Normativa e regolamento droni: entro il 2019 ci saranno regole e leggi nuove valide in tutta Europa per chi guida un drone

Normativa Europea Droni Entro Il 2019

L’Unione Europea prova a dettare le regole per l’utilizzo dei droni: arriverà un regolamento unico entro il 2019.

Hai comprato un drone o stai pensando di acquistarne uno? Preparati a sottostare ad un regolamento europeo per farlo volare. 

L’unione Europea sta infatti pensando di emanare un regolamento e una normativa valida in tutta Europa per regolamentare i voli dei droni, che ormai sono sempre più diffusi e iniziano a creare un traffico aereo importante che potrebbe comportare problemi di vario tipo.

La situazione attuale

Al momento attuale ogni Nazione dell’Unione Europea (e addirittura ogni città nel caso di quelle più grandi come Milano, Roma, Venezia…) ha un proprio regolamento per quanto riguarda il volo dei droni.

La cosa, ovviamente, crea non pochi problemi per i possessori di questi dispositivi, che quando escono dalla propria nazione devono cercare (tra non poche difficoltà) di capire quale sia il regolamento vigente nello Stato in cui si trovano.

Io ad esempio ho avuto problemi quando sono andato a Valencia per visitare la città: su internet non c’erano notizie precise, sui vari forum non ho trovato regolamenti per i droni a Valencia, le leggi spagnole sul volo dei droni sono diverse da quelle italiane, così ho dovuto contattare su Facebook dei gruppi di appassionati di droni di Valencia, che fortunatamente mi hanno aiutato a capire quale fosse il regolamento per i droni sulla città. In pratica mi hanno evitato una bella multa.

Quando sono stato a Malta, invece, non ho avuto problemi: facendo volare il drone sulla costa e sul mare non avevo praticamente rischi, se non quello legato al fatto che il drone sarebbe potuto finire in mare.

In Italia, invece, come ho anticipato le regole sui droni cambiano da città a città: a Parma si può volare anche sopra il centro cittadino (con i dovuti permessi, il patentino e tutto il resto), a Roma e Venezia no.

Una gran confusione

Insomma, al momento la normativa che regola il volo dei droni in Europa è poco chiara e molto confusionaria. Ci sono troppi regolamenti, tutti diversi in qualche modo e ovviamente i possessori di quadricotteri che girano per l’Europa vanno incontro a parecchie difficoltà.

La soluzione arriva dall’Unione Europea

Proprio a fronte di questa situazione caotica, l’UE ha deciso di intervenire sul regolamento dei droni: entro il 2019 rilascerà una normativa Europea valida in tutti gli Stati membri che spiegherà in modo preciso e dettagliato dove, come e quando è possibile fare volare un drone in un determinato Paese.

Obbligo di registrazione per tutti i droni non commerciali

Tra le tante novità in arrivo per quanto riguarda la regolamentazione dei droni in Europa arriverà sicuramente una soluzione simile a quella degli USA, che hanno di recente imposto l’obbligo di registrazione dei droni ad uso non commerciale presso la FAA.

I multirotori dovranno essere anche identificabili e tracciabili attraverso sistemi di geo-fencing.

Gestione traffico aereo per droni

L’UE afferma inoltre di voler creare un sistema di gestione del traffico per i droni che sia simile al controllo del traffico aereo classico.

L’obiettivo

Ovviamente l’obiettivo di puntare ad un regolamento unico entro il 2019 è anche quello di permettere ad un mercato fiorente come quello dei droni di poter crescere rapidamente con regole certe che non ne ostacolino lo sviluppo.

Gli acquirenti di droni più o meno professionali sono in costante crescita, così come il numero di quadricotteri che spiccano il volo per riprendere i bellissimi paesaggi che caratterizzano tutta l’Europa.

Penso dunque che sia giusto offrire agli utenti finali un regolamento chiaro e universale valido in tutti i Paesi dell’Unione Europea. 

Le prime informazioni sul Regolamento Europeo per Droni

La normativa europea attualmente si trova allo stato di bozza, i lavori sono ancora abbastanza indietro, ma, stando alle prime informazioni trapelate, sembra che solo chi si registrerà e avrà un drone tracciabile potrà volare ed agire entro un range di 150 metri d’altezza.

I droni, inoltre, dovranno rispettare i limiti dello spazio aereo e datarsi del sistema Dda che individua ed evita eventuali ostacoli lungo il percorso.

Maggiori informazioni e dettagli arriveranno in futuro.

Per questa news è tutto. Di seguito ti propongo invece qualche altro articolo interessante relativo al mondo dei droni.

I Migliori Droni Professionali

Se vuoi un drone realmente potente e professionale, leggi questo articolo, in cui abbiamo elencato i 6 migliori droni professionali da acquistare:

I prezzi sono salati, ma questi droni sono spettacolari!

I Migliori Droni Economici A Poco Prezzo

Se vuoi un drone economico, che costi poco e ti faccia divertire senza grosse difficoltà, leggi questo articolo, in cui ti proponiamo i migliori droni da comprare spendendo meno di 50 euro:

Costano tutti poco, in caso di caduta/rottura non avrai un grosso danno economico, ma ti divertirai facendo alzare in volo il tuo primo drone.

Miglior Drone In Assoluto

Se devo essere sincero, i droni economici non mi fanno impazzire e inoltre per le mie esigenze avevo bisogno di qualcosa di più potente.

Per questo ho comprato il Mavic Pro e oggi non potrei stare senza.

A mio avviso è il miglior drone oggi sul mercato per quanto riguarda qualità e prezzo. Lo uso per riprendere scene di sport, foto di città, eventi e tanto altro ancora. Si può usare in qualunque situazione ed è comodissimo da trasportare grazie alle dimensioni ridotte.

Conclusioni

Siamo arrivati alla fine di questo lungo articolo sulla normativa europea per droni in arrivo entro il 2019.

Prima di abbandonare l’articol, ti consiglio di dare una letta ad altri interessanti post legati al mondo dei droni.

Il drone più economico in assoluto

Oltre al Mavic Pro, avevo un altro drone piccolo ed economico: JJRC H37 ELFIE: un nuovo piccolo drone per scattarsi selfie!

A me non è piaciuto molto e mi si è distrutto dopo pochi voli, ma comunque è abbastanza divertente da guidare anche se la fotocamera/videocamera è davvero di pessima qualità.

L’ho recensito in questo video:

Bene, direi che ora è davvero tutto. In caso di dubbi o domande lascia un commento a fine articolo.

Non perdere nessuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here