Processori Intel Core m3, m5, m7: confronto, analisi, differenze per capire quale è meglio comprare. Meglio Intel Core m3, m5, m7? Confronto Intel Core m3, m5, m7

E’ meglio acquistare Intel Core m3, m5, m7? Ecco un veloce confronto per schiarirvi le idee.

Intel

Recentemente alcuni lettori di YourLifeUpdated mi hanno scritto chiedendomi consigli per capire analogie e differenze tra i nuovi processori Intel Core m3, m5, m7.

Tutti hanno un TDP base di 4.5 watt, GPU Intel 515, Dual Core, supporto a RealSense e USB Type-C, con un incremento grafico pari al 40% rispetto alla generazione precedente. Intel rivolge i nuovi Core m a tablet, 2-in-1 e Compute Stick – a conferma delle voci che volevano Mini PC compatti di fascia alta.

A molti utenti, però, non è ben chiara la differenza tra processori Intel Core m3, m5, m7. A dire il vero, la cosa mi sembra quasi “voluta” da Intel, che ormai sta creando un gran caos tra tutti questi processori e a volte nemmeno gli esperti del settore riescono a capire quali siano effettivamente le differenze tra un processore e l’altro. E, se nemmeno gli esperti ci saltano fuori, figuriamoci i normali utenti.

Proprio per questo, e visto che le richieste da questo punto di vista sono state parecchie, ho pensato di scrivere un articolo non troppo tecnico in modo da aiutarvi a chiarire la situazione. In questo modo spero di aiutare tutti i lettori del blog a fare chiarezza sulle differenze e sulle analogie tra processoriIntel Core m3, m5, m7. 

Ovviamente la scelta finale sul processore da acquistare spetta a voi, ma con questo breve articolo spero di fornirvi gli elementi basilari per fare la scelta corretta in base alle vostre esigenze.

Detto questo, vediamo insieme quali sono le analogie e le differenze tra i processori Intel Core m3, m5, m7 per farne un veloce confronto.

Intel Core m3, m5, m7: quale è meglio?

Volete acquistare un processore Intel Core m3, m5, m7, ma non sapete quali siano le differenze tra i 3? Quale è più potente? Ecco qualche considerazione.

La scelta del processore è sempre un argomento molto delicato. Dobbiamo prendere in considerazione, infatti, sia la potenza del componente hardware, sia l’uso che facciamo del computer. A seconda delle esigenze, infatti, possiamo orientarci sul processore Intel Core m3, m5, m7. 

I modelli in questione sono abbastanza simili tra loro, poichè vengono prodotti con la stessa architettura costruttiva. Tuttavia, come avrete notato, ci sono delle differenze importanti che ne giustificano la disuguaglianza di prezzo. 

In generale, comunque, considerate che il pi potente è il modello m7, mentre gli altri, a scalare, sono sempre meno potenti rispetto al top di gamma. Detto questo, vediamo analogie, differenze e caratteristiche dei processori Intel Core m3, m5, m7. 

Intel ha pubblicato negli scorsi giorni le specifiche tecniche complete delle CPU Core M di seconda generazione e ci ha permesso in questo modo di capire cosa differenzia una variante dall’altra. In particolare, abbiamo 4 modelli, con tecnologie a salire, tutti Dual Core e tutti HyperThreading, che arriveranno sul mercato in autunno, precisamente nel Q3 2015.

Nel dettaglio, i processori Intel Core m sono i seguenti:

  • Intel Core m3-6Y30 a 0.9 – 2.2 GHz
  • Intel Core m5-6Y54 a 1.1 – 2.7 GHz
  • Intel Core m5-6Y57 a 1.1 – 2.8 GHz
  • Intel Core m7-6Y75 a 1.2 – 3.1 GHz

Se vogliamo approfondire il discorso, scopriamo che Core m3-6Y30, il meno potente dei 4, ha un valore di TDP-down pari a 3.8 watt, non 3.5 watt come gli altri. Su tutti, lo standard è di 4.5 watt con 7 watt di TDP-up: questo significa che l’offerta base dei nuovi Core m sarà anche quella meno efficiente.

Lo stesso discorso si applica alla frequenza della GPU. Tutti i processori montano le GPU Intel HD 515, ma Core m3 gira a 850 MHz, m5-6Y54 e m5-6Y57 a 900 MHz e m7-6Y75 a 1 Ghz. Sembra che l’unica differenza tra i due Core m5 stia solo nei 100 MHz della CPU, ma le cose non stanno realmente così.

Come si nota dal comparatore di Intel, infatti, m5-6Y57 e m7-6Y75 hanno il supporto alla tecnologia vPro, alla piattaforma SIPP (Stable Image Platform Program) e alla Trusted Execution Technology. In pratica, i due SoC al top della nuova linea sono quelli realmente adatti a macchine Pro, al settore business ed enterprise. È questo che differenzia i due Core m5.

La soluzione più equilibrata diventa quindi Core m5-6Y54: ha una frequenza di clock discretamente superiore ai modelli attuali, può essere configurato con il minor TDP-down possibile e probabilmente un prezzo di listino adatti al mercato consumer.

Ad ogni modo, segnalo che potete trovare maggiori informazioni e tutti gli altri dettagli nel comparatore Intel.

Bene, direi che abbiamo concluso con questo velocissimo confronto tra processori Intel Core m3, m5, m7. 

Giusto per fare un’ultima nota di chiarezza, vi spiego al volo la differenza tra questi processori Intel Core m e Intel i3, i5 e i7. I Core “i” coprono una gamma di prezzi, consumi e prestazioni immensa in generale. Nei portatili ultimamente mettono gli i5-xxxxU (o i7, o i3) che, rispetto ai Core m, hanno poche differenze (sono tutti dual-core con hyperthreading). La principale differenza è che gli U “consumano” fino a 15Watt, mentre i Core M fino a 4.5Watt, quindi i Core M sono un pò più limitati nel senso che, se vengono messi sotto sforzo per molto tempo, non ce la fanno a rimanere entro i loro limiti di consumi/produzione calore e abbassano la frequenza diventando più lenti.

Comunque, se dovete fare calcoli molto lunghi e pesanti, è meglio evitare anche la serie U e passare alla serie M o HQ, con consumi sui 30-45W, che però solitamente non vengono messi su portatili ultrasottili o convertibili a causa degli eccessivi consumi e delle elevate temperature. Ma di solito chi ha bisogno di un computer portatile molto potente non si affida a ultrabook o laptop troppo piccoli o leggeri. 

Altra piccola info a chi puo interessare: la GPU dovrebbe esser circa il 40% piu potente della HD5300 e tutta la CPU (GPU e controller inclusi) è grande 99mm^2 più o meno (Exynos 7420 è 78mm^2, SnapDragon 800 118.3mm^2, Apple A8 89mm^2).

In linea teorica, questi piccoli ma potenti processori potrebbero arrivare anche su smartphone e in effetti molti utenti ci sperano davvero: uno smartphone con Windows 10 Mobile basato su questi processori sarebbe una vera bomba, in grado di sbaragliare alla grande la concorrenza.

Resta il fatto che quelli di Intel dovrebbero cercare di fare un pò più di chiarezza per distinguere i vari modelli di processore, altrimenti finirà che nemmeno loro saranno più in grado di distinguere i vari modelli che producono.

Se questa pagina di YourLifeUpdated.net ti è piaciuta e ti è stata d’aiuto, non perdere tempo, condividila sui social network! Clicca "Mi Piace" sulla pagina ufficiale di YourLifeUpdated su Facebook, seguici su Twitter Google+ per ricevere tante informazioni e consigli utili!