[Editoriale] Nokia è ritornata o forse non se n’è mai andata

Il Mobile World Congress 2017 di Barcellona ha sancito il ritorno di Nokia. Cosa aspettarsi dall’azienda Finlandese

Ammetto, mi è dispiaciuto non andare all’MWC 2017 di Barcellona perchè avrei voluto vedere non solo i nuovi smartphone Nokia da vicino ma anche perchè volevo vedere con i miei occhi l’entusiasmo che gira intorno al ritorno di un brand storico come Nokia che dopo la vendita della divisione hardware a Microsoft ed il blocco di un paio di anni da contratto, ritorna più forte di prima, ma questa volta lo fa partendo dal basso.

Dopo aver presentato Nokia 6 solo per il mercato Cinese, Nokia ha sfruttato la vetrina del Mobile World Congress 2017 di Barcellona per presentare il Nokia 6 nella versione internazionale, Nokia 5 e Nokia 3 ed inoltre ha presentato un feature phone che porta agli albori lo storico Nokia 3310 leggermente rivisto in chiave moderna.

Il ritorno di Nokia

Dunque Nokia vuole tornare più forte di prima anche se la produzione dei suoi smartphone ora è data ad HMD Global che ne detiene tutti i diritti ma resta comunque un alto controllo sulla produzione dei suoi smartphone.

Infatti ora Nokia, nel suo rilancio ufficiale, non lo fa più come produttore dei suoi smartphone, perchè la divisione hardware l’ha venduta a Microsoft, ma come sviluppatore mentre la costruzione è compito di HMD Global.

Ovviamente gli smartphone Nokia punteranno tutto sulle funzioni “accessorie” e l’elevata qualità costruttiva, segno indelebile del brand, anche ai tempi del Lumia; Infatti a bordo dei Nokia 6, 5 e 3 troviamo una versione di Android quasi stock con pochissime personalizzazioni ma Nokia vuole puntare tutto sulla qualità costruttiva e solo in futuro concentrarsi sul software.

Non è ancora il tempo del top di gamma

Chi al MWC 2017 si aspettava il top di gamma di Nokia sarà rimasto deluso perchè il più potente, Nokia 6, ha solo un processore Snapdragon 430, 4GB di RAM e 64GB di memoria flash con fotocamera posteriore da 16MP che lo posizionano nella fascia media del mercato.

Infatti 6 sarà il dispositivo di punta del mid range Android per Nokia con caratteristiche hardware a scalare per Nokia 5 e Nokia 3 con prezzi che andranno da poco più di 100 euro fino a 229 euro per Nokia 6.

Nokia dunque vuole aggredire il mercato degli smartphone “a buon prezzo” ma offrendo una fluidità ed esperienza d’uso notevole, rimarcando il buon lavoro fatto da Motorola con la serie Moto G che vende benissimo.

Si vocifera in rete di Nokia 8, il primo top di gamma Nokia che arriverà, ma almeno non a breve, si parla di Maggio-Giugno 2017 e li si che potremo vedere Nokia combattere con giganti del calibro di Samsung ed Apple.

Brava Nokia: BlackBerry guarda ed impara

Speriamo che le stesse orme e mosse commerciali vengano anche da un altro big del settore ormai in declino, BlackBerry, che provi a rilanciare il suo marchio partendo dalle fondamenta anche se a distanza di quasi due anni dal lancio del primo smartphone con Android sembra non aver sortito l’effetto sperato.

E se Nokia e BlackBerry si unissero?

Gearbest i prodotti più popolari in italia promotion