I pirati hanno trovato il modo di aggiornare la PS3 con un firmware non ufficiale per continuare a giocare gratis con i nuovi titoli.
ps3-hack_t

Il mondo dei videogame, si sa, attira da sempre utenti e appassionati di tutte le età ed è anche uno dei pochi settori commerciali costantemente in crescita, nonostante sia anche uno dei passatempi più costosi: il prezzo che un videogiocatore deve sborsare per acquistare un titolo per console o PC può superare anche i 60 euro! Troppi, soprattutto per i tanti pirati che non sono affatto disposti a pagare tutti questi soldi per giocare e divertirsi con le loro serie preferite.

Un mercato alternativo

Proprio per questo motivo si è sviluppato un mercato parallelo dei videogiochi, molto noto alle software house, che ha generato una guerra ormai senza tempo tra pirati e sviluppatori di videogame. La nascita e la diffusione dei giochi non originali su console è da attribuirsi
principalmente proprio al successo della prima Playstation la quale, supportando giochi su CD, ne favorì incredibilmente la duplicazione illegale a poco prezzo mediante l’utilizzo di un semplice masterizzatore. Anche la Playstation 2, poco dopo la sua uscita sul mercato, venne modificata permettendo ai pirati di usare giochi masterizzati semplicemente installando un piccolo chip all’interno della console. Con il passare del tempo, la guerra alla pirateria si è fatta sempre più aspra spingendo le software house ad adottare nuove contromisure per arginare il fenomeno e rendere difficile la vita ai pirati. Mentre l’installazione di un gioco pirata su PC è diventata un’operazione ormai alla portata di tutti (il più delle volte basta semplicemente scaricarlo dal Web e applicare un semplice crack), la situazione su console è decisamente più complessa e delicata. Nel caso della Playstation 3, ad esempio, la mo-
difica più utilizzata consiste nel sostituire il firmware originale Sony con uno modificato, chiamato in gergo custom firmware, che permette al pirata di avviare appositi programmi chiamati Launcher la cui funzione principale è quella di leggere tramite hard disk esterno o chiavette USB le copie di backup dei giochi scaricati direttamente da Internet e avviarli proprio come se si possedesse il gioco originale.

Nuovi giochi, nuove modifiche

Sony, naturalmente, non è rimasta a guardare e ha cercato di arginare questo fenomeno rilasciando periodicamente aggiornamenti firmware e dashboard per le proprie console e rendendo di fatto inutilizzabili i titoli appena usciti su sistemi modificati. I pirati in possesso di una PS3 modificata con Custom Firware non possono dormire sonni tranquilli ma, al contrario, sono costretti a rimanere costantemente aggiornati sui nuovi update ufficiali e verificare periodicamente la disponibilità di nuovi Custom Firmware. Nel momento in cui è disponibile un update, il pirata deve quindi necessariamente procedere alla sua installazione sulla console scaricandolo dal Web e installandolo, di solito tramite l’utilizzo di una chiavetta USB da collegare alla console stessa, prestando sempre attenzione a formattarla in formato FAT32 visto che la Playstation 3 non è in grado di leggere supporti esterni con file System NTFS.

Come aggiornare la PS3 con un firmware non ufficiale per giocare gratis

 

Il pirata scarica il custom firmware aggiornato da uno dei tanti servizi di hosting Web: uno dei più utilizzati è sicuramente Mega, dal quale è possibile scaricare ad esempio il file PS3UPDAT_Rogero_CEX_4.55_vl.00b. Il pirata attende quindi pazientemente il completamento del download sul proprio PC.

A questo punto il pirata delle console scompatta il file sul desktop e inserisce nella presa USB del computer la chiavetta che andrà successivamente ad utilizzare per l’update. La chiavetta dovrà essere rigorosamente formattata in formato FAT32 in modo da permettere un corretto funzionamento sulla PS3.

Il pirata crea quindi una cartella all’interno della chiavetta USB dentro alla quale, dopo aver creato un’ulteriore sottocartella UPDATE, va a copiare il custom firmware appena scaricato, avendo cura di rinominarlo in PS3UPDAT. PUP. Collega la chiavetta alla porta USB della Playstation 3 ed accende la console.

Il pirata, a questo punto, dopo aver acceso la propria Playstation 3 procede con l’aggiornamento del sistema. Poiché il file di update è stato copiato su chiavetta USB, il pirata selezionerà il supporto di memorizzazione esterno contenente suddetto file.

La Playstation 3 rileverà automaticamente il nuovo custom firmware: dopo aver dato conferma per l’aggiornamento, al pirata non rimane altro da fare che confermare l’installazione del nuovo firmware. La procedura richiede qualche minuto: al termine la console si riavvierà in modo automatico.

Completata la procedura di installazione del custom firmware, il pirata collega il proprio hard disk esterno alla console e seleziona tramite il launcher la copia di backup del gioco da avviare. Dopo un veloce caricamento, al pirata non rimane altro da fare che premere Play e iniziare a giocare!