In futuro le batterie dureranno fino a 5 volte di più di quelle attuali

https://i0.wp.com/img.ideageek.it/uploads/2013/05/batterie-smartphone.jpg?w=640

Ci di voi si ricorda quanto duravano le batterie dei primi telefoni? Io con il vecchissimo Nokia 3310, pur giocando assiduamente a Snake per ore ed ore, stavo lontano dalla presa di corrente per almeno 3 giorni e se limitavo le ore si gioco, arrivavo anche a 5 giorni. Voi mi direte ma non hai lo schermo e le funzioni che ci sono adesso. Ed io vi rispondo, è vero ma il salto in avanti, almeno per quanto riguarda la tecnologia delle batterie, negli ultimi 10 anni è stato davvero minimo, se comparato al salto hardware fatto su CPU, RAM, Display e quant’altro.

Negli ultimi anni si sta sentendo sempre più l’esigenza di estendere la durata della batteria a più delle misere 12 ore lavorative e tanti produttori, Toshiba su tutti, si stanno prodigando per trovare una soluzione.

Un professore dell’università di Stanford ha creato la batteria del futuro, che permetterà di utilizzare i normali smartphone fino a 7 giorni senza ricaricare. Sembra incredibile ma secondo Yi Cui, professore del dipartimento di Ingegneria e Scienza di Stanford, questo sarebbe possibile semplicemente preservando il consumo di litio generando batterie di dimensioni inferiori ma con carica superiore.

Le batterie attuali sono composte da un anodo, il polo negativo che rilascia gli elettroni, il catodo, il polo positivo da cui rientrano gli elettroni ed in mezzo un elettrolita, il litio, che ha un grosso difetto per via della capacità di espandersi e che quindi fa durare meno la vita della batteria stessa.

Secondo Cui, sarebbe sufficiente racchiudere un anodo di litio in una microscopica membrana di carbonio spessa solo 20 nm che permetterebbe di controllare l’espansione del litio e quindi, non solo aumentare la vita della batteria ma anche ridurre notevolmente le dimensioni e che a parità di dimensioni, le batterie di Cui durerebbero fino a 5 volte di più delle attuali batteria a litio.

Insomma in prossimo futuro, non troppo lontano, potremo usare il nostro smartphone per più giorni senza ricaricare e magari passare il weekend fuori porta senza portarci dietro il carica batterie.