Ho deciso. Passo ad iOS: I primi giorni sono i più duri [Episodio 2]

Lo so siamo solo al secondo episodio, ma già sento la mancanza di Android. Di seguito trovate il primo episodio sul mio passaggio da Android ad iOS. Ho deciso. Passo ad iOS: Ecco la mia esperienza sulle 5 cose che mi mancano di Android [Episodio 1] Da circa 10 giorni ho deciso di fare un cambio epocale. Son passato a iOS dopo ben 7 anni di fedeltà ad Android.

Alla ricerca delle app

Il primo passo che ho fatto è stato andare alla ricerca delle app che utilizzavo sul mio Android in modo da averle anche sull’iPhone. Ormai i due store sono alla pari e anche le app sono le medesime anche se su iOS risultano più curate. Ovviamente ho perso tutte le app che ho acquistato su Android poichè le licenza non sono più valide, solo per WhatsApp ho conservato gli anni residui poichè il rinnovo è legato al numero di telefono.

Ritornando alle app, se per le email ed altre app secondarie non ho trovato difficoltà, ho riscontrato due problemi, ho perso tutte le mie chat di WhatsApp, perchè almeno ufficialmente non è possibile trasportare le chat di WhatsApp da Android ad iOS, e poi non ho trovato un’app degna di nota che sostituisse Google Keep, c’è GoKeep ma non mi piace.

In buona sostanza, tante app sono le stesse sia su Andorid che su iOS, quelle che prevedono il salvataggio dei dati online non hanno problemi, ma quelle che salvano in locale i dati, come WhatsApp, mettetevi l’anima in pace perchè perderete tutto. Tra le app che non ho trovato è 3GWatchDog che la utilizzavo da anni per monitorare il traffico dati consumato dal mio piano tariffario, ho trovato MyDataManager che è molto simile ma non personalizzabile come 3GWatchDog.

iOS è davvero più semplice di Android?

In pratica ho provato tutte le versioni di Android, dalla 1.5 fino a Lollipop e la sua semplicità è migliorata di versione in versione e dunque non trovo nessuna difficoltà nell’utilizzo di dispositivi Android ma la tanto decantata semplicità d’uso di iOS non avevo ancora avuto modo di saggiarla per così tanto tempo.

Da quando uso l‘iPhone 6 Plus non ho mai notato tutta questa semplicità anzi, le operazioni che prima erano veloci ed immediate, richiedono qualche tap di troppo. Ad esempio, per controllare il traffico residuo del mio piano tariffario Wind, prima avevo un comodo widget sulla home, mentre adesso devo andare a cercare l’app e poi aspettare che ricarichi tutto per sapere quanti minuti, SMS e GB ho ancora.

Su Android ero troppo dipendente dal tasto indietro che su iOS è sostituito dal pulsante home che però fa tornare direttamente alla home screen. Spesso mi capita di aprire un’app dentro un’app e per tornare indietro, non sempre è presente il pulsante indietro e dunque sono costretto a premere il pulsante home, ricercare l’app e riaprila, oppure premere il pulsante home due volte ed aprire l’app che è in background.

La comodità di avere i tasti nella parte inferiore del display permette ad Android di essere usato anche con una sola mano, mentre, soprattutto con il 6 Plus, questo è quasi impossibile perchè i tasti indietro e quello funzione sono presenti nella parte superiore dello schermo.

Il dialer di iOS è uguale a quello stock di Android, pre Lollipop, infatti non è possibile ricercare il contatto usando il T9. Se con Android il problema appartiene al passato con Lollipop, su iOS 8 non è stata ancora introdotta questa “stupida” funzione.

Certo avete tutte le app in un’unica schermata scorrevole che per molti potrebbe essere il massimo dell’usabilità, ma se come me, installate centinaia di applicazioni, dopo qualche tempo inizierete ad imprecare contro Apple ogni qual volta dovete trovare un’app perchè non è possibile ordinarle in nessun modo se non manualmente ed in cartelle.

Come faccio a condividere un file su iOS?

Altro tasto dolente di iOS è la condivisione dei file. Se con Android potevo destreggiarmi nell’invio di file in tantissimi modi diversi anche tra le app stesse, su iOS, ad esempio una foto la posso inviare tramite SMS, mail e sui social network mentre per passare un’app dalla Galleria ad alcune app di condivisione come Dropbox è più difficile poichè potrete farlo dall’app stesse e non accedendo al contenuto da inviare. Dunque se devo inviare un’immagine su dropbox, non devo aprire la galleria e selezionare la foto ma aprire Dropbox ed andare a pescare il file da inviare sul Cloud.

Oddio le Notifiche

Anche se con iOS 8 la barra delle notifiche è stata notevolmente potenziate, non è lontanamente paragonabile a quella multifunzione di Android che davvero permette di non perdere nessuna notifica anche grazie alla spettacolare integrazione con la lockscreen. Le notifiche interattive di iOS è qualcosa di già visto su Android da diverse versioni, e spesso e volentieri, l’apertura di una notifica su iOS risulta lenta e macchinosa perchè il sistema operativo deve “risvegliare” l’applicazione per poter aprire l’app e mostrare la notifica. Questo perchè iOS manda in freeze l’app e non la lascia aperta in background come avviene su Android e dunque il risveglio è più lento.

L’NFC c’è ma non si vede

Con notevole ritardo rispetto alla concorrenza, anche Apple ha integrato il chip NFC sui nuovi iPhone 6. Questo è un vero dilemma perchè il chip c’è ma non si vede, perchè l’NFC è stato concepito da Apple solo per interagire con il nuovo sistema di pagamenti Apple Pay e basta. Dunque nessuno scambio o accoppiamento con dispositivi che usano l’NFC, i tag NFC non funzionano e molto altro. L’NFC c’è ma non si vede.

Che figo il Touch ID

Se sul Galaxy S5 non avevo in pratica mai usato il lettore di impronte, se non per pagare qualche volta su PayPal, sull’iPhone 6 Plus è diventato un mio compagno fidato visto che in pratica riconosce le mie dita, dopo aver fatto una registrazione a puntino, in qualsiasi posizione io le metta. Brava Apple.

  • Gabriele

    La comodità di avere i tasti nella parte inferiore del display permette ad Android di essere usato anche con una sola mano, mentre, soprattutto con il 6 Plus, questo è quasi impossibile perchè i tasti indietro e quello funzione sono presenti nella parte superiore dello schermo

    risposta: Reachability

    • CashDroid

      Ma è scomodo ugualmente!!! Si rallentano le normali procedure di usabilità del software. La barra posta bella parte inferiore è molto più comoda

      • Gabriele

        Comunque non è vero che non si riesce ad usare con una sola mano…cmq capisco che sei di parte e l’articolo lo mette in evidenza..

        • CashDroid

          Sicuramente sono di parte perchè venendo dopo 8 anni di utilizzo di Android non potrei esserlo diversamente e sfido chiunque a fare il passaggio che ho fatto io.

          Vi posso solo dire che con il Note 4, che ha anche il display più grande non avevo problemi. Con il 6 Plus ho più di qualche problema