Together Price: condividere gli abbonamenti online di Netflix, Spotify, Apple Music, antivirus, Office, Playstation e Xbox. Dividere le spese per abbonamenti online

togheter-price

Together Price permette di condividere gli abbonamenti ai servizi online e risparmiare parecchi soldi: come funziona?

Forse ne avete già sentito parlare, forse lo sentite per la prima volta. Ad ogni modo penso che dobbiate assolutamente conoscere il servizio Together Price, uno dei più interessanti e utili che abbia mai provato. 

Cosa è Together Price?

Together Price è un servizio totalmente gratuito, tanto per cominciare, cosa che non guasta mai. Anzi, per essere più precisi i modelli offerti da Together Price sono due: il primo è quello privato (in questo caso l’utente userà il sito come canale di comunicazione con i suoi contatti già esistenti e potrà farlo gratuitamente), mentre la modalità pubblica, che funziona come una vetrina attraverso la quale trovare qualcuno con cui condividere le spese, è a pagamento (20% sulle transazioni).

Inoltre, Together Price è un servizio totalmente italiano, altra cosa che ci dovrebbe spingere almeno a provarlo, giusto per sostenere i nostri connazionali che hanno avuto l’idea e il coraggio e la forza di metterla in atto.

Bene, ma cosa fa questo Together Price? A che serve? Questo servizio promette di rendere davvero semplice la condivisione degli account Netflix, Spotify, Apple Music e molto altro. Together Price, in sostanza, è un sharing marketplace dove l’utente può condividere tantissimi abbonamenti ai più noti abbonamenti online, come Spotify, Netflix, PlayStation, Xbox, Office e tantissimi altri ancora. 

Come funziona Together Price?

Il suo funzionamento è tanto geniale quanto semplice.

Ci si registra con un indirizzo email e si accede subito al proprio spazio online all’interno del portale, dal quale potrete creare le “Condivisioni”, ovvero potrete condividere con gli altri utenti tutti gli account ai principali servizi online, come appunto Spotify, Netflix, Office, PlayStation, Xbox e tanti altri ancora.

Durante la creazione delle vostre “Condivisioni” sarà possibile aggiungere gli indirizzi email con cui condividere il vostro account: automaticamente gli indirizzi email selezionati riceveranno le credenziali per accedere, anche se questa operazione può essere effettuata anche in un momento successivo.

Tutto questo avviene nella modalità “Privata”. In quella “Pubblica”, invece, potrete cercare altri utenti che vogliono condividere con voi un abbonamento online, oppure potete aggiungervi nella lista di altri utenti che hanno bisogno di qualcuno con cui condividere il loro.

Facciamo un esempio concreto: io ho un account Premium di Spotify e voglio condividerlo con qualcuno. Mi registro su Together Price, apro la “Lista Pubblica” e aspetto che qualcuno si inserisca. In questo modo questo qualcuno pagherà a me, tramite PayPal, la sua quota di Spotify ed entrambi avremo la versione Premium di Spotify a prezzo ridotto. La stessa cosa vale per altri account di servizi online. Semplice, veloce, efficace, economico! Nello stesso tempo, ovviamente, è possibile sfogliare la bacheca pubblica per cercare liste già aperte in cui inserirsi per iniziare a condividere determinati account a servizi online.

Il tutto, ovviamente, funziona anche per Netflix: se siete alla ricerca di un account di Netflix da condividere, vi basterà scegliere una delle proposte. Lì vi verrà indicata la quota mensile da pagare e una volta inviato il pagamento tramite PayPal riceverete i dati di accesso per iniziare subito a usare Netflix.

La comodità di Together Price è rappresentata dal fatto che questo sistema permette ai vostri amici, parenti e conoscenti di pagarvi facilmente la loro quota di account tramite PayPal. In questo modo non dovrete andare ad “elemosinare” i 2-3 euro mensili a tutti i vostri amici, ma questi soldi vi potranno essere inviati tramite PayPal in modo immediato, comodo, veloce e sicuro.

E, oltre a questo, ovviamente potete condividere account anche con utenti sconosciuti, provenienti da tutta Italia, che senza questo servizio non avreste mai incontrato. Insieme si risparmia!

Questo servizio, in pratica, è perfetto se volete capire:

  • Come condividere un abbonamento PlayStation Plus
  • Come condividere un abbonamento Netflix
  • Come condividere un abbonamento Xbox
  • Come condividere un abbonamento Apple Music
  • Come condividere un abbonamento Spotify
  • Come condividere un abbonamento Office 365

Ma è tutto legale?

«Al cento per cento – risponde Sabrina Taddei, CMO e cofondatrice – La piattaforma ricalca e rispetta i termini d’uso dei singoli servizi». Anzi, li ricorda ai suoi iscritti. «Nel caso di Spotify, per esempio, è necessario essere coinquilini, per questo Together Price lo ricorderà, in caso di richiesta».

Quali servizi e abbonamenti vengono supportati da Together Price?

Al momento Together Price sostiene Netflix, Spotify, Apple, l’antivirus Kaspersky e Office 365 e per i giochi XBOX e Playstation.

Oltre ai servizi e abbonamenti virtuali già citati, il servizio punta alla condivisione di cose anche più tangibili, come ad esempio biglietti del treno e altre spese personalizzate, come affitto o spese mensili.

Together Price: conclusioni

Penso che Together Price sia un servizio davvero molto interessante, che risulta perfetto se vi trovate a condividere molti account, magari con amici e parenti diversi, e ogni mese dovete impazzire per farvi rimborsare.

Together Price è quella piattaforma che fa al posto nostro il “lavoro sporco” degli abbonamenti in comune. Fantastico.

Se interessati, potete già provare tutto quello che Together Price ha da offrire sul sito ufficiale.

Ovviamente, il consiglio che vi diamo è quello di utilizzare, per gli account condivisi, password casuali e che non usate per i vostri profili personali!

Se provate Together Price, fateci sapere cosa ne pensate e come vi trovate. Per me è un’idea geniale e comodissima.

Se questa pagina di YourLifeUpdated.net ti è piaciuta e ti è stata d’aiuto, non perdere tempo, condividila sui social network! Clicca "Mi Piace" sulla pagina ufficiale di YourLifeUpdated su Facebook, seguici su Twitter Google+ per ricevere tante informazioni e consigli utili!

  • Sabrina Taddei

    Ciao Riccardo,
    grazie per averci dedicato questo fantastico articolo! Sono Sabrina Taddei uno dei fondatori del servizio. Ci tengo a precisare per una corretta informazione che: Together Price attualmente supporta le condivisioni di Netflix, Spotify, Apple Music, Google Play Music, Office 365 e XBOX. Tra un paio di settimane inseriremo anche gli acquisti condivisi degli antivirus come hai giustamente raccontato tu in anteprima ;-). E’ bene ricordare a tutti gli utenti che ogni servizio ha i suoi termini di uso e in alcuni casi questi vincolano la condivisione del piano multi account all’ambito familiare o a quello domestico. Together Price in questo caso sarà utile per scambiarsi le quote e avere un archivio dei pagamenti, mentre nel caso in cui il servizio non imponga grossi limiti come Google Play Music o l’acquisto condiviso degli antivirus multi licenza, allora sarà un mezzo anche per aggregare persone che non si conoscono ma che vogliono risparmiare insieme. Ti ringrazio ancora tanto a nome di tutto il team e resto a disposizione per qualsiasi chiarimento. 😉