettagli o informazioni presenti sul tuo iPhone.

Ogni programma, app o gioco presente su iPhone vive nella sua piccola scatola e da li non può uscire, se non per pescare determinate info di cui ha bisogno per funzionare correttamente dopo averti chiesto il permesso.

E’ quindi IMPOSSIBILE che qualche app installata tramite App Store inizi a rubarti i contatti, soldi, foto o altre informazioni sensibili in quanto le app presenti su App Store sono controllate manualmente una per una dagli esperti di Apple e solo le app sicure al 100% superano le verifiche di Apple. E se un programma è presente su App Store significa che è sicuro (di solito, ma come vedremo qualche eccezione c’è sempre).

App pericolose/malevole vs Virus: c’è una bella differenza!

Molto spesso gli utenti fanno confusione tra virus e app potenzialmente pericolose o malevole. Cerchiamo dunque di fare chiarezza in merito.

Se parliamo di un computer desktop, un antivirus è assolutamente indispensabile. Navigare sul web senza antivirus da PC Windows è molto, molto pericoloso. Con estrema facilità, infatti, si rischia di scaricare un file .exe che contiene virus, malware o altri programmi che mettono in serio pericolo il PC e i dati in esso contenuti, come documenti, foto, cronologia di navigazione web, password, dati di carte di credito e così via. Si potrebbero fare migliaia di esempi di diverse tipologie di virus e malware che attaccano Windows in vari modi e infettano il computer senza che l’utente nemmeno se ne accorga.

Su iOS, però, tutto questo è impossibile per via del sandboxing di cui abbiamo parlato prima. 

Questo però non significa che iOS sia al sicuro da app pericolose. Ci sono infatti le malicious apps, cioè quei programmi che funzionano apparentemente come altre normalissime app, che però, pur essendo in sandbox, riescono a creare problemi all’utente e a rubare qualche dato. Di cosa parlo? Come è possibile? Ti spiego meglio con un esempio concreto.

Vai su App Store e scarichi un programma per salvare, gestire e organizzare le tue carte di credito (ne esistono tantissimi, ognuno diverso dall’altro). L’app ovviamente ti chiede di inserire e salvare tutti i codici di sicurezza di queste carte per poter funzionare. Tutto normale, peccato che l’app sia in malafede: è stata approvata su App Store, ha superato i controlli di Apple, ma in realtà ha come unico scopo quello di rubare i tuoi dati personali. E magari le informazioni relative alle tue carte di credito, proprio quelle che tu hai inserito manualmente per gestire al meglio tutte le tue carte e averle sempre a portata di mano, sono inviate ad un server lontano (russo, cinese…) o a qualche hacker ben nascosto che sa esattamente come usare questi dati per iniziare a fare acquisti online senza il tuo permesso e ovviamente a tue spese. Il tutto chiaramente usando i dati che tu hai inserito all’interno dell’app.

Ecco, questo è un concreto esempio di app malevola. E contrariamente a quanto ti aspetti purtroppo queste app arrivano su App Store con molta, troppa facilità, nonostante i controlli Apple siano molto stretti. Ultimamente le cose sono migliorate, i controlli su App Store sono diventati molto più rigidi, ma qualche errore può sempre scappare, quindi bisogna sempre tenere gli occhi ben aperti!

La cosa buona è che l’app malevola non può accedere ai dati salvati e archiviati dalle altre app, quindi non tutti i dati presenti sullo smartphone sono in pericolo. La cosa meno buona è che nessun antivirus può proteggerti da queste app. Solo tu puoi fare attenzione evitando di scaricare app pericolose e malevole da App Store. 

Ad ogni modo, la cosa certa è che ancora una volta un antivirus per iPhone non serve in quanto non potrebbe in alcun modo proteggerti o difenderti da app di questo tipo.

Ci sono comunque eccezioni

Tutto quello che ti ho detto è vero, ma qualche anno fa c’è stato un piccolo “incidente” di percorso. Un’app presente su App Store, un normalissimo programma approvato da Apple, era infetto da virus. Non era un’app malevola, ma un vero e proprio virus/malware per iPhone. Come è potuto accadere?

In quel caso la colpa è stata di Xcode, l’app usata su Mac dagli sviluppatori per creare app, giochi e programmi per iOS.

Degli hacker hanno scaricato il programma originale Xcode, lo hanno modificato inserendo un virus/malware e lo hanno ridistribuito sul web. A quel punto molti sviluppatori inconsciamente hanno scaricato questa versione modificata di Xcode per sviluppare le proprie app in quanto i server di Apple per scaricare Xcode sono molto lenti. Appena hanno iniziato ad usare questa versione “corrotta” di Xcode, gli sviluppatori hanno infettato le loro app senza nemmeno saperlo e non appena queste app sono arrivate su App Store hanno iniziato a fare il lavoro sporto dando libero accesso al virus all’interno dello smartphone delle ignare vittime.

La cosa positiva, comunque, è che anche in questo caso il virus aveva accesso solo a pochi contenuti e informazioni visto che la protezione della sandbox restava comunque presente.

Apple ha comunque corretto il problema in breve tempo e ora gli sviluppatori stanno molto più attenti e possono scaricare Xcode solo dai server sicuri di Apple.

Jailbreak

Un ultimo caso che potrebbe presentare grossi problemi di sicurezza per il tuo iPhone o iOS in generale è legato al Jailbreak.

Come sappiamo, infatti, iOS è un sistema operativo chiuso, molto chiuso. Da una parte per volontà di Apple di controllare tutto quello che si può fare e non fare su iPhone, dall’altra per mantenere elevato il livello di sicurezza. 

Se però fai il Jailbreak su iOS, tutti i controlli di sicurezza attivati da Apple vengono disattivati o comunque resi quasi inutili e inefficaci. E’ vero, il Jailbreak ti permette di sfruttare come vuoi al 100% il tuo smartphone o tablet, ti da accesso a file di sistema altrimenti bloccati, ti permette di installare tweak, di scaricare programmi e app da Cydia e tanto altro ancora.

Dall’altra parte, però, il Jailbreak permette ai malware e alle app malevole di diffondersi più facilmente nel sistema. Senza dimenticare che su Cydia possono essere caricati e condivisi dei malware che magari tu scarichi inavvertitamente scambiandoli per altre app. E’ facilissimo per un hacker creare un malware, spacciarlo per un’app più famosa, farlo scaricare e installare agli ignari utenti ed entrare nei loro smartphone rubando dati sensibili e altro ancora. E in tutto questo magari gli utenti nemmeno se ne accorgono.

Insomma, senza troppi giri di parole, se hai fatto il Jailbreak il tuo dispositivo iOS è a rischio di attacco hacker, virus, malware e app malevole. Spetta a te decidere se la libertà che ottieni dal Jailbreak è più importante del rischio di sicurezza a cui esponi il tuo dispositivo. Se scarichi e installi un tweak da Cydia, gli permetti di funzionare sul tuo device e di accedere a tutto quello archiviato al suo interno; se poi scopri che era in realtà un virus o malware, potrebbe essere troppo tardi e il tuo dispositivo potrebbe essere stato infettato. In questo caso l’unico modo per risolvere il problema è quello di fare un reset completo, cioè di formattare da zero. 

 

Questo non ti vuole tenere lontano dal Jailbreak (io l’ho sempre fatto, per dire), ma solo avvertirti sui reali rischi che corri quando installi tweak poco conosciuti o provenienti da repo non affidabili.

Anche in questo caso, comunque, un antivirus non servirebbe a niente visto che un eventuale virus o malware grazie al Jailbreak avrebbe accesso a tutti i file di sistema, compresi quelli dell’antivirus.

Serve un antivirus su iPhone? – Conclusioni

Alla fine di questo articolo infinito, posso affermare con certezza che un antivirus su iPhone sia completamente inutile e non serva a niente. 

Se non fai il Jailbreak, non scarichi da App Store programmi molto strani, che nessuno conosce, magari scritti in russo o in lingue incomprensibili, non corri nessun rischio. Come sempre basta tenere gli occhi aperti e usare un pò di cervello per tenere lontani virus e malware da iOS e da iPhone. 

Ci sono antivirus per iPhone?

Si, ci sono tantissimi antivirus per lo smartphone di Apple, basta fare una ricerca su App Store per trovarne un’infinità. Come ho già detto, però, non sono app indispensabili, quindi a mio avviso non ha senso scaricarle.

Quale antivirus scegliere per antivirus?

E’ indifferente. Nessuna app ti protegge realmente da virus e malware (anche perchè come abbiamo visto non ce ne è bisogno). Scegli l’antivirus che vuoi, tanto non servirà a niente.

Come mettere antivirus su iPhone?

Semplice: basta andare su App Store, cercare la parola chiave “antivirus” e installare uno dei tanti programmi che compariranno. Magari prima di installarne uno a caso leggi i commenti e le recensioni degli utenti.

La maggior parte di questi antivirus per iPhone sono gratis. 

Se hai qualche dubbio o domanda sull’argomento, lascia un commento a fine articolo e ti risponderò il prima possibile. Alla prossima!

Se questa pagina di YourLifeUpdated.net ti è piaciuta e ti è stata d’aiuto, non perdere tempo, condividila sui social network! Clicca "Mi Piace" sulla pagina ufficiale di YourLifeUpdated su Facebook, seguici su Twitter Google+ per ricevere tante informazioni e consigli utili!

1 COMMENT

  1. Non c’è che dire,ottimo articolo,condivido tutto ciò che hai scritto,dalla prima all’ultima.Complimenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here