Secondo iFixit, il nuovo Mac Mini è più difficile da riparare rispetto al modello precedente.

Image #1

I ragazzi di iFixit hanno smontato il nuovissimo Mac Mini, così come hanno sempre fatto per dare un giudizio sul grado di riparabilità di tantissimi dispositivi. L’ultima “vittima” è stata come detto sopra il Mac MIni, aggiornamento della versione lanciata nel 2012 che, secondo iFixit, sarebbe più difficile da riparare rispetto al modello precedente.

Una volta fatto il teardown, infatti, iFixit ha assegnato un punteggio di 6 su 10 rispetto agli 8 punti raggiunti dal modello precedente. In pratica, più il punteggio è vicino a 10, più è facile da riparare il dispositivo preso in esame. Avendo perso due punti, il nuovo Mac Mini sarebbe quindi più difficile da riparare e/o smontare.

Le difficoltà riscontrate dai ragazzi occupati al teardown per smontare il Mac Mini non sono state poche, una delle ragioni per cui il punteggio è sceso. Una volta però smontato tutto quanto, grande disappunto per la memoria RAM che è saldata e quindi non sostituibile se non mandando in assistenza il Mac Mini.

E’ inoltre diminuito lo spazio all’interno dato che la nuova scheda Airport si collega senza cavetteria alla porta PCIe e risulta difficile estendere la capienza del Mac Mini dato che è presente una sola porta SATA ma si potrebbe ovviare il problema utilizzando una porta supplementare PCIe (già presente) a cui collegarci un SSD.

Questi, in sostanza, i giudizi dati da iFixit che, seppur non assoluti, danno un’ottima idea di come sia stato assemblato il Mac Mini. Se volete saperne di più, sotto trovate il video con commento del teardown realizzato da iFixit.

[youtuber youtube=’http://www.youtube.com/watch?v=pPBgOHqdr3Y’]

Via