Ho deciso. Passo ad iOS: Ecco la mia esperienza sulle 5 cose che mi mancano di Android [Episodio 1]

Ebbene si ho deciso, passo ad iOS. Era il lontano 2008 quando feci il primo, e storico passaggio, abbandonai Symbian per passare ad Android con il mitico HTC Dream e poi l’ottimo HTC Magic, e da allora non ho più abbandonato il robottino verde. Ora un nuovo cambio epocale dettato dall’obbligo di provare un altro sistema operativo che non sia Android.

Ho scelto iOS, vuoi per i commenti che leggo in giro, ma anche per la fame di tecnologia che ho e la voglia di possedere un iPhone che mai prima d’ora mi piace da morire. Andrò contro tendenza, ma gli iPhone, prima del 6 e 6 Plus non mi hanno mai fatto impazzire. Ora però, almeno a livello estetico i nuovi iPhone 6 mi piacciono da morire ed ho deciso di fare il grande passo.

A dicembre ho comprato il nuovo iPad Air con 4G, poi a gennaio il passaggio definitivo, compro la Apple TV e vendo tutti i telefoni Android, in modo da non avere la tentazione di fare cambio e compro l’iPhone 6 Plus Bianco da 16GB. Il passaggio è stato dolorosissimo, soprattutto per quanto riguarda lo smartphone, che mi ha destabilizzato mentalmente ;-).

I primi giorni sono stati duri anche se ora mi sono, un po, abituato. La prima impressione è quella che conta e da subito ho rimpianto alcuni aspetti di Android. Nelle prossime settimane scriverò tutti i problemi che ho incontrato nel passaggio da Android ad iOS ma durante i primi giorni posso riassumere i 5 fattori che erano utili su Android.

Le 5 cose che mi mancano di Android

Iniziamo con l’abbandono di tutti i miei cavetti, adattatori e basetta con presa mini-USB, ora non posso più utilizzarli perchè ovviamente Apple usa l’odioso cavo proprietario, che sebbene sia fantastico perchè piccolo e double face non è il classico mini USB presente in pratica ovunque.

Mi manca la barra delle notifiche funzionale e personalizzata di Android che su iOS si presenta come una brutta copia di quella del sistema operativo di Google e non permette di avere una esperienza utente completa sotto tutti i punti di vista.

Odio la dipendenza da iTunes, perchè su Android ero libero di utilizzare tutti i file così come li scaricavo in rete. Musica e Video devono passare da iTunes altrimenti è impossibile riprodurla senza fare truschini.

Android gestisce meglio il file system che permette di organizzare le immagini in pratiche cartelle in modo automatiche mentre su iOS è difficile trovarle nelle cartelle giuste e a volte, anche troppo spesso, mi perdo alla ricerca di foto e video.

Le mappe sono l’altra nota dolente di iOS, Google Maps è inarrivabile e sebbene Apple stia facendo sforzi immani al momento le mappe sono davvero scandalose oltre che in alcuni casi pericolose per via delle numerose problematiche riscontrate  in fase di navigazione.

  • Fabio Del Prete

    A breve potrò commentare anche io appena comprerò l’iPad Mini 2, vedremo quanti cristoni dovrò tirare inizialmente 😉

    • CashDroid

      Non lo fare!!! Non passare ad iOS è una tortura