Non esistono più i Cinafonini di una volta .. E meno male!!! [Editoriale]

CECT i9, CECT i10, Hiphone 4gs, Pinphone, C6, iPhone 4 E9000 chi non li ha mai sentiti? I vecchi Cinafonini cloni ma con software scadente. Ora la musica è cambiata.

Vi ricordate i CECT i9, i10 e simili? Erano i perfetti clone di smartphone di successo ma solo nel design ed il software faceva pena. Ora però a distanza di quasi un decennio la Cina detta legge in tutto il mondo, vedi i vari Xiaomi, Huawei, Honor, Vernee, Vivo, Lenovo, OnePlus, Oppo, Meizu e moltissimi altri brand che non copiano più ma hanno anche le possibilità di innovare e cambiare le regole del mercato.

https://i0.wp.com/www.mondomobileblog.com/wp-content/uploads/2010/03/i9white4.jpg?w=640

CECT chi???

In principio fu CECT, nota azienda Cinese, che letteralmente clonava gli iPhone ed almeno esteticamente erano identici ai modelli originali ma al loro interno girava un software proprietario che copiava iOS ma che tutto era meno che fluido come il vero clone.

Infatti un tempo i cloni Cinesi dei brand che andavano per la maggiore erano solo identici nell’estetica ma già alla prima accensione si capiva il trucco, display con colori spenti ed icone sgranate, software lentissimo e qualità complessiva scarsa.

Ora la musica è cambiata

Ora a distanza di quasi un decennio la musica è cambiata ed i vari brand Cinesi e limitrofi dettano legge nel mercato, vedi i vari Xiaomi, Huawei ed Honor ma non citando i più conosciuti passiamo ad altri come Elephone, Vernee, HomTom, Doogee, Cubot, Bluboo, UMi, Timmy, THL e moltissimi altri marchi che propongono soluzioni ottime, innovative e prezzi incredibilmente contenuti.

Infatti non è difficile trovare ottimi smartphone, aggiornatissimi, con display definiti, comparto multimediale all’altezza di brand noti, lettori di impronte digitali e molto altro per circa 100 euro quando se fossero marchiati Samsung ed Apple costerebbero molto di più.

Xiaomi e le altre compagini Cinesi

Basti pensare all’ultimo Xiaomi Mi Mix che è il primo smartphone senza bordi che copre oltre il 90% della superficie frontale e che si avvicina molto al blaze less che tutti aspettiamo. Poi Elephone che si copia il design di brand di successo, vedi il nuovo Elephone S7, identico al Galaxy S7 di Samsung, ma che introduce feature di qualità contenendo il prezzo, infatti si parte da circa 130 euro fino ad un massimo di 220 euro per la versione più potente.

Poi c’è Huawei che ormai è il terzo brand al mondo che offre prodotti innovativi sotto tutti i punti di vista, sia di design che a livello hardware, vedi doppia fotocamera e sensore per le impronte digitali ad ultrasuoni.

Non solo hardware ma sopratutto software

Sicuramente la grande espansione economica ed il bassissimo costo del lavoro permettono a tutti questi marchi di tenere bassi i costi di produzione senza intaccare però la qualità complessiva del prodotto. Poi gli svilupatori del software, che è sempre Android, hanno personalizzato, ottimizzato e velocizzato Android in tutte le sue parti rendendo dispositivi low cost veloci come i top di gamma altro che CECT con software lenti e bruttissimi da vedere.

Dunque tutti i brand Cinesi non copiano più, o almeno lo fanno con stile perché copiano ed innovano contemporaneamente ottenendo un grande successo tra gli utenti che comprano sempre di più questo genere di dispositivi visto che è possibile comprare smartphone Android anche per meno di 40 euro e per un utente che usa solo WhatsApp sono più che sufficienti.

E voi avete comprato qualche “Cineseria”?

Io si e sono molto contento dei miei Cubot ed Elephone che utilizzo come muletti o per mia madre per far usare Skype, Facebook e WhatsApp.