https://i0.wp.com/www.webnews.it/wp-content/uploads/2015/05/CHIP-1-630x417.jpg?resize=630%2C417

In principio fu Arduino e poi Raspberry che con i loro mini PC stanno spopolando nel mondo grazie al loro prezzo molto contenuto che permettono di avere un dispositivo multi funzione con circa 40 euro ma c’è chi crede di abbassare l’asticella verso il basso affinché vengano distribuiti mini PC in tutto il mondo soprattutto nelle zone più povere.

Si chiama C.H.I.P. e costa circa 8 euro ed è il computer più economico in commercio. Il progetto è presente su Kickstarter, noto sito di crowd funding e sta riscuotendo un notevole successo. A livello hardware troviamo un chip Allwinner A13 da 1 GHz, una GPU Mali 400, 512 MB di RAM DDR3, 4 GB di memoria e non mancano neanche un chip Bluetooth 4.0, un modulo WiFi 802.11b/g/n, pin I/O per la connessione di periferiche, porte microUSB, USB e video composito. Infine l’alimentazione avviene tramite una batteria esterna a litio da 3,7 Volt da 3000 mAh oppure attraverso cavo USB. Il tutto in dimensioni di 6 x4  cm.

La raccolta fondi al momento è di oltre 140mila dollari contro un obiettivo di 50mila dollari e noi abbiamo fatto una donazione per ricevere questo mini PC nel più breve tempo possibile per recensirlo per voi.

https://i2.wp.com/www.webnews.it/wp-content/uploads/2015/05/CHIP-3-630x417.jpg?resize=630%2C417

A livello software troviamo una distribuzione Debian e chi ha finanziato il progetto potrà riceverlo a fine anno mentre tutti gli altri potranno comprarlo a inizio 2016.