google-pixel-e-pixel-xl

Google Pixel: quali sono i costi di produzione?

Un’indagine svela il costo delle singole componenti hardware equipaggiate dal nuovo smartphone Pixel di Google e il ricavo dell’azienda per ogni unità venduta. Analizziamo insieme i dati raccolti.

Vediamo nel dettaglio i costi di produzione di Google Pixel per capire a quanto ammonta il guadagno di Google su ogni smartphone venduto.

Inutile girarci tanto attorno: per ogni Pixel venduto, Google ricava parecchio. Ma quanto?

 

 

Il costo di produzione di Google Pixel XL è pari a quello di iPhone 7 Plus e Galaxy S7 edge

Secondo un’analisi condotta da IHS, il costo di produzione di Google Pixel XL è in linea con quello dei più illustri rivali, in particolare Apple iPhone 7 Plus e Samsung Galaxy S7 edge.

Ma allora quanto costa produrre questo Google Pixel?

Ecco la risposta: il costo totale per produrre un Google Pixel ammonta a 285,75$, decisamente meno di 769$ chiesti negli USA (come sappiamo questa cifra non tiene conto dei costi di ricerca e sviluppo, del software e della promozione che Google sta pagando e di tanti altri costi).

E’ interessante notare, però, che nella nota spese di Pixel XL si scopre come il display sia l’elemento più costoso, con i suoi 58$, seguito dal processore Snapdragon 821 con 50$ e poi via via dagli altri componenti. Le fotocamere dei Pixel, invece, costano solo 17,5$.

Giusto per fare un confronto diretto con altri top di gamma, IHS Markit aveva stimato 255 dollari per la produzione di Samsung Galaxy S7 (flat, con Snapdragon 820) e 224.80 dollari per iPhone 7 (32 GB).

Nel frattempo, comunque, Google comunica che i suoi nuovi smartphone sono stati un successo: la richiesta supera di parecchio le capacità di produzione e, di conseguenza, gli utenti che vogliono comprare un Google Pixel devono aspettare. Big G, infatti, ha fatto sapere che “la richiesta durante la fase di pre-ordine è stata superiore a quanto ci saremmo aspettati. Siamo al lavoro per riempire nuovamente il nostro magazzino, nel minor tempo possibile”. I tempi di consegna per molti utenti che hanno effettuato il preordine sono slittati a metà novembre e non è escluso che possa ritardare ancora. Nel frattempo noi in Italia continuiamo ad aspettare.

NOTA FINALE: come sempre avviene per queste valutazioni, i costi di produzione stimati riguardano esclusivamente la produzione. In questa stima sono quindi escluse numerose voci fondamentali che impattano in modo molto importante sul costo del prodotto, come la manodopera, ricerca e sviluppo, licenze software, assemblaggio, spedizioni e anche i costi di marketing e pubblicità, che per l’azienda sono sicuramente molto elevati.

Come abbiamo già anticipato, comunque, resta il fatto che Google guadagna un sacco di soldi per ogni Pixel venduto, come del resto fanno tante altre aziende del settore.

Se questa pagina di YourLifeUpdated.net ti è piaciuta e ti è stata d’aiuto, non perdere tempo, condividila sui social network! Clicca "Mi Piace" sulla pagina ufficiale di YourLifeUpdated su Facebook, seguici su Twitter Google+ per ricevere tante informazioni e consigli utili!