Tutto si sta spostando sul mobile, tablet ed ibridi vendono molto di più che un semplice computer desktop o un notebook ma ancora gli sviluppatori non vogliono far convergere questi mondi diversi. Microsoft ci sta provando con le app universali ma gli altri sistemi operativi ancora arrancano. Oggi voglio proporvi un test che ho fatto e che sto continuando da diversi giorni.

Sto provando a scrivere un articolo dall’applicazione WordPress per iPad e devo dire che sebbene non sia facile come scriverlo da PC, la facilità d’uso e molto maggiore che su Android anche se sussistono sempre gli stessi problemi comuni.

Ad esempio la semplice banalità di inserire un’immagine con il classico copia-incolla da Google non funziona se usiamo Chrome ma da safari si. Questo perchè su iOS non è permesso il copia-incolla da applicazioni esterne e dunque dobbiamo fare affidamento solo a Safari.

Inoltre non sono disponibili le sezioni SEO di vari plugin che abbiamo installato e dunque dovremo scrivere un articolo senza completare le voci SEO che sono normalmente accessibili da dashboard classica su browser.

Non ho trovato come ridimensionare le immagini nell’articolo oppure inserire il testo giustificato oltre che non permettere di commentare e selezionare l’impostazione del post in base al template scelto.

La scrittura è veloce ed intuitiva, inserire il grassetto, italico, link ipertestuale, elenchi puntati, immagini e modificare i parametri dell’immagine sono abbastanza semplici. Sono possibili e facili da inserire sia i tag che le categorie.

Dunque sebbene negli anni il passo in avanti sia stato enorme, le app mobile, ed in questo caso WordPress ne è l’esempio lampante, sono ancora poco attente ad offrire una personalizzazione completa sotto tutti i punti di vista oltre che essere user friendly, alcune incasinano di più chi la usa.